Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteGastrite: sintomi, cause e rimedi

07.07.22 - 08:00
Nel mondo circa il 50% della popolazione soffre di gastrite.
FN Project
Gastrite: sintomi, cause e rimedi
Nel mondo circa il 50% della popolazione soffre di gastrite.

I fattori che incidono maggiormente su questo problema sono l’alcol, il fumo e alcuni farmaci, tuttavia ci sono anche comportamenti che peggiorano la situazione come lo stress e l’ansia.

La gastrite è un'infiammazione della parete interna dello stomaco e può essere di due tipologie:

    • 1. Acuta, i cui sintomi compaiono all'improvviso
    • 2. Cronica, che si sviluppa lentamente e perdura nel tempo.

Questa patologia non è pericolosa, ma se i sintomi perdurano nel tempo o se non vengono curati in modo adeguato, la situazione può velocemente peggiorare, con la comparsa di ulcere gastriche.

Quali sono le cause della gastrite?

La gastrite è una patologia che si manifesta quando la barriera difensiva dello stomaco si indebolisce, e permette ai succhi gastrici che sono acidi di raggiungere la sua parete e infiammarla. Le cause di questa infiammazione possono essere:

    • un invecchiamento fisiologico,
    • un'assunzione regolare di antidolorifici
    • un abuso di farmaci antinfiammatori,
    • un consumo eccessivo di alcol,
    • lo stress,
    • una reazione autoimmune,
    • un episodio di reflusso biliare.

Inoltre la gastrite può essere associata anche a infezioni batteriche, come l’Helicobacter pylori.

FN Project

Quali sono i sintomi della gastrite?

La gastrite può provocare i seguenti sintomi:

I succhi gastrici sono in grado di apportare molti danni alla parete dello stomaco, fino a farla sanguinare.

I sintomi della gastrite possono essere improvvisi e intensi come nel caso della gastrite acuta; oppure svilupparsi lentamente e perdurare nel tempo come nel caso della gastrite cronica.

La gastrite cronica può anche essere asintomatica e non mandare alcun segnale di allarme. Questo avviene quando è causata da un'infezione da helicobacter pylori o da un errore del sistema di difesa dell’organismo, come nel caso della gastrite autoimmune che va ad attaccare la mucosa interna dello stomaco.

Nel caso della gastrite autoimmune si verifica un altro problema, ossia l’anemia data da un mancato assorbimento della vitamina B12.

 

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario.

Abbiamo scritto un eBook che tratta in maniera approfondita la tematica del reflusso gastro-esofageo. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI

FN Project

Rimedi, come intervenire?

Per evitare l’avvento della gastrite è importante ridurre quelli che sono i fattori di rischio, come ad esempio una vita eccessivamente stressata o un consumo frequente di alcolici e farmaci.

Cosa mangiare quando si ha la gastrite?

L’alimentazione ricopre un ruolo importantissimo per ripristinare la salute della mucosa gastrica.
Il primo passo da fare è consumare alimenti a bassa acidità, poveri di grassi e con cotture veloci e semplici, come ad esempio:

    • le verdure,
    • i legumi,
    • i cereali (possibilmente integrali e senza glutine)
    • Le uova,
    • il pesce
    • la carne (preferibilmente magra)

Si dovrebbero evitare invece:

    •  i cibi piccanti,
    •  i cibi molto grassi o elaborati,
    •  gli alimenti fritti,
    •  la frutta acida,
    •  il caffè o tè,
    •  l’alcol,
    •  i dolci e le bibite zuccherate.

Se per motivi lavorativi o familiari, si sta passando un periodo abbastanza stressato e si è già consapevoli che ciò colpirà lo stomaco, si consiglia il consumo di tisane alla camomilla, alla melissa e alla malva da consumare a colazione e durante la giornata.

 

Articolo a cura FN Project – Nutrition Centre
 

ULTIME NOTIZIE ALIMENTIAMOCI CORRETTAMENTE