+11
ULTIME NOTIZIE Mobilità
STOCCOLMA
17 ore
Podride: più di una bici, meno di un’auto
Il mezzo elettrico progettato da un ingegnere svedese per muoversi anche sotto la pioggia
ATENE
1 gior
Spin Cycle, la super e-bike col motore di una lavatrice
L’ha inventata un utente greco di Reddit: può raggiungere i 150 km/h
Schiranna
2 gior
MV Agusta Brutale 1000 RR: un missile a due ruote
La casa della Schiranna ha creato una hyper naked con 208cv che raggiunge i 300 km/h.
BIRMINGHAM (USA)
4 gior
Confederate Motorcycles: tre moto per pochi
La casa dell’Alabama sta per lanciare nuovi modelli per veri appassionati
VARESE
5 gior
Sem, tre nuove e-bike estreme
La casa italiana lancia tre modelli destinate a gare e divertimento
SAN CARLOS
6 gior
Tesla, un’innovazione per abbattere i costi del Model Y
Una nuova tecnica di costruzione del telaio potrebbe aiutare a ridurre il prezzo
THIRSK
1 sett
Il kit per rendere elettrico il Defender
Dalla Twisted Automotive un sistema che “trasforma” il classico Land Rover
SHENZHEN
1 sett
Da Ninebot il go-kart elettrico da corsa
L’azienda cinese lancia N°9 Kart Pro: 2.400 W di potenza e 4 modalità di guida
AFFALTERBACH
1 sett
GT Black Series: una Mercedes-AMG da urlo
Un nuovo motore per la Gran Turismo più potente mai progettata ad Affalterbach  
BERLINO
1 sett
Tesla, Musk mostra una foto della Giga Berlin
Pubblicata su Twitter l’immagine 3D della megafabbrica che aprirà in Germania nel 2021
SEOUL
1 sett
XCient Fuel Cell, il camion a idrogeno di Hyundai
Il mezzo può percorrere 400 km con un rifornimento che dura massimo 20 minuti
MONACO DI BAVIERA
1 sett
Le Mansory: la Ford GT diventa un fulmine blu
L’americana vincitrice a Le Mans 2016 rivista dal brand specializzata in elaborazioni
TOKYO
2 sett
Outlander PHEV, ora c’è anche l’Activity Package 
Sull’elettrica giapponese gancio da traino e portabiciclette per 2 bici 
COBLENZA
2 sett
Da Canyon un’e-bike ultraleggera
Appena 15 kg di peso per la Roadlite:ON 
SANT’AGATA BOLOGNESE
2 sett
C’è una Lamborghini che vola anche sull’acqua
Uno scafo di lusso realizzato in collaborazione con The Italian Sea Group  
TORINO
2 sett
Mole Urbana, il quadriciclo “vintage” per muoversi in città
L’originale proposta del designer italiano Umberto Palermo
AUBURN HILLS
2 sett
Dodge si spinge al massimo con la Charger Redeye
La nuova versione della berlina americana eroga 808 Cv
PRIME IMPRESSIONI
27.02.2019 - 06:000
Aggiornamento : 03.03.2019 - 10:36

Ritorno al futuro per la nuova berlinetta Toyota

Il modello intermedio rispolvera la storica denominazione Corolla, aggiungendo al design filante ed incisivo una guida più coinvolgente e la brillantezza del nuovo ibrido 2 litri da 180 cv.

A volte tornare al passato fa bene, come dimostra il colosso Toyota con il suo nuovo modello di gamma intermedia: dalla Auris, denominazione un po’ anonima come la stessa vettura, si torna a quello di Corolla, che ha permesso all’auto di farsi conoscere ed apprezzare in tutto il mondo per lungo tempo – questa è la dodicesima generazione, nata nel 1966 – contribuendo in primo piano all’affermazione della marca nipponica.

