Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamentePerché la digestione rallenta con il caldo?

21.07.22 - 08:00
In estate le abitudini alimentari si modificano a causa del caldo e dell’aumento della sete.
FN Project
Perché la digestione rallenta con il caldo?
In estate le abitudini alimentari si modificano a causa del caldo e dell’aumento della sete.

Siamo portati naturalmente a ricercare il consumo di bevande fresche, mangiare di meno ma con più rapidità e spesso si abbinano alimenti in grado di creare fermentazione intestinale, come ad esempio una fresca e succosa macedonia.

Con il caldo il corpo tenderà a sudare di più e oltre a perdere molti liquidi si avrà anche un calo dei Sali minerali.

Cosa succede nell’apparato gastro-intestinale con il caldo?
Gli sbalzi di temperatura a cui sottoponiamo il corpo in estate, alterano la corretta funzionalità dell’apparato digestivo in quanto generano molto più stress che abbassa le difese immunitarie e altera la flora batterica intestinale.

L’alimentazione in estate non potrà essere uguale all’alimentazione tenuta nelle altre stagioni in quanto si richiedono tempi di digestione più veloci per evitare eventuali congestioni e pesantezza.

In modo particolare se si soffre di problemi di reflusso gastro-esofageo, quest’ultimo peggiorerà in estate.

Effetti dell’aria condizionata
Frequentare ambienti in cui vi un grande sbalzo di temperatura tra l’ambiente interno e l’ambiente esterno, andrà ad accentuare i sintomi nelle persone che soffrono di intestino irritabile e reflusso gastrico.
 
I soggetti più deboli a livello gastro-intestinale riscontreranno dolori addominali, episodi di dissenteria e a volte anche episodi d’influenza.

La produzione di muco nelle vie respiratorie aumenterà, come meccanismo di difesa del corpo allo sbalzo di temperatura e in modo particolare nei soggetti che soffrono di reflusso accuseranno raucedine e mal di gola.

FN Project

Quali comportamenti rallentano la digestione?
In estate si è maggiormente attratti dal consumo di bevande fredde di frigorifero in quanto sembrerebbe che dissetino di più e che abbassino la temperatura interna del corpo.

Ma in realtà gli organi che si raffreddano sono solo la gola e lo stomaco. Oltretutto un raffreddamento dello stomaco se è in corso la digestione, bloccherebbe quest’ultima causando un ristagno dei succhi gastrici con un aumento dell’acidità nello stomaco ed eventuali ulcere gastriche.

Bere acqua fredda infatti va a solidificare i grassi degli alimenti ingeriti, restringere i vasi sanguigni e aumentare il consumo di energia richiesta per termoregolarsi con conseguente rallentamento del processo gastrico.

La digestione potrebbe inoltre rallentare a causa di una disidratazione del corpo o dal consumo di alimenti non abituali.

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario.

Abbiamo scritto un eBook che tratta in maniera approfondita la tematica del reflusso gastro-esofageo. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI.

FN Project

Consigli per agevolare la digestione

In estate vi consigliamo di:

    • Consumare maggiormente frutta ma soprattutto verdure, ricche di vitamine e Sali minerali che si disperdono con la sudorazione,
    • Consumare cereali possibilmente integrali, ricchi di fibre che favoriscono la digestione e il transito intestinale,
    • Limitare i cibi ricchi di grassi saturi,
    • Non assumere bibite e alimenti freddi di frigorifero,
    • Idratarsi molto ed esclusivamente con acqua naturale a temperatura ambiente, evitando le bibite zuccherate e gassate e riducendola al minimo durante i pasti per evitare di diluire eccessivamente i succhi gastrici.
    • Limitare il consumo di alcolici e superalcolici,
    • Consumare molte spezie che contrastano i processi fermentativi che si innescano per il caldo e per il consumo eccessivo di acqua durante i pasti,
    • Mangiare più lentamente e masticando bene,
    • Ridurre al mimino lo stress e riposare quando il corpo lo richiede,
    • Effettuare attività fisica costante ma senza sforzarsi eccessivamente.

Articolo a cura FN Project – Nutrition Centre

ULTIME NOTIZIE ALIMENTIAMOCI CORRETTAMENTE