+ 7
ULTIME NOTIZIE Mobilità
OSAKA
20 ore
X Tractor, per il futuro dell’agricoltura
La giapponese Kubota ha realizzato un trattore dotato di intelligenza artificiale
LEIDA
1 gior
Maveric, l’Airbus che punta ad abbattere i consumi
Presentato un prototipo di aereo commerciale che impiega il 20% di carburante in meno
DEARBORN
2 gior
Ford cambia cuore e pelle della GT
L’edizione 2020 ha un motore nuovo e una versione con la carrozzeria in fibra di carbonio 
REGGIO EMILIA
4 gior
XT70 Adventure, walkie talkie “estremi”
Device pensati per gli appassionati del fuoristrada in circostanze limite 
VARESE
5 gior
TheArsenale fa più “cattiva” la Dragster 800 RR
Il frutto della collaborazione tra MV Agusta e l’e-retailer di lusso
PALO ALTO
6 gior
Tesla mostra come funziona la guida autonoma
L’azienda californiana ha pubblicato un video che spiega come funziona l’autopilot
STANFORD
1 sett
La DeLorean a guida autonoma che fa drifting
Il singolare esperimento per un ingegnere della Stanford University 
MONTPELIER (USA)
1 sett
Usa, arrivano le targhe con gli emoji
La novità nello Stato del Vermont, ma immatricolare l’auto costerà il triplo 
DETROIT
1 sett
L’Hummer elettrico non è uno scherzo
Per anni simbolo dell’inquinamento, il veicolo della GM torna a emissioni zero
Udine
1 sett
Guida autonoma, i supercalcolatori “green” di EuroTech
L’azienda italiana ha sviluppato un sistema per ridurre del 90% i consumi
Parigi
1 sett
Peugeot, l’i-Cockpit ora “lancia” ologrammi
Informazioni e alert in 3D che vanno incontro agli occhi del conducente 
ZURIGO
1 sett
La polizia testa l’Audi elettrica
Una E-Tron 55 Quattro sarà la prima auto a emissioni zero degli agenti cantonali
MARANELLO
2 sett
Se anche la Ferrari cede all’elettrico
Presentati i brevetti per il primo modello a emissioni zero del Cavallino Rampante
LEIDA
2 sett
Beluga XL, la balena volante
Il gigante Airbus ha effettuato il suo primo volo 
Auto
2 sett
LF30 Electrified: il futuro immaginato da Toyota
Un concept Lexus che spinge al massimo le ambizioni della casa giapponese
TEST DRIVE
17.12.2018 - 06:000
Aggiornamento : 19.12.2018 - 16:46

Nissan Qashqai, più efficiente e connessa

Per il lifting della popolare Suv giapponese la Casa ha concentrato gli interventi sulla nuova motorizzazione di 1.3 litri e sul sistema di infotainment. Aggiungendo prestazioni e funzionalità.

Se i grandi flussi di tendenza nel mondo dell'automobile sono ben noti, vale a dire elettrificazione e guida autonoma, per vederne compiuta la realizzazione occorre preventivare ancora del tempo: si tratta di realtà posticipate nel futuro. Per la vita quotidiana nell’immediato, tuttavia, altri due aspetti nel mondo dell’automobile appaiono di importanza sempre più centrale: la riduzione di consumi e CO2 e gli sviluppi dei sistemi di infotainment di bordo. Il lifting della Nissan Qashqai non attira dunque nuovi sguardi, ma introduce diversi importanti benefici alla vita quotidiana.

La Qashqai 2019 resta perciò invariata a livello estetico.
Esattamente. Per il leggero restyling della popolare Qashqai, la Casa si è concentrata su motore e sistema di navigazione. Dal 2007, la marca giapponese ha venduto circa 260mila SUV di media gamma; l'attuale seconda generazione è sul mercato dal 2013 ed è giunta l’ora del lifting di “mezza età” nonostante le vendite stabilmente confortanti con una concorrenza sempre più agguerrita; del resto, non ci si può riposare sugli allori, specie in questo segmento altamente competitivo. Sulla nuova edizione della Qashqai trovano dunque spazio interventi ponderati e molto ben pensati: niente interventi estetici, non ritenuti indispensabili visto il gradimento della clientela, cui sono state preferite evoluzioni tecniche con la più importante che si trova sotto il cofano. Dove trova posto un inedito quattro cilindri di appena 1,3 litri di cilindrata.

Che vantaggi comporta la nuova unità di piccola cubatura?
Il motore non è nuovo, essendo già utilizzato anche da Renault (“sorella” all’interno dell’Alleanza franco-nipponica) e dal partner di cooperazione Daimler, ma è la prima volta che viene utilizzato su una Nissan: questa capace unità è disponibile nelle varianti di potenza da 140 cv oppure 160 cv, sostituendo così entrambe le precedenti unità di 1,2 e 1,6 litri. Entrambe le versioni convincono per la sensazione di guida matura ed equilibrata, nonostante la cubatura ridotta: il 1.3 rimane piacevolmente silenzioso anche a bassi regimi di rotazione, garantendo una coppia massima rispettivamente pari a 240 o fino a 270 Nm distribuita uniformemente sull’arco di erogazione con spinta progressiva ed equilibrata, senza alcuna incertezza. La nuova unità introduce una nutrita serie di vantaggi, in entrambe le soluzioni di potenza, con più reattività e migliori prestazioni in ripresa, superiore silenziosità di funzionamento grazie alla maggior coppia a basso regime che richiede regimi mediamente più bassi; infine, minori costi di esercizio anche grazie all’innalzamento delle soglie di manutenzione programmata da 20mila e 30mila km.

Serve meno benzina e le emissioni sono in calo…
Il consumo medio dichiarato dalla Casa appare contenuto, compreso tra 5,3 e 5,8 l/100 km nel nuovo ciclo NEDC per entrambe le versioni a seconda di cerchi e trasmissione installati, