+22
ULTIME NOTIZIE Mobilità
LONDRA
12 ore
Il display touch in auto? Peggio di alcool e cannabis
Per una (discussa) ricerca usare i sistemi multimediali è più pericoloso che guidare in stato di ebbrezza
PROVO
1 gior
Venice GT, tre ruote e un’anima vintage
La nuova Vanderhall è una roadster dalla riconoscibile estetica retrò 
INGOLSTADT
2 gior
Nathalie, la supercar elettrica che si carica in 3 minuti
L’originale soluzione della nuova Gumpert, dotata di 544 Cv e 820 km di autonomia
GAYDON
4 gior
Aston Martin V12 Speedster, velocità da vivere senza filtri
Una supercar senza parabrezza, dotata di un sistema aerodinamico unico
FUCHU
5 gior
GFG Style, sulla Bandini Dora i sedili che anticipano il colpo di sonno
Realizzati dalla giapponese Delta Kyogo, monitorano lo stato psico-fisico del guidatore
STOCCARDA
6 gior
Porsche personalizza i sedili con la stampa 3D
Chi acquista una sportiva della casa tedesca potrà scegliere tra tre livelli di rigidità 
YVERDON LES BAINS
1 sett
SolarStratos, l’aereo solare che sogna lo spazio
Il progetto svizzero che punta a volare fino ai confini della stratosfera 
INGOLSTADT
1 sett
Nuova A3, più sportiva e tecnologica
Audi rinnova estetica e supporto hi-tech al pilota
ANGELHOLM
1 sett
Gemera, l’hypercar da godere con gli amici
Koenigsegg ha realizzato un “mostro” da 400 km/h con 4 posti
TORINO
1 sett
Vision 2030 Desert Ride, una sportiva “da sabbia”
Una potentissima elettrica per l'offroad firmata dal gruppo Giugiaro 
DETROIT
1 sett
La nuova Camaro: più leggera, più potente
Chevrolet lancia in Europa la versione 2020 di un suo grande classico
SEOUL
1 sett
Prophecy, quando la sostenibilità è sensuale
Linee curve e grande fascino per il concept elettrico Hyundai
HELSINKI
2 sett
Revonte One, la bici col cambio automatico
La eBike finlandese sceglie da sola la marcia giusta ed ha mappature personalizzabili 
PARIGI
2 sett
EyeRide HUD: come rendere hi-tech il tuo casco
Il device permette di visualizzare informazioni senza staccare gli occhi dalla strada
TOKYO
2 sett
Space Star, tutte le novità della piccola Mitsubishi
La urban car giapponese è disponibile per un giro di prova nei concessionari 
BOULOGNE-BILLANCOURT
2 sett
Morphoz, l’elettrica che cambia misura
Il concept Renault varia la lunghezza per inserire una seconda batteria
SPRINGFIELD
2 sett
Appaloosa v2.0, un mostro dei ghiacci
Indian e Workhorse Speedshop hanno firmato una dragster fatta per correre in Siberia
AKRON
2 sett
Goodyear, arriva il pneumatico “ricaricabile”
Il concept ha una mescola biodegradabile che viene caricata su un telaio
TEST DRIVE
19.08.2019 - 06:000

Per la X2 M35i, il quattro cilindri BMW più potente di sempre

La top di gamma X2 sfoggia l'ultima fatica di BMW M GmbH: un quattro cilindri di 2 litri molto aggressivo, che richiede un telaio altrettanto aggressivo.

Il cuore della BMW X2 M35i, top di gamma X2, è un nuovissimo quattro cilindri TwinPower Turbo, collocato in posizione trasversale, capace di 306 Cv e 450 Nm di coppia. Non è facile rinunciare al sei cilindri, ma questo è il più potente quattro cilindri della casa di Monaco di Baviera, un 2 litri che eroga la sua potenza massima fra i 5000 e i 6250 giri/min e offre il grosso della coppia già da 1750 giri/min, garantendo uno scatto inferiore a 5” nello 0-100 km/h. A fianco del nuovo motore, il cambio automatico Steptronic a otto rapporti (unica opzione), un convertitore di coppia collaudato, affidabile e anche molto veloce.

Qual è il carattere della M35i?

La M35i è una X2 con pochi compromessi: telaio irrigidito, sospensioni ribassate, un retrotreno rivisto e freni maggiorati; le sospensioni adattive e lo sterzo ricalibrato offrono inoltre un'esperienza di guida decisamente più dinamica e le donano un carattere ben diverso rispetto alla X2 standard. Tuttavia, le differenze a livello estetico sono minime – dettagli come la finitura delle calotte degli specchietti retrovisori, della calandra, il doppio scarico e il design dei cerchi in lega da 19” (20” optional).

