+ 10
ULTIME NOTIZIE Motori
Novità
1 gior
GFG Style 2030 Electric Hyper SUV, il dopodomani è qui
Iper-sportiva e Suv, la concept disegnata dai Giugiaro anticipa il futuro elettrico ad alte prestazioni. Mostrata al Riyadh Motor Show, sarà tra le “vedette” al Salone di Ginevra 2020.
PRIME IMPRESSIONI
3 gior
Seat Mii Electric, vivace e scattante
Il debutto della marca spagnola nell’elettrificazione pura parte dalla citycar convertita a batteria: che è agile, ben brillante e piuttosto confortevole, con autonomia dichiarata di 260 km.
TEST DRIVE
5 gior
Renault Clio, uguale soltanto nel look
La nuova generazione conserva volutamente il design apprezzato, ma offre grandi evoluzioni nell’abitacolo così come nelle tecnologie di bordo. Eccellente il 1.3 turbo da 130 cv.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
Volkswagen Golf
L’ottava generazione affila il conosciuto look “di famiglia”, ma evolve in profondità per digitalizzazione, tecnologie e qualità della guida: in prova col nuovo ibrido leggero 1.5 eTSI da 150 cv.
TEST DRIVE
1 sett
Grinta e agilità per la Volvo XC40 T5
Il Suv cadetto con motorizzazione benzina turbo di punta convince per prestazioni offrendo una guida docile e maneggevole. Con ottimo livello di accoglienza per l’intero equipaggio.
TEST DRIVE
1 sett
Ford Focus ST SW, sapore mordente
L’allestimento sportivo allestito dalla divisione Performance combina il turbodiesel potenziato da 190 cv all’assetto specifico con sterzo più diretto, per una guida dall’evidente dinamismo.
PRIME IMPRESSIONI
2 sett
Mercedes GLB, ama la famiglia e le curve
Il nuovo Suv di gamma intermedia strizza l’occhio alla Classe G, offre fino a sette posti e spicca per la qualità della guida dinamica, davvero convincente. Elastico e versatile il 2.0 td da 190 cv.
TEST DRIVE
2 sett
Seat Tarraco, Suv formato famiglia
Fino a sette posti in un ambiente di bordo ottimamente attrezzato ed accogliente per l’ammiraglia spagnola 4x4, dalla guida armonica e bilanciata. Anche con il 2 litri TSI benzina da 190 cv.
TEST DRIVE
2 sett
Mitsubishi ASX, più fluida e adattabile
Il restyling corposo aggiunge al look personale prestazioni in crescita con il due litri benzina da 150 cv la versatilità della trazione integrale. Crescono gli ausili attivi alla guida.
Novità
3 sett
Ford Mustang Mach-E, potenza e tradizione in un Suv elettrico
L’eredità della sportiva muscolare prende le vesti di crossover elettrico dalle linee tese e suggestive: fino a 465 cv con 600 km di autonomia, trazione posteriore o integrale. Da fine 2020.
TEST DRIVE
3 sett
Toyota C-HR 2.0L Hybrid, crescono prestazioni e ambizioni
Con il restyling di metà carriera arriva il sistema ibrido da 184 cv, che assicura una bella iniezione di brio insieme ad una guida più fluida e piacevole. Aggiornati anche design e tecnologie.
TEST DRIVE
3 sett
EQC 400, anche per Mercedes arriva il “pieno” di corrente
La prima elettrica della Casa sfoggia un carattere a tratti esuberante grazie ai 408 cv dei due motori elettrici, senza trascurare una valida autonomia. Comfort ed accoglienza di qualità.
TEST DRIVE
4 sett
V60 D4 Cross Country, oltre i confini
L’accogliente wagon svedese declinata nell’allestimento crossover si lascia apprezzare per l’isolamento aggiuntivo, senza perdere le conosciute ad apprezzate qualità stradali delle altre versioni.
TEST DRIVE
1 mese
Mazda3 Skyactiv-X, arriva la rivoluzione nel motore a scoppio
La nuova media giapponese porta in dote il 2.0 benzina con accensione spontanea da 180 cv, che promette più efficienza e minori consumi. Abitacolo accogliente, bagagliaio sufficiente.
TEST DRIVE
22.04.2019 - 06:000

Leon ST R by Cupra, dalla famiglia alla pista

La praticità della carrozzeria giardinetta si combina alla meccanica di alto profilo con 300 cv, trazione 4x4 e assetto regolabile, per abbracciare con pari doti ogni situazione di guida.

Pratica e funzionale, che si tratti di vacanze o attività sportive. Ma anche caratterizzata da alte prestazioni, con trazione integrale e cambio automatico: questa è la Leon ST in edizione Cupra R, wagon dagli ingombri compatti – la lunghezza si ferma a 4,38 metri – in grado di assicurare una guida intensa quanto versatile.


La meccanica è la stessa del riuscito Suv compatto.

