+ 17
PRIME IMPRESSIONI
26.06.2019 - 09:000
Aggiornamento : 06.07.2019 - 08:40

Comfort da favola e grinta da vendere: la Serie 7 incanta

Nuovo look, motori aggiornati, tecnologie di vertice e un isolamento di bordo ancor più ovattato per l’ammiraglia bavarese. Capace in pari misura di graffiare col poderoso V12 biturbo.

Vi annoiate a guidare su lunghe percorrenze, specie da soli? Non capiterà sulla rinnovata Serie 7, l’ammiraglia della Casa di Monaco. Se amate chiacchierare, il sistema potenziato di assistente digitale personale ora è in grado non soltanto di ascoltare le vostre richieste espresse in linguaggio comune, ma anche di rispondervi a tono mentre fa partire il comando correlato, potendo spaziare su svariate richieste ed interazioni; per esempio, attivando il programma di vitalità con sottofondo musicale adeguato ed immagini rilassanti sullo schermo principale. Oppure potreste dedicarvi ad esplorare i vari massaggi offerti dalla sontuosa poltrona di guida, sfruttare a fondo l’insonorizzazione di qualità superiore – che beneficia tra l’altro dei cristalli laterali più isolanti – per verificare il potenziale dell’impeccabile hi-fi di bordo (l’esclusivo Bowers & Wilkins Diamond 3D Sound) o anche cercare una sferzata di energia provando la piena accelerazione, se siete a bordo dell’esclusiva M760Li con la motorizzazione V12 di 6,6 litri, da 585 cv (e da 212'800 CHF). Anche rilassarvi nel salotto posteriore allargato (la Serie 7 con il motore top di gamma è solo a passo lungo), tra infotainment ultima generazione e poltrone individuali, avrebbe il suo bel perché, magari con tanto di autista. Insomma: praticamente tutto quello che potreste immaginare in una berlina al vertice del cosiddetto settore “premium”, la Serie 7 fresca di restyling lo può offrire.

Un stile vistoso: l’ammiraglia ora punta ai toni più espressivi…
Quattro anni e non sentirli, perché l’aggiornamento della Serie 7 che giunge a metà carriera è di quelli piuttosto importanti. E' un modello sostanzialmente nuovo grazie al frontale pressoché interamente ridisegnato: come già per la “gemella Suv” X7, la mascherina presenta un volume ulteriormente esteso (ben il 40% in più), cui si abbinano in questo caso i proiettori più sottili, del tipo full led a orientamento automatico con abbaglianti assistiti o in opzione a tecnologia laser per arrivare ad alcune centinaia di metri di portata. Meno pesanti gli interventi al retrotreno, seppur in realtà anch’esso rivisto stilisticamente, mentre le ruote possono arrivare fino a 20 pollici di diametro. La grande berlina tedesca viene inoltre “aggiustata” ulteriormente in lunghezza, guadagnando un paio di cm: la L che abbiamo avuto a disposizione per il test arriva a 5,26 metri, con passo di 3,21 m. Sotto il cofano della 760i troviamo il raffinato e potente dodici cilindri a V da oltre sei litri, benzina biturbo, ulteriormente affinato nei suoi componenti nonché equipaggiato di filtro antiparticolato per ottemperare alla normativa Euro 6d-TEMP. Notevole la stessa coppia di quest’unità, 850 Nm costanti tra 1600 e 4500 giri, mentre il cambio è automatico a otto rapporti (affinato) e la trazione esclusivamente integrale xDrive. Il corredo tecnico dell’auto include le immancabili sospensioni regolabili e può essere esteso ai sistemi per innalzare la dinamica dell’auto, tra cui quattro ruote sterzanti, annullamento del rollio, sterzo a demoltiplicazione variabile ed altro ancora, inclusi gli irrinunciabili assistenti attivi.

Comfort sontuoso, ma agilità e scatto impressionano.
Dato che l’autista non è, ahinoi, disponibile ci limitiamo a provare brevemente le poltrone posteriori da fermo, per constatare che risultano di gran lunga più spaziose, confortevoli ed adattabili del salotto buono di casa; dopo di che, non ci resta che concentrarci sulla zona anteriore. Peraltro di pari qualità nella capacità adattamento al corpo, con spazio ed ergonomia altrettanto rimarchevole. Oltre che molto ingombrante, la 760Li è anche pesante (2220 kg) ma in movimento ogni apparente impedimento scompare; come su un cuscino d’aria, la grande berlina si muove lesta e rapida con un tocco di gas, lasciandosi condurre con la precisione che ci si aspetta ma colpendo per la maneggevolezza che riesce a sfoderare, sempre attraverso pochi tocchi sul volante. Senza contare la sorpresa di un’accelerazione che senza fatica od esitazioni permette uno scatto da far impallidire persino diverse “supercar”: da fermo ai 100 km/h in appena 3,8 secondi, impressionante. Tanto più che le riprese, ad auto già in movimento e dunque senza doverne vincere l’inerzia maggiore, sono ancor più brucianti; si sorpassa a velocità impensabili, anche a mezzo gas. Quanto alla velocità massima, con il pacchetto M Driver’s Package opzionale, si può provare l’ebbrezza di passare il muro dei 300 km/h: 305, per l’esattezza. Il regno autentico della Serie 7, tuttavia, restano il viaggio ed il comfort, quale che sia la propria sistemazione a bordo. Con cristalli laterali più spessi di 5,1 mm ed estesi interventi di ulteriore insonorizzazione, oltre all’isolamento totale dal fondo stradale stile tappeto volante, l’unico compagno di viaggio anche ad andatura sostenuta resta il timido fruscio d’aria particolarmente velato; con il rischio, se la velocità scende sui consueti limiti di casa nostra, di vedersi superato in intensità dal movimento dei propri vestiti…

Trovi la BMW Serie 7 da...

Garage Torretta SA

 

 via S.Gottardo, 109

 

6500 Bellinzona

 

 

https://dealer.bmw.ch/torretta/it

 

+41 91 829 35 49

Guarda tutte le 21 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-16 10:47:29 | 91.208.130.86