ULTIME NOTIZIE Mobilità
SANT’AGATA BOLOGNESE
8 ore
Siàn Roadster, il “lampo” ibrido di Lamborghini
Svelata la nuova creatura della casa italiana, un “mostro” da 819 Cv 
SALAR DE UYINI
1 gior
Voxan Wattman, la supermoto da record di Max Biaggi
L’ex campione MotoGp proverà a infrangere il primato dei 330 km/h 
GERLINGEN
2 gior
Design Vision, concentrato hi-tech targato Bosch
La casa tedesca lancia una e-bike con telaio in carbonio e sistema ABS 
INGOLSTADT
3 gior
La Q4 E-tron ora è anche sportiva
Audi lancia la Sportback, versione con un carattere coupé del suo suv elettrico 
SINGAPORE
4 gior
Airfish 8: il “traghetto volante”
Il mezzo plana sull’acqua e raggiunge i 200 km/h: potrebbe essere usato in Puglia
SPIRIT LAKE
6 gior
La sella climatizzata di Indian Motorcycle
La Clima Command Classic Seat si raffredda da sola aumentando il comfort 
TOLOSA
1 sett
AMB 001, l’Aston Martin con due ruote
Una moto-gioiello da 180 Cv realizzata con lo storico marchio Brough Superior
MONACO DI BAVIERA
1 sett
Lilium Jet, l’aero-taxi che decolla come un elicottero
Il modello dell’azienda tedesca continua a superare test di volo
TOKYO
1 sett
Il mezzo di trasporto che si può portare in borsa
Una tavoletta di 33 cm con motore e ruote da guidare come un overboard
SAN CARLOS
1 sett
Tesla, record di autonomia per la nuova Model S
La Long Range 2020 è la prima elettrica a coprire fino a 650 km
DURHAM
1 sett
Un monoruota da 112 km/h
Realizzato dalla Duke University punta a entrare nel Guinness dei Primati
MALIBU
1 sett
Rockstar, la super e-bike di Sondors
Una bici elettrica capace di esprimere 1.500 W di potenza
SAN CARLOS
2 sett
Roadster, il grande sogno di Elon Musk 
Tesla lavora all’auto elettrica capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 1,1 secondi
MONACO DI BAVIERA
2 sett
BMW, la serie 8 ora ha anche il Golden Thunder
Nuovo look per la linea sportiva della casa tedesca
AIDOVSCINA
2 sett
Velis Electro, il primo aereo elettrico a volare in Europa
Il primato va all’azienda slovena Pipistrel: pronti i primi 31 esemplari
WOLFSBURG
2 sett
Volkswagen rifà il look alla Arteon
Berlina o Shooting Brake, ora è anche in versione ibrida Plug-In
WINTERTHUR
2 sett
Logistics 18E, il super camion che non inquina
La svizzera Futuricum lancia un modello elettrico capace di viaggiare per 760 km
STOCCARDA
2 sett
Auto volante: Porsche e Boeing al lavoro
I due colossi collaborano a un prototipo di aeromobile a decollo verticale
KIEV
3 sett
Uno "scooter" elettrico? No è una e-bike sorprendente
Dalla casa ucraina una bici elettrica con prestazioni superlative
VARSAVIA
3 sett
Leia Gabriel, la mini-car di lusso
Il concept della Minebest è un LUV, Luxury Urban Vehicle  
LELYSTAD
3 sett
D8, da Dunkervoort l’auto che parte come un razzo
In Olanda hanno prodotto una hypercar che produce un’accelerazione pari a 2g  
MARTORELL
3 sett
Due ruote elettriche, ora c’è anche Seat
La casa spagnola lancia uno scooter e un monopattino per il traffico cittadino
CONFRONTO
29.09.2011 - 10:110
Aggiornamento : 24.11.2014 - 23:56

Opel Insignia o Ford Mondeo?

Due familiari molto simili per prezzo e caratteristiche sono state messe a confronto per capire quale è la migliore. O semplicemente, quale è più adatta a voi.

Rappresentanti di commercio e padri o madri di famiglia sono soltanto alcuni dei potenziali acquirenti di una famigliare, i quali per non rinunciare ad una buona qualità costruttiva e affidarsi a marchi dalla radicata esperienza nel settore decidono di affidarsi ad un costruttore tedesco. Ma quando si parla di vetture tedesche, oltre alla classica e quasi scontata Volkswagen, si pensa subito ai tre marchi premium per eccellenza: BMW, Audi e Mercedes. Raramente però ci si ricorda che nelle terre teutoniche hanno sede altri due produttori di grande importanza, ovvero Opel e Ford, che in questo caso offrono rispettivamente la Insignia e la Mondeo. Hanno motori Diesel del tutto simili, cambi automatici, tanto spazio e prezzi praticamente identici. Il problema, pregiudizi e questioni soggettive a parte, è quale tra le due scegliere. Cerchiamo di darvi una mano.

PREMESSA: PREZZO E ALLESTIMENTI – I modelli qui presentati hanno entrambi un motore Diesel da 2 litri di simile potenza e cambio automatico. Tuttavia la Opel della prova ci è stata fornita nella nuova variante a quattro ruote motrici, il cui costo di partenza aumenta di 2'200 franchi rispetto a quella con due sole ruote motrici come la Mondeo. Quest’ultima l’abbiamo invece provata nell’allestimento Titanium anziché Titanium S, il che la rende un pochino meno accattivante dal punto di vista estetico e leggermente più “povera” d’allestimento rispetto all’allestimento “Sport” della Insignia. Vi diciamo questo per precisare che, se la Mondeo “Titanium S” avesse la stessa dotazione di una Opel Insignia “Sport” a trazione anteriore, la differenza di prezzo ammonterebbe a poco più di 1'000 franchi a favore della Opel. Nella sostanza, tuttavia, queste due vetture sono pressoché identiche, il che ci ha permesso di effettuare questo confronto con la
massima oggettività.

