+21
ULTIME NOTIZIE Mobilità
TOKYO
22 ore
Il mezzo di trasporto che si può portare in borsa
Una tavoletta di 33 cm con motore e ruote da guidare come un overboard
SAN CARLOS
1 gior
Tesla, record di autonomia per la nuova Model S
La Long Range 2020 è la prima elettrica a coprire fino a 650 km
DURHAM
3 gior
Un monoruota da 112 km/h
Realizzato dalla Duke University punta a entrare nel Guinness dei Primati
MALIBU
4 gior
Rockstar, la super e-bike di Sondors
Una bici elettrica capace di esprimere 1.500 W di potenza
SAN CARLOS
5 gior
Roadster, il grande sogno di Elon Musk 
Tesla lavora all’auto elettrica capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 1,1 secondi
MONACO DI BAVIERA
6 gior
BMW, la serie 8 ora ha anche il Golden Thunder
Nuovo look per la linea sportiva della casa tedesca
AIDOVSCINA
1 sett
Velis Electro, il primo aereo elettrico a volare in Europa
Il primato va all’azienda slovena Pipistrel: pronti i primi 31 esemplari
WOLFSBURG
1 sett
Volkswagen rifà il look alla Arteon
Berlina o Shooting Brake, ora è anche in versione ibrida Plug-In
WINTERTHUR
1 sett
Logistics 18E, il super camion che non inquina
La svizzera Futuricum lancia un modello elettrico capace di viaggiare per 760 km
STOCCARDA
1 sett
Auto volante: Porsche e Boeing al lavoro
I due colossi collaborano a un prototipo di aeromobile a decollo verticale
KIEV
1 sett
Uno "scooter" elettrico? No è una e-bike sorprendente
Dalla casa ucraina una bici elettrica con prestazioni superlative
VARSAVIA
1 sett
Leia Gabriel, la mini-car di lusso
Il concept della Minebest è un LUV, Luxury Urban Vehicle  
LELYSTAD
2 sett
D8, da Dunkervoort l’auto che parte come un razzo
In Olanda hanno prodotto una hypercar che produce un’accelerazione pari a 2g  
MARTORELL
2 sett
Due ruote elettriche, ora c’è anche Seat
La casa spagnola lancia uno scooter e un monopattino per il traffico cittadino
SHENZHEN
2 sett
Mavic Air 2, novità targata DJI
L’azienda cinese lancia un nuovo drone dall’interessante rapporto qualità/prezzo
EMIRATI ARABI
2 sett
Dubai, la moto-drone si schianta al suolo
Test fallito per l’Hoversurf Scorpion sperimentato dalla polizia dell’Emirato 
SAN FRANCISCO
2 sett
21C, un “mostro” da 1.250 cavalli
La nuova Czinger integra il motore termico con 2 propulsori elettrici: costa 1,7 milioni di dollari 
SEOUL
2 sett
Hyundai 45: motore posteriore e più spazio all'interno
Alcune indiscrezioni sulla nuova elettrica della casa sudcoreana
TEST DRIVE
08.05.2019 - 09:000

320d xDrive, la magia si ripete in casa BMW

La Serie 3 ultima generazione si fa notare per la maturità di design e convince per equilibrio e progressione del suo notevole dinamismo: dal comfort allo sport in raffinata progressione.

Sette generazioni sono tante e contribuiscono a fare della Serie 3 uno dei modelli centrali della marca bavarese, con oltre 15 milioni di unità vendute in tutto il mondo sin dalla sua nascita nel 1975. L’attuale serie, integralmente nuova, inizia dunque la commercializzazione, forte di una lunga tradizione con aspettative di pari misura: la 320d xDrive protagonista del test – in listino a partire da 56'250 CHF – pare anticipare proprio una… “buona stella”.

Progresso di sostanza: la Serie 3 incanta per il livello di equilibrio.
Cosa cercare in un’evoluzione? Se l’innovazione è piuttosto difficile, è pur vero che possono essere numerose le voci in grado di apportare quel “plus” di crescita tangibile che, messe insieme, riescono a conferire quell’impressione di salto di qualità che in effetti distingue la nuova “3”: sempre se stessa ma migliore in tutto. Partendo dal design, in ogni caso un valore molto personale, che in questo caso va segnalato non tanto per l’effetto finale – si nota subito che è una BMW ed una Serie 3, dunque missione compiuta – ma per il lavoro certosino sui dettagli per restituire a questa berlina compatta un’immagine al tempo stesso personale, armonica e con proporzioni degne di dimensioni più ariose. Un po’ come abbiamo visto a proposito dell’altrettanto nuova Mercedes CLA Coupé. Anche in casa BMW crescono gli ingombri: con 70 mm guadagnati in lunghezza arriva a ben 4,71 metri (senza contare passo, larghezza e carreggiate, tutti maggiorati), con le consuete proporzioni care alla sportività della marca di Monaco - cofano lungo, sbalzi ridotti, abitacolo arretrato e coda compatta. Sul piano tecnico, il nuovo telaio comporta una riduzione di peso - circa 55 kg in meno - con baricentro più basso, maggior rigidità, distribuzione dei pesi ottimale al 50:50 tra i due assali ed aerodinamica più efficiente, con Cx di 0,23. Al debutto, infine, gli ammortizzatori con tecnologia “lift-related” con differenti valori di smorzamento in base al movimento della ruota, che contribuiscono all’eccellente versatilità tra capacità di assorbimento ed esigenza di sportività.

