Auto
17.01.2018 - 06:000

Correre con una spesa minima? Con l’Opel OPC Challenge si può!

Anche nel 2018 viene riproposto l’apprezzato campionato che si svolgerà interamente in Svizzera. E chi vi partecipa ottiene persino uno sconto sull’acquisto della vettura.

Le corse automobilistiche sono tutto fuorché uno sport democratico. Per gareggiare occorre un esborso non indifferente e ovviamente dipendente dal livello della competizione e dalla tipologia di vettura, ma fortunatamente esistono anche delle alternative economiche. Uno di questi è l’Opel OPC Challenge, un campionato organizzato dalla succursale svizzera del marchio in concomitanza con gli Slalom in programma su suolo elvetico.

Come funziona?
Prima di tutto bisogna essere in possesso di una delle vetture ammesse. L’anno scorso il campionato è stato disputato con l’attuale Corsa OPC, nel 2018 si passerà invece alla Opel Adam S. L’obiettivo è infatti quello di dotare tutti i partecipanti della stessa vettura cosicché sia il pilota a fare la differenza. In tal senso si deve equipaggiare la vettura con cerchi in lega e penumatici prescritti, ovviamente acquistabili a prezzo di favore. La ventina di partecipanti si sfida quindi durante sei fine settimana in altrettanti slalom, disputando a volte due gare per fine settimana totalizzando un totale di nove gare. Chi va più veloce vince, chi totalizza più punti vince il campionato.

Quanto costa?
Prima di tutto bisogna essere in possesso dell’automobile necessaria, che nel 2018 sarà una Opel Adam S: nel caso in cui partecipaste ad almeno cinque gare otterrete uno sconto di 2'000 CHF sul prezzo d’acquisto. Essendo l’automobile completamente di serie, questo potrebbe essere un buon incentivo per acquistare la vostra prossima auto che utilizzerete poi anche nella vita di tutti i giorni, oltre che nel fine settimana per il campionato. Specificamente per la gare bisogna acquistare i cerchi in lega e gli pneumatici semi-slick prescritti, i quali vengono forniti ad un prezzo di favore attorno al migliaio di franchi. A questo bisogna aggiungere i costi d’iscrizione per gli slalom (ca. 300 CHF ad appuntamento) e i costi vivi legati alla trasferta, alla benzina utilizzata in gara, al vitto e all’alloggio. Per qualche migliaio di franchi si può insomma partecipare ad un vero campionato, misurarsi ad armi pari con altri concorrenti e ottenere un interessante sconto sull’acquisto della Opel utilizzata per il campionato.

Chi vi ha già partecipato cosa dice?
Il sottoscritto ha avuto la possibilità di partecipare all’ultimo appuntamento dello scorso anno, in scena ad Ambrì. La vettura impiegata è stata una in quel caso l’attuale Corsa OPC, e l’aspetto interessante è proprio che ti rechi sul campo da gara con l’auto che usi tutti i giorni, alzi la vettura con il cric, sostituisci cerchi e pneumatici originali con gli altri 4 stivati nel baule e parti senza troppe complicazioni. I percorsi dello Salom sono ovviamente insidiosi e abbastanza tecnici, richiedendo grande precisione e alternando – nel caso di Ambrì – sezioni molto tortuose ad altre molto veloci. Nonostante il baricentro alto la Corsa OPC è piaciuta per l’efficacia del differenziale autobloccante e per il grip aggiuntivo garantito dai semi-slick firmati Yokohama. Oltre ad essere ben frequentato (25 partecipanti nel nostro caso), durante le gare si instaura inoltre una sana e amichevole competizione tra i concorrenti, poi tutti riuniti a pranzo allo stesso tavolo sotto la tendina e l’infrastruttura organizzata da Opel.

Voglio ottenere maggiori informazioni.
In tal caso vi consigliamo di visitare il sito web dal campionato, nel quale troverete i necessari contatti per la richiesta di eventuali informazioni. https://www.opc-challenge.ch/

Potrebbe interessarti anche
Tags
campionato
vettura
opc
opel
gare
prezzo
fine settimana
opc challenge
acquisto
sconto
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-06-22 11:01:01 | 91.208.130.86