LA LINEA – Iniziamo dalla Ford, che ha un design semplice ed efficace, evoluzione del “Kinetic Design” che la rende coerente con gli altri modelli del marchio. Rinfrescata da un recente restyling, anche la Mondeo ha ora delle luci diurne a LED mentre la linea è cambiata poco, rimanendo dinamica ed equilibrata, sicuramente più semplice ed immediata della Insignia. La concorrente di casa Opel a suo tempo ha gettato la base stilistica per tutti i modelli del marchio che sono venuti dopo di lei, il che la rende sicuramente interessante e più ricercata rispetto alla Mondeo, ma bisogna tuttavia considerare che se il frontale piace un po’ a tutti, il posteriore mette d’accordo davvero pochi.

GLI INTERNI – Anche dopo un’attenta analisi della Insignia, il verdetto è uno solo, ovvero che non ha nulla da invidiare ad un’Audi tanta è la cura dedicata a materiali ed assemblaggio. La plancia si caratterizza per l’affollamento di tasti che la fa quasi sembrare un aeroplano ma ben organizzato, come si capirà dopo averla usata per un po’. La Mondeo in questo senso è molto più semplice: tutti i comandi principali sono attorno allo schermo del navigatore e sicuramente più immediati della concorrente; simile invece il posizionamento del controllo dell’aerazione. Semplice ma con dignità, come testimoniano le plastiche soft-touch e alcuni dettagli curati. Parlando di praticità invece, spazio per testa e gambe dei passeggeri posteriori sono sensibilmente maggiori sulla Mondeo, che guadagna qualche punto anche nel bagagliaio, che pur non essendo perfetto è molto ampio e sicuramente più accessibile rispetto a quello della Insignia, ostacolata dal massiccio paraurti posteriore. Anche la visibilità rimane piuttosto sacrificata sulla Opel a causa del particolare taglio della finestratura.

LA GUIDABILTIÀ – La Mondeo è concepita principalmente per uno scopo: viaggiare comodi e in tranquillità. Il propulsore, un 2 litri Diesel da 163 cavalli, è molto pacioso e un po’ fiacco nell’erogare la potenza; anche il cambio a doppia frizione mostra una certa pigrizia privilegiando la guida rilassata. Stessa cosa si può dire per sterzo e assetto, ai quali non piace andare forte. Anche il motore della Insignia con i suoi 160 cavalli non promette nulla di spettacolare (anche qui il cambio automatico è un po’ lentino) e si presenta abbastanza rumoroso, tuttavia alla guida si mostra di tutt’altra pasta: risponde bene ai movimenti di sterzo e l’assetto appaga anche nella guida veloce, mostrando un’elevata tenuta laterale e un comportamento sempre sicuro. Il suo punto di forza è sicuramente l’assetto regolabile “Flexride” che passando da “Sport” a “Tour” diventa pure comoda nei lunghi viaggi autostradali. Quanto a consumi, durante la prova entrambi i modelli hanno registrato delle medie attorno ai 7,5 litri ogni 100 km percorsi. Un bon valore.

CONCLUSIONI – Pur avendo caratteristiche molto simili, almeno sulla carta, all’atto pratico le due vetture si differenziano in maniera abbastanza evidente. La Insignia è indubbiamente l’auto che viene scelta dagli amanti della guida e generalmente viene identificata come la più attraente e quindi la più desiderabile. Tuttavia è anche la più moderna nonché la più “difficile”, nel senso che gli estimatori della semplicità e dei prodotti equilibrati, oltre che della guida particolarmente rilassata, molto probabilmente si dirigeranno verso la Mondeo. La scelta finale, dipende unicamente da quale tipo di guidatore siete.

 

Modello Opel Insignia Ford Mondeo
Versione 2.0 CDTI 4X4 Sport 2.0 TDCi Powershift Titanium
Motore 4 cilindri in linea, Diesel, turbo 4 cilindri in linea, Diesel, turbo
Cilindrata 1'956 cc 1'997 cc
Potenza 160 cv @ 4'000 giri/min. 163 cv @ 3'750 giri/min.
Coppia 350 Nm @ 1'750-2'500 giri/min. 340 Nm @ 2'000-3'250 giri/min.
Potenza specifica 82 cv/litro 82 cv/litro
Trasmissione Cambio automatico a 6 rapporti, trazione integrale tipo Haldex Cambio doppia frizione a 6 rapporti, trazione anteriore
Ruote 245/4 R19 215/55 R16
Dimensioni (lungh./largh./alt.) 4,91 / 1,86 / 1,52 4,84 / 1,87 / 1,55
Massa a vuoto 1'758 kg 1'592 kg
Rapporto peso/potenza 11 kg/cv 9,8 kg/cv
Accelerazione 0-100 km/h 10,8 s (dichiarato) 9,8 s (dichiarato)
Velocità massima 208 km/h (dichiarato) 210 km/h (dichiarato)
Consumo misto 6,8 litri/100 km (dichiarato) 5,6 litri/100 km (dichiarato)
Prezzo base 55'600 CHF 49'550 CHF
Prezzo vettura provata 62'500 CHF 56'970 CHF
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-16 15:38:13 | 91.208.130.89