Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteIl grasso viscerale: cos’è e come eliminarlo

06.10.22 - 08:00
Il grasso viscerale si deposita tra gli organi interni della cavità addominale come l’intestino, lo stomaco e il fegato
FN Project
Il grasso viscerale: cos’è e come eliminarlo
Il grasso viscerale si deposita tra gli organi interni della cavità addominale come l’intestino, lo stomaco e il fegato

Questo grasso lo possiamo facilmente ritrovare nella classica “pancetta” che colpisce soprattutto gli uomini.
Le donne invece hanno la tendenza ad accumulare il grasso sui fianchi e sui glutei, che sono zone in cui non sono presenti organi vitali e quindi sono meno soggette a sviluppare patologie cardiache, diabete di tipo 2, insulino-resistenza e ipertensione legate da un eccesso di grasso viscerale.

Un corretto stile di vita permette di ridurre il grasso viscerale ed evitare spiacevoli conseguenze.
 Cos’è il grasso viscerale

Il grasso corporeo lo possiamo suddividere in: grasso bruno e grasso bianco.

Il grasso bianco a sua volta, si suddivide in: grasso sottocutaneo, grasso viscerale e grasso intramuscolare.

Il grasso viscerale, è quindi un grasso bianco che si accumula quando si consumano alimenti molto calorici e si fa poca attività fisica. Rispetto al grasso sottocutaneo, si localizza in profondità e va ad ostacolare il funzionamento degli organi.

FN Project

 Perché è pericoloso?

Tutto il grasso bianco rappresenta una riserva di energia, tuttavia il grasso viscerale produce anche ormoni e sostanze infiammatorie che possono portare allo sviluppo di malattie cardiovascolari.

Nello specifico si possono formare delle vere e proprie placche all’interno delle arterie composte da colesterolo e altre sostanze grasse, che si accumulano e ostruiscono il passaggio del sangue. Queste ostruzioni possono essere parziali o totali con la conseguente formazione di trombi. Se questo succede nelle arterie coronarie, si può andare incontro ad un infarto, un’angina o un ictus.

Se invece succede nelle arterie più piccole si possono semplicemente causare delle sofferenze agli organi e ai tessuti circostanti.

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire e alleviare problematiche gastrointestinali tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario. 

Abbiamo scritto un eBook che tratta in maniera approfondita la tematica del dimagrimento. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI

FN Project

 Come si misura?

Il grasso viscerale si può facilmente misurare calcolando la circonferenza della vita.

Quando i valori sono superiori a 94 cm negli uomini e 80 cm nelle donne si calcola un rischio cardio metabolico medio.

Quando i valori sono superiori a 102 cm nell’uomo e a 88 cm nella donna si calcola un rischio cardio metabolico elevato.

Si ritiene opportuno effettuare un’analisi completa della composizione corporea dell’individuo ed evitare di basarsi solo sulla circonferenza della vita, in quanto va valutata anche la struttura muscolare dell’individuo. Infatti una persona può essere molto robusta e muscolosa e avere una circonferenza di vita al limite, ma non per questo essere a rischio di un eccesso di grasso viscerale.

 Quali sono le conseguenza di un eccesso di grasso viscerale?

Un eccesso di grasso viscerale può portare allo sviluppo di patologie metaboliche e cardiovascolari come: l’insulino-resistenza, l’ipertensione, l’ipercolesterolemia, l’ipertrigliceridemia, la formazione di placche e trombi e la calcificazione delle arterie coronarie.

Il grasso viscerale produce anche ormoni in grado di rilasciare acidi grassi nella circolazione sanguigna e portare allo sviluppo di una steatosi epatica e di conseguenza un aumento del rischio di iperlipidemia, insulino-resistenza, ipertensione e aterosclerosi.

 

 Come intervenire?

Per ridurre il grasso viscerale bisogna adottare uno stile di vita sano che preveda: lo smettere di fumare, il seguire una dieta equilibrata, il fare regolare attività fisica, il dormire a sufficienza, il ridurre i fattori di stress e il ridurre gli alcolici.

FN Project

 Il ruolo dell’alimentazione

L’alimentazione, anche in questo caso, svolge un ruolo chiave per la prevenzione e la riduzione del grasso viscerale.
Molti individui nascono con la predisposizione di sviluppare patologie come il diabete mellito, la sindrome metabolica e l’obesità, che possono dipendere dall’alimentazione della madre durante la gravidanza.
In parallelo all’alimentazione è importante effettuare degli esercizi fisici che migliorano lo stato metabolico e la sensibilità insulinica.

Dal punto di vista alimentare, basterà tenere una dieta ricca di fibre, consumando verdura e frutta di stagione, cereali integrali, proteine vegetali e animali e consumare una buona dose di grassi buoni. Sarà importante bere acqua per mantenersi idratati.

Gli alimenti da limitare, perché potranno incrementare i depositi di grassi viscerali, sono: i grassi saturi, i cibi fritti, l’alcol, le carni processate, le bevande zuccherate e i prodotti raffinati che sono poveri di nutrienti.

 

CONTATTI

Web: https://fnproject.ch/ 

Tel: 0763602900 (anche su whatsapp)

Per prenotare un primo appuntamento gratuito con il nostro nutrizionista cliccare QUI

 

Articolo a cura FN Project – Nutrition Centre

NOTIZIE PIÙ LETTE