Novità
29.08.2018 - 06:000

Jaguar E-Type, con la Zero rivive il mito. Ora elettrico

Sulla scia del successo raccolto lo scorso anno dal prototipo elettrico della storica E-Type, la marca inglese ne costruirà una piccola serie dedicata agli appassionati. In consegna a partire dal 2020

La E-Type, l’auto di Diabolik, torna dunque realmente a rivivere.
È esattamente così. L’anno passato il prototipo della E-Type Zero – un affascinante studio di conversione elettrica presentato in occasione del Jaguar Land Rover Tech Fest – aveva suscitato grandissimo scalpore, al punto che Jaguar ha deciso niente meno che di realizzare la vettura attraverso la divisione Classic che si occupa delle leggende della marca. Grazie all’esperienza nel ripristino dei modelli e all’apporto tecnologico dato dall’esperienza con la SUV elettrica I-Pace, Jaguar Classic sarà in grado di offrire versioni restaurate di E-Type riconvertite per l’alimentazione elettrica. Questi progetti prenderanno vita nello stesso stabilimento Classic Works di Coventry, nel Regno Unito.

Come funzionerà la produzione? Si tratterà di auto del tutto nuove?
Non proprio, ma quasi: la base di partenza sarà comunque costituita da esemplari storici già circolanti. Ai loro proprietari, Jaguar Classic offrirà infatti il servizio di conversione per trasformare la propria vettura in EV (Electric Vehicle); inoltre, per preservarne l’autenticità, la conversione EV risulterà tecnicamente del tutto reversibile. Maggiori dettagli sulle specifiche tecniche e sui prezzi saranno disponibili più avanti; al momento Jaguar Classic sta raccogliendo manifestazioni d’interesse da parte di potenziali clienti, mentre le consegne delle prime E-Type Zero elettriche sono previste per l’estate del 2020.

Che prestazioni potrà avere la E-Type elettrica?
Jaguar Classic punta su un’autonomia di oltre 270 km, a cui contribuiscono il peso ridotto e le filanti linee aerodinamiche. La meccanica dovrebbe essere strettamente derivata da quella montata sul prototipo iniziale, con batteria da 40 kWh che può essere ricaricata in sei o sette ore, a seconda della fonte di alimentazione. Utilizzando molti componenti della I-Pace, gli ingegneri hanno sviluppato un apposito sistema di propulsione elettrica a singola velocità con riduttore; il pacco batterie agli ioni di litio ha le stesse dimensioni, lo stesso posizionamento e un peso del tutto simile a quello del motore XK sei cilindri benzina della E-type originale. Il motore elettrico si trova subito a ridosso del pacco batterie, nella medesima posizione del cambio della E-type. Un nuovo albero di trasmissione invia la potenza ad un differenziale e alla trasmissione finale.

La meccanica d’origine non viene quindi stravolta.
No. L’utilizzo di una motorizzazione elettrica con peso e dimensioni simili al motore a benzina precedente non ha comportato alcuna modifica alla struttura, alle sospensioni e ai freni della vettura, semplificando notevolmente la trasformazione e mantenendo l’esperienza di guida in linea con quella originale. La stessa distribuzione dei pesi è rimasta invariata quindi l’auto si guida, frena e si comporta come l’E-Type tradizionale. Oltre all’innovativo sistema di propulsione, fanno parte della conversione la strumentazione modificata, il cruscotto con sistema di infotainment a sfioramento (sarà optional) e i proiettori anteriori a LED .

Potrebbe interessarti anche
Tags
e-type
jaguar
classic
conversione
zero
jaguar classic
auto
prototipo
vettura
e-type zero
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-10 19:18:18 | 91.208.130.87