Oltre alla “nuova” denominazione, come evolve la nuova nata?
Come si può ben intuire, il nuovo corso passa attraverso la riprogettazione della vettura, che ora sfrutta una moderna piattaforma modulare, GA-C già impiegata per le ultime Auris e Rav4. Due le misure di passo, una più lunga destinata alla station wagon denominata Touring Sports ed alla berlina a tre volumi (non importata), l’altra leggermente più compatta pensata specificatamente per la 5P destinata in prevalenza all’Europa: una scelta mirata a conferire alla Corolla una guida più piacevole e diretta, in sintonia con i gusti “nostrani” ma anche per assicurare più carattere e distinzione al volante. Qualità a dire il vero capaci di emergere sin dalla prima presa di contatto visiva; la nuova Toyota, lunga 4 cm in più della Auris per un ingombro in lunghezza di 4,37 metri, riesce infatti finalmente a spiccare per un look fresco, distintivo e capace di farsi notare – oltre che, in buona misura, ricordare – tra i tanti buoni modelli che affollano questo segmento. Ancor più nella vivace e riuscita livrea bicolore, tra le opzioni che permettono di caratterizzare ulteriormente il design esterno. Più importante ancora, il nuovo pianale assicura una struttura più rigida del 60%, un baricentro lievemente più basso per incrementare le qualità dinamiche così come una maggior abitabilità interna, poiché l’interasse è comunque maggiore rispetto al modello precedente. Sotto il cofano, a parte il motore d’ingresso 1.2 litri turbo benzina da 116 cv, figurano due unità ibride: la conosciuta 1.8 da 122 cv e quella tutta nuova con unità benzina di 2 litri capace di 180 cv, che completa il salto di qualità dell’auto sul piano della “verve” di guida.

In marcia, spicca la differenza di rendimento della nuova unità ibrida.
La nuova unità Hybrid conserva la medesima impostazione, con trazione anteriore, compatta batteria sempre al nichel-metalidrato (che non richiede alcuna ricarica esterna) sistemata nella zona posteriore e cambio e-CVT che completa il collegamento tra il motore quattro cilindri, due litri benzina aspirato da 152 cv e il propulsore elettrico da 80 kW, per una potenza combinata di 180 cv. La risposta all’acceleratore è tuttavia ben più corposa rispetto al 1.8 e si riflette molto concretamente in una capacità di scatto superiore, con passaggio ai 100 km orari da fermo che ora richiede un velo meno di 8 secondi (7,9 s): siamo quasi a ridosso della sportività. L’impiego del consueto cambio a rapporto unico continua a frenare un po’, acusticamente, il piacere dell’accelerazione – resta il trascinamento tipo “scooter” col motore a regime costante –, ma è vero che per ottenere variazioni anche decise del passo di marcia serve insistere molto meno con l’acceleratore, a tutto vantaggio di una piacevolezza d’insieme ben superiore. I consumi a detta del costruttore aumentano solo marginalmente rispetto all’unità ibrida meno potente, con una percorrenza media dichiarata di 3,7 l/100 km (ciclo NEDC). Grazie al nuovo telaio ed alla taratura attenta delle sospensioni, la Corolla 2.0 HSD e-CVT (con listino da 38'200 CHF, consegne da marzo) spicca inoltre per l’assorbimento ineccepibile di ogni genere di asperità, mentre tra le curve si fanno apprezzare buona precisione e notevole equilibrio che lasciano assaporare una piacevole sensazione di dinamismo senza impegno. Sugli allestimenti più completi ci sono anche le sospensioni adattive regolabili (AVS), che permettono un velo di rigidità e di maggior “peso” nella sterzata aggiungendo qualcosa in più alla sensibilità di guida quando ci si impegna dinamicamente nei tratti misti. Di qualità il comfort, grazie alla buona silenziosità ad andatura costante dove tra l’altro la marcia in modalità EV (puramente elettrica) si attiva molto di frequente, contribuendo attivamente alla sensazione di isolamento acustico.

Spazio ed accoglienza ben curati: la nuova Corolla è ben vivibile.
A bordo, l’abitacolo offre un’accoglienza di altrettanto buon livello, sia per il grado generale di finitura sia per lo spazio riservato ai passeggeri. La plancia si distingue un disegno arioso e molto curato, con comodo head-up display e grande schermo centrale da 7” ad alta risoluzione incastonato a vista al centro della plancia dallo sviluppo prevalentemente orizzontale; i comandi sono concentrati e molto razionali, di facile impiego sin dai primi minuti di impiego della vettura, mentre la postura di guida offre una sistemazione pienamente personalizzabile e ben integrata nell’auto, con tanto di sedili ampi e ben avvolgenti. Bene anche la libertà di movimento posteriore, dove lo spazio per le gambe è soddisfacente; presenti inoltre le comode bocchette di aerazione dedicate, al centro. Meno esaltante, invece, la capienza del vano di carico, un po’ sottotono rispetto alla media di categoria offrendo un volume di base limitato a 313 litri. Presenti tutti gli ausili attivi alla guida, con regolatore di velocità adattivo che permette anche di seguire il traffico nei momenti di arresto e ripartenza.

Trovi la Toyota Corolla da...

Emil Frey SA

via Pian Scairolo - 6915 Noranco

Tel.: +41 91 960 96 96


noranco@emilfrey.ch

 

www.emilfrey.ch/

Guarda tutte le 15 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 00:37:30 | 91.208.130.85