Cuore della vettura è infatti la stessa combinazione motore-trasmissione che muove la Cupra Ateca, dunque il due litri TSI turbo a iniezione diretta combinato al cambio doppia frizione DSG a sette rapporti ed alla trazione integrale 4Drive, il tutto raccolto in un “vestito” curato dal punto di vista estetico e tecnico, per consentire le notevoli prestazioni con le dovute capacità di telaio. Esternamente, la ST "cattiva" si distingue per dettagli piuttosto mirati, che trasmettono subito la sensazione di prestazioni pur senza risultare mai troppo “carichi”. Spiccano le prese d’aria laterali con trattamento color rame – la nota distintiva del marchio Cupra – cui si aggiungono diversi elementi in fibra di carbonio, tra cui labbro inferiore paraurti anteriore, gusci specchi esterni, minigonne laterali e, posteriormente, diffusore inferiore e spoiler nella zona alta del lunotto. Sul piano tecnico, invece, la vettura beneficia di una serie di attenzioni mirate che interessano l’assetto: per incrementare le qualità dinamiche nella percorrenza di curva, la campanatura delle ruote sia anteriori che posteriori (vale a dire l’inclinazione rispetto alla verticale) è stata portata su valori negativi di 2° (normalmente è prossima allo zero).

 

Tanto mordente in curva, ma il comfort non delude.

Al volante, la Leon ST Cupra R mette in mostra non soltanto il dinamismo preannunciato, ma anche una bella ecletticità che la rende pienamente fruibile anche nel quotidiano. Merito in primo luogo delle sospensioni regolabili, che in modalità comfort riescono a conservare un discreto assorbimento pur trasmettendo comunque una certa sportività d’insieme, ma anche dell’elasticità del due litri turbo da 300 cv, molto docile e rotondo dai regimi più bassi. Anche perché la coppia generosa di 400 Nm è già tutta disponibile a 2000 giri. Il quattro cilindri è inoltre silenzioso ad andatura costante, mentre in accelerazione mette in mostra una bella voce piuttosto coinvolgente ai regimi più alti, complici i terminali di scarico specifici. L’accelerazione è ragguardevole, con scatto da 0 a 100 km/h in appena 4,9 secondi e velocità massima di 250 km orari ottimamente supportata dalla rapidità dei passaggi marcia del cambio a doppia frizione. Accompagnando al meglio il mordente dell’auto tra le curve. Sul circuito di Maiorca, lo stesso che ci ha ospitato per il test della Cupra Ateca in pista, le superiori qualità di inserimento e velocità di percorrenza sono subito evidenti a favore della ST, più leggera e dotata di un baricentro inferiore; la vettura si inserisce tra le volte con gran autorevolezza e precisione, facendo subito dimenticare la presenza di una carrozzeria giardinetta. La trazione integrale – che sposta la spinta verso il retrotreno in modo progressivo, partendo inizialmente dalla motricità prevalente sulle ruote anteriori – permette inoltre di anticipare il momento in cui si può ridare gas, contribuendo al rendimento di accelerazione e all’equilibrio dell’auto. Potente e ben modulabile anche la frenata, che beneficia dei movimenti molto ridotti in rollio e beccheggio dati dall’assetto nella modalità più spinta.


Nell’abitacolo, la solidità Seat con i tocchi tipici del gusto Cupra.

L’interno accoglie con i battitacco illuminati, mentre alla finitura standard – di buona qualità – si aggiungono rivestimenti con effetto fibra di carbonio e dettagli color rame; l’insieme di carattere è quello tipico del marchio sportivo spagnolo. La postura di guida è pregevole per l’ampiezza delle regolazioni ed aggiunge il maggior contenimento dato dalle poltrone anteriori ergonomiche, mentre la strumentazione digitale viene completata dallo schermo centrale da 8” a comando tattile; presente anche la basetta di ricarica induttiva per i dispositivi compatibili. Anche dietro la libertà di movimento è di tutto rispetto, consentendo un’accoglienza di qualità all’equipaggio al completo. In coda, il vano di carico è reso più pratico dalla presenza del piano di appoggio ad altezza variabile, mentre la più che valida cubatura garantisce un volume utile tra 587 e 1470 litri. Le tinte esterne riservate alla versione Cupra R sono solo quattro, con due grigi di tonalità differenti più il bianco e il nero, mentre i cerchi in lega sono da 19”. L’allestimento è ricco e completo, tanto che le uniche due opzioni riguardano il tetto panoramico apribile e la cartografia Europa Mapcare: tutto il resto è di serie ed include, tra l’altro, la serie completa di ausili attivi alla guida, i sedili sportivi Cupra con rivestimento in Alcantara, impianto hi-fi BeatsAudio, navigazione Plus con base dati su disco rigido e connettività completa con smartphone personale.

Guarda tutte le 14 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-15 03:11:50 | 91.208.130.87