PRIME IMPRESSIONI
05.11.2018 - 06:000

Cupra Ateca, la sportiva formato famiglia

L’esordio della marca sportiva Seat con il proprio modello avviene con la Suv compatta 4x4 da 300 cv: assetto rigido regolabile per la guida dinamica, spazio e comfort per tutti i passeggeri

Con l’arrivo della Ateca prende consistenza la strategia di autonomia che Seat ha predisposto per il neonato marchio sportivo Cupra, non più semplice allestimento di punta – la denominazione deriva da Cup Racer, inneggiando all’impegno agonistico – bensì marca a sé stante: con questa versione di punta della Suv di taglia media viene aperta la strada ad una futura serie di modelli ad alte prestazioni esclusivamente Cupra, con i quali Seat intende occupare la nicchia di mercato per vetture performanti e piuttosto ricercate a metà strada tra la produzione standard e l’offerta delle Case premium.

Suv piuttosto aggressiva, questa prima Ateca firmata Cupra...
Effettivamente, i toni di finitura sono piuttosto decisi, specie nella combinazione di carrozzeria scura con cerchi e finiture rame, tinta “ufficiale” della sportività Cupra; con altre colorazioni ed i cerchi argento, tuttavia, il tutto si stempera di una sportività più moderata, seppur ben avvertibile. Rispetto alla Ateca standard, numerosi dettagli sono specifici, prima ancora della meccanica d’eccezione: il disegno dei paraurti è specifico ed include prese d’aria maggiorate nella zona frontale, le ruote sono da 19” e l’impianto frenante notevolmente maggiorato, con possibilità di adottare l’impianto potenziato Brembo in opzione. Spicca inoltre l’inedito logo tribale sulla mascherina, sorta di “doppia C” incrociata che secondo l’azienda esprime l’animo sportivo del neonato marchio. Sotto il cofano viene impiegato il 2.0 TSI turbo del Gruppo Volkswagen, qui in versione da 300 cavalli con picco di potenza costante tra 5300 e 6500 giri e coppia massima di 400 Nm con curva “piatta” tra 2000 e 5200 giri; il cambio è unicamente automatico a doppia frizione a sette rapporti, mentre la trazione è integrale 4Drive con innesto dell’asse posteriore comandato automaticamente dalla gestione elettronica dell’auto in base alle necessità.

Con queste prestazioni, la prima Cupra promette un dinamismo allettante.
È così. Le aspettative non sono deluse e sin dalla prima presa di contatto si apprezza l’inedito vestito grintoso sfoggiato da questa Ateca del tutto particolare. Le sospensioni sono dotate di ammortizzatori regolabili, ma anche nella configurazione Comfort si avverte una certa consistenza di risposta che non lascia dubbi sulla natura del mezzo; cambi di asfalto o piccole buche, in particolare, sono meno filtrati nell’abitacolo, pur senza disturbare l’equipaggio in modo eccessivo. Nella modalità più dinamica Cupra il molleggio si fa invece più rigido specie in estensione, divenendo poco confortevole al di fuori dell’asfalto levigato. In compenso, nella guida altamente dinamica, questa soluzione agevola la rapidità nei cambi di direzione con movimenti ridotti della carrozzeria, permettendo alla Suv spagnola di mostrare una bella grinta tra le curve in successione. Dove la guida precisa e piuttosto raffinata permette di sfruttare al meglio potenza e coppia; la Ateca resta sempre composta e stabile, con leggera tendenza al sottosterzo e retrotreno sempre solido nel seguire la traiettoria impostata. Buon feeling anche dallo sterzo, sensibile il giusto e piuttosto preciso, mentre la frenata potenziata Brembo – opzione costosa, 2'790 CHF su un listino fissato in 48'500 CHF – offre sempre sensazioni intense grazie a spazi di rallentamento ridotti, tanta potenza e pedale dalla corsa corta ma ben modulabile.

Con lo stesso motore della Leon Cupra, l’aggressività è assicurata…
In effetti il motore è ottimo, elastico e pronto che di più non si potrebbe nonché contraddistinto da una bella sonorità allo scarico (per una volta naturale, non ottenuta artificialmente tramite impianto stereo), dunque perfettamente in tono con la natura Suv della vettura; l’erogazione è molto lineare e redditizia, ma è vero che un po’ di grinta supplementare ai regimi elevati non dispiacerebbe per aggiungere un ulteriore pizzico di grinta. Nonostante un peso di 1735 kg, la Ateca firmata Cupra si fa comunque rispettare con piena autorità nello stesso scatto da fermo, impiegando appena 5,2 secondi nel passaggio da 0 a 100 km/h; a disposizione del conducente c’è pure la procedura di scatto programmato (launch control), efficace e divertente. Punta massima elevata: 247 km orari. Quanto al cambio, il DSG a sette marce si rivela sempre rapido e convincente, seppur con qualche ombra: i rapporti non sono gran che ravvicinati ed il passaggio III-IV, in particolare, è un po’ troppo spaziato, mentre in scalata anche in modalità Cupra resta sempre una certa pigrizia nella discesa di rapporto, che spinge il conducente a cercare la selezione manuale sequenziale. Ci sono le comode palette al volante, seppur piccole ed in plastica. Comode, invece, le modalità di marcia studiate per i fondi a bassa aderenza (Snow, Off-Road), anche se l’altezza da terra ridotta (18 cm) e le gomme ribassate sconsigliano avventure extra asfalto.

L’ambiente interno è altrettanto ispirato?
L’ambiente di bordo è quello conosciuto delle altre versioni, seppur contraddistinto da qualche dettaglio aggiuntivo tra cui la pedaliera in alluminio, il logo Cupra bene in vista sul volante ed in particolar modo i sedili anteriori sportivi con rivestimento in Alcantara, dal valido contenimento laterale e dall’imbottitura piacevolmente sostenuta. La sistemazione di guida è piuttosto ben personalizzabile, moderatamente rialzata e con volante leggermente inclinato in avanti, seppur registrabile in altezza e profondità; dietro lo spazio è di ampio respiro e consente un comfort accettabile anche ad un eventuale terzo passeggero al centro, dove il prolungamento del tunnel include due utili bocchette di aerazione. Valido il vano di carico, con cubatura variabile tra 485/1579 litri. Eccellenti poi la strumentazione interamente digitale e configurabile a piacere così come lo schermo centrale a sfioramento da 8”, completo delle funzionalità più avanzate; sono altrettanto disponibili tutti gli ausili attivi alla guida, in buona parte di serie (ACC, frenata automatica d’emergenza) ed alcuni con supplemento. La Cupra Ateca sarà disponibile in rete da metà novembre.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ateca
guida
suv
seat
asfalto
impianto
grinta
modalità
potenza
comfort
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-16 13:21:14 | 91.208.130.86