Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteGli effetti degli antibiotici sul microbiota intestinale e come contrastarli

12.09.22 - 08:00
È stato provato scientificamente che il consumo di antibiotici altera la composizione del microbiota intestinale
FN Project
Gli effetti degli antibiotici sul microbiota intestinale e come contrastarli
È stato provato scientificamente che il consumo di antibiotici altera la composizione del microbiota intestinale

Gli antibiotici sono sempre più consumati dai bambini di età inferiore ai 4 anni e negli adulti di età superiore ai 75 anni.

I mesi invernali, correlati da una maggior incidenza di sindromi influenzali, fa registrare un aumento del consumo di antibiotici.

 La composizione microbiotica del corpo umano

Nell’intestino troviamo miliardi di microrganismi che costituiscono il microbiota. Il 70% di questi microrganismi è allocato nella parte terminale dell’intestino, ossia nel colon.

Garantire la salute del microbiota è di fondamentale importanza, in quanto svolge una funzione protettiva, favorendo lo sviluppo del sistema immunitario a livello intestinale e contribuendo a mantenere inalterata la barriera contro i microbi e gli agenti patogeni che cercano di infettare l’organismo. Il microbiota svolge anche funzioni metaboliche, andando a sintetizzare alcune vitamine, facendo fermentare le fibre e producendo acidi grassi utili all’assorbimento delle sostanze nutritive.

FN Project

 Quando vengono prescritti gli antibiotici?

L’antibiotico viene generalmente prescritto per prevenire la proliferazione di agenti patogeni batterici e trattare eventuali infezioni batteriche. 

 Quali sono gli effetti degli antibiotici?

Gli antibiotici sono in grado di migliorare le condizioni di salute del paziente. Tuttavia causano una riduzione dei batteri buoni che costituiscono il microbiota. 

Infatti, un abuso di antibiotici, favorisce lo sviluppo di un batterio patogeno chiamato Clostridium, che spesso causa episodi di diarrea e riduce la flora microbica intestinale. 

Vi è quindi un conflitto tra i farmaci e il microbioma, in quanto da un lato gli antibiotici possono distruggere il microbiota intestinale e dall’altro i microbi possono ridurre l’efficacia dei farmaci causando una resistenza antimicrobica.

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario. Puoi contattarci al numero 0763602900 (anche su whatsapp) oppure inviare una mail a info@fnproject.ch.

Abbiamo scritto un eBook che tratta in maniera approfondita la tematica della disbiosi intestinale. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI.

FN Project

 Effetti indesiderati degli antibiotici

Come abbiamo appena visto, un abuso di farmaci antibiotici, è spesso causa di disbiosi intestinale e portare ad episodi di diarrea. La disbiosi intestinale si verifica quando vi è uno squilibrio tra la flora microbica protettiva e la flora microbica patogena, causando l’infiammazione. La flora batterica intestinale viene alterata sia a livello qualitativo che quantitativo che di riduzione dell’attività metabolica.

La disbiosi intestinale, causata da un abuso di antibiotici, può avere effetti nel lungo periodo, causando diversi disturbi digestivi e una diarrea cronica.

 

 Quali sono i fattori che incidono sull’alterazione del microbiota?

Il consumo di antibiotici può avere diversi effetti che, che dipendono da:

    • Il meccanismo d’azione,
    • Il grado di resistenza dell’organismo,
    • Il dosaggio,
    • La modalità di somministrazione,
    • Lo spettro d’azione dell’agente antibiotico (più è ampio e maggiori saranno gli effetti negativi),
    • La durata del trattamento,
    • Lo stato di salute generale del paziente,
    • Lo stress,
    • Lo stile di vita alimentare.

 Contrastare gli effetti degli antibiotici con i probiotici
Per contrastare tutti questi effetti negativi, dati dal consumo di antibiotici, (soprattutto quelli ad ampio spettro), viene spesso consigliato in abbinamento, un consumo di farmaci probiotici, che favoriscono un riequilibrio della flora batterica intestinale.
I probiotici sono dei microrganismi attivi nell’intestino che portano beneficio all’organismo.
È importante che i probiotici sopravvivano al passaggio nello stomaco e in particolare resistendo all’azione dei succhi gastrici, agli enzimi intestinali e ai sali biliari. Una volta che arrivano nell’intestino devono aderire alla mucosa intestinale, colonizzarla e resistere all’azione degli antibiotici.

FN Project

 Quali sono gli effetti dei probiotici?
L’utilizzo dei farmaci probiotici quindi ridurrà:

    • Gli episodi di diarrea cronica o acuta,
    • Il rischio di uccidere i microrganismi che costituiscono il microbiota intestinale,
    • La resistenza antimicrobica, potendo così ridurre le dosi antibiotiche.

Il consumo dei probiotici ha effetti positivi su malattie come:

 

Tel: 0763602900 (anche su whatsapp)

Per prenotare un primo appuntamento gratuito con il nostro nutrizionista cliccare QUI

 

Articolo a cura di FN Project

ULTIME NOTIZIE ALIMENTIAMOCI CORRETTAMENTE