Molto confortevole e sportiva allo stesso tempo: la Serie 3 ci riesce.
Tutto questo, al volante, offre una percezione diretta: la Serie 3, anche da guidare, è un reale passo avanti. Spicca l’estrema armonia di comportamento, passando dalla guida dolce e docile a quella più sportiva e dinamica, che è la “firma” del modello; un equilibrio che accoglie e poi accompagna la marcia sino ai limiti stessi di aderenza, dove, ad esempio, si può sfruttare il controllo di stabilità in modalità sportiva per ottenere una gustosa tendenza al sovrasterzo di potenza, in uscita dalle curve più strette, conservando la stessa, rotonda progressione. Con un controllo intuitivo, semplice e incisivo – la stessa sterzata è piuttosto diretta e sensibile – mette in mostra le grandi doti di telaio. Il rollio, dal posto di guida, appare infatti pressoché nullo, assecondando inserimenti in curva particolarmente rapidi, l’appoggio diretto sulle ruote esterne e la sensazione di notevole aderenza, in ogni frangente. Aiutano l’assetto regolabile – ma l’auto è notevolmente dinamica anche in Comfort, pur offrendo un assorbimento di pregio – così come la trazione integrale, resa ulteriormente rapida ed efficace nel distribuire la spinta su ciascuna ruota. Eccelle anche il “solito” cambio automatico a otto rapporti, capace di una modalità sportiva mordente per rapidità e secchezza nei passaggi marcia, mentre il 2 litri turbodiesel da 190 cv e 400 Nm (da 1750 giri) sfrutta la doppia turbina per offrire una risposta sempre “elettrica” per prontezza e reattività. Vantando inoltre una sonorità rotonda e molto piacevole insieme ad un notevole allungo ai regimi più elevati. Il telaio della Serie 3 è tuttavia concepito per ben altre potenze, lasciando così desiderare un’ulteriore iniezione di potenza che la vettura pare chiedere con decisione. La rapidità in accelerazione è in ogni caso notevole, 6,8 secondi da 0 a 100 km/h, mentre i consumi sono notevolmente bassi: nel nostro test su percorso misto, la media è sempre stata al di sotto dei 6 litri/100 km.

Come cambia l’accoglienza interna sulla nuova “media” BMW?
Gli ausili attivi alla guida di ultima generazione completano al meglio il quadro di questa nuova Serie 3, estendendo l’attenzione del conducente alle varie situazioni di traffico attraverso un funzionamento dei vari sistemi decisamente avanzato, preciso ed affidabile. Chi desidera vedere davvero lontano anche di notte troverà utili gli esclusivi abbaglianti laser con portata di oltre 500 metri, mentre gli indecisi in manovra potrebbero beneficiare della funzione di ripetizione automatica degli ultimi 50 metri percorsi, questa volta in retromarcia, per non dover fare inversione nei tratti più angusti erroneamente già percorsi. A bordo, lo spazio in più (specie nell'area posteriore) si traduce in un’abitabilità apprezzabile e ben bilanciata tra le due file di sedili, mentre la postura di guida sportiva, tendenzialmente bassa ed allungata, contribuisce alla sensazione di sportività. Il cruscotto è digitale, seppur non configurabile a piacimento come sulle vetture di altri marchi, mentre lo schermo centrale da 10,25” accetta i comandi sia al tatto – pratico per operazioni “volanti” – sia tramite la grande rotella sulla consolle centrale con superficie tattile per inserire più agevolmente le lettere; potenziato il linguaggio vocale, mentre continua a mancare il protocollo di interfaccia Android, per scelta della Casa. Adeguata alla “missione” anche la cubatura del vano di carico, 480 litri ampliabili abbattendo il divano posteriore, di suo frazionato in tre parti (40/20/40) includendo dunque anche il passaggio centrale per oggetti lunghi; manca però lo stesso kit di scorta sulle versioni con pneumatici runflat, mentre con il ruotino di scorta la capienza effettiva scende a 365 litri.

Trovi la nuova BMW Serie 3 da...

Garage Rivapiana SA

 

via Rinaldo Simen, 56

 

6648 Minusio

 

 

+41 91 735 89 31

 

https://dealer.bmw.ch/rivapiana/it

 

Guarda tutte le 25 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 06:44:33 | 91.208.130.85