ESCLUSIVA
11.10.2015 - 02:250

Skoda: in arrivo 4 nuovi SUV

Li abbiamo visti di persona, in esclusiva. Uno sguardo nella futura produzione da qui al 2020.

A volte dobbiamo mantenere anche noi dei segreti. In questo caso non possiamo dirvi né dove né quando, ma possiamo dirvi il chi e il cosa. Di recente abbiamo infatti incontrato l’alta dirigenza di Skoda, la quale ci ha mostrato alcuni modelli che prevede di introdurre sul mercato da qui alla fine del prossimo decennio. Una bella occhiata al futuro composto fondamentalmente da tanti, tanti SUV. La sostanza resta sempre molto Skoda, la condivisione di tecnica e componenti procede come di consueto all’interno del gruppo Volkswagen mentre lo stile ecco, quello in taluni casi subisce un deciso cambiamento di rotta. Alcuni di questi modelli li abbiamo visti in scala 1:1 alcuni sotto forma di bozza. È ovviamente difficile descriverli ma per semplificare il tutto possiamo dire che tutti i SUV partiranno sempre dal linguaggio stilistico dell’ultima (e bellissima) Superb, con variazioni sul tema in particolare nella fanaleria anteriore che si “sdoppierà” verso il basso. A farla da padrona vi sarà una calandra piuttosto “importante” a sottolineare la loro presenza. Ma andiamo in ordine cronologico:

UN (GRANDE) SUV A 7 POSTI - Si parte con un modello inedito, dalle dimensioni importanti e con la possibilità di avere una terza fila di sedili e quindi un totale di sette posti a sedere, basato sulla nuova Tiguan vista allo scorso salone di Francoforte. È lungo all’incirca 4,7 metri e la sua imponenza ricorda a tratti la Jeep Cherokee e a tratti la BMW X5. Peccato solo che lo stile un po’ poco personale (ma non ancora definitivo) rappresenti un insieme tra più automobili del gruppo Volkswagen. Avrà ovviamente parecchie soluzioni “Simply Clever” e sarà presentata tra un anno circa.

UN SUV-COUPÈ - Partendo dal modello sopra descritto si sta valutando se non produrre pure un derivato, ovvero un SUV-Coupé, più o meno delle dimensioni di una X4. Bisogna dire che al dal vivo la resa stilistica è buona e che nella sua creazione si è ovviamente badato a non sacrificare l’abitabilità - a differenza di quanto avviene di solito con questi modelli di nicchia. Tuttavia resta una domanda fondamentale a cui rispondere: nonostante tutta la praticità garantita, la clientela Skoda vorrà davvero un’automobile così modialola e anticonvenzionale? Noi la vedremmo anche positivamente: renderebbe l’immagine di Skoda decisamente più “sexy” e modaiola. La dirigenza risponde concretamente: “Dipende tantissimo da come risponderà il mercato asiatico, per il quale è stato prevalentemente pensato. Tuttavia ovviamente non ne escluderemmo la commercializzazione in Europa, sempre che la risposta sia positiva. Lo vedremo ai prossimi salone dell’automobile, su strada (forse) non prima del 2018.”

LA NUOVA YETI - Con quelle sue forme originali e fuori dagli schemi o la ami o la odi. E globalmente gli apprezzamenti non sembrano essere così elevati: nel mondo se ne vendono appena 8’000 al mese. Troppo pochi per proseguire con l’attuale impostazione. Perciò la nuova Yeti sarà molto più conformista. Segnerà in un certo senso anche un ritorno alle origini, essendo l’altezza totale decisamente più ridotta rispetto agli altri SUV riproponendo quindi dimensioni e proporzioni come quelle che la Subaru Forester aveva a metà degli anni ’90. La scopriremo nel 2018.

UNA CONCORRENTE PER LA JUKE - L’ultima proposta era in un certo senso la più prevedibile, sebbene per ora sia ancora allo stato embrionale. L’idea è quella di proporre un SUV di piccole dimensioni, colorato e personalizzabile proprio come la Fabia. In questo caso si parla addirittura del 2019.

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 00:24:10 | 91.208.130.85