I consueti sportivi interni BMW sono impreziositi da meravigliosi sedili avvolgenti in Alcantara con poggiatesta integrato, la ciliegina sulla torta della perfetta posizione di guida BMW, che richiede unicamente l'aggiustamento della distanza e dell'altezza del volante rispetto al busto. Il quattro cilindri dichiara le sue bellicose intenzioni già all'avviamento, con voce rauca e baritonale: ha un che di vecchia scuola e talvolta è addirittura vagamente reminiscente dei “parenti” a sei cilindri, ma in questo caso potrebbe essere un “trucchetto” dovuto all'intervento dell'ASD (Active Sound Design), che amplifica e modula la sonorità reale del motore, rendendola più accattivante ed aggressiva in abitacolo; in altre parole, suono artificiale.

A motore aggressivo corrisponde una dinamica aggressiva?

Al volante, la BMW X2 M35i si rivela giovane e versatile come tutte le sue sorelle meno aggressive, ma è evidente una minore propensione al viaggio, a meno che la vostra schiena non sia sufficientemente allenata: quei bellissimi sedili non sono infatti fra i più comodi che abbiamo provato, ma sono soprattutto la taratura molto rigida degli ammortizzatori e le modifiche al telaio a dimostrare che questa è una X2 molto diversa – vedi, ad esempio, la barra di torsione aggiuntiva, la barra di rinforzo per il tunnel centrale e le antirollio con valori più elevati di precarico.

Interventi che infatti fanno la differenza nell'ingresso in curva, con la M35i che si butta senza timore e senza rollio (ma con un po' troppo sottosterzo), comunicando bene le informazioni provenienti dall'asfalto al bello sterzo e al volante delle dimensioni corrette; in uscita, la trazione integrale xDrive mostra come di consueto una grande abilità nel giudicare dove la coppia disponibile sia più necessaria e, quando si guida liberi dalla protezione dell'elettronica, quella lieve perdita di grip dei relativamente stretti pneumatici da 225 che cedono alle “pressioni” del potente quattro cilindri sovralimentato risulta paradossalmente più gratificante, perché la guida si fa più divertente. Rovina la festa giusto il peso a nostro avviso un po' eccessivo - 1685 kg in ordine di marcia: si fa sentire in particolare nei cambi di direzione, ma anche in accelerazione, dove l'evidente grinta del nuovo e potente quattro cilindri sovralimentato non sembra tradursi completamente nella spinta generosa che ci si aspetterebbe.

L'importante rigidità delle sospensioni è certamente in grado di enfatizzare l'esperienza di guida dinamica e sportiva degna del modello di punta della gamma X2 preparata da M Performance; tuttavia, a meno che l'asfalto non sia perfettamente livellato, spesso la modalità di guida Sport risulta controproducente e stancante e, in definitiva, meno efficace della più “timida” modalità Comfort, che offre una risposta più “ragionata” di sospensioni e sterzo, senza rinunciare ad un cambio comunque velocissimo. Ottima la frenata, dal grande mordente e dalla buona resistenza alla fatica nonostante la massa in gioco.

Oltre ad una colonna sonora molto intrigante, il nuovo quattro cilindri non rinuncia mai ad esprimere il suo carattere bellicoso, ma questo ha dei pro e dei contro: se da un lato se ne apprezza la cattiveria e la generosità, dall'altro risulta talvolta troppo nervoso, forse perché non perfettamente a suo agio con la tipologia di veicolo o, forse, semplicemente perché il drive-by-wire potrebbe fare meglio. In altre parole, a dispetto della sua natura di crossover, la X2 M35i ha grandi potenzialità dinamiche; tuttavia, trovare il ritmo con lei non è semplicissimo: si lascia condurre docilmente abbracciando ogni genere di guida, da quella "pulita" a quella "sporca", ma richiede di modificare spesso la modalità di guida più corretta per dare il meglio di sé e il suo motore pare talvolta ribellarsi ad un ambiente che potrebbe non essere del tutto adeguato al suo temperamento.

Qualche perplessità compare, ad esempio, al momento di cambiare rapporto durante la guida molto dinamica: il setting del cambio automatico è davvero molto aggressivo e le cambiate sono a dir poco veloci per un convertitore di coppia, ma il motore sembra non rispondere con la stessa solerzia, salendo di giri più pigramente di quanto ci si aspetterebbe. Un "fiato corto" del tutto inaspettato, che potrebbe essere dovuto alla importante massa in gioco. Critiche, queste, che probabilmente derivano dal setting volutamente "facile" che gli ingegneri hanno scelto per questa vettura, che, come ogni automobile moderna di larga diffusione, deve poter esprimere grandi prestazioni con il minimo rischio, pur sacrificando un po' di comunicatività ed emozioni. In ogni caso, se quel che cercate dalla M35i è una top di gamma capace di spremere dalla X2 tutto il suo potenziale, di certo non rimarrete delusi.

Trovi la BMW X2 M35i da...

Garage Torretta SA

 

via S.Gottardo, 109

 

6500 Bellinzona

 

 

+41 91 829 35 49

 

https://dealer.bmw.ch/torretta/it

Guarda tutte le 26 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:46:09 | 91.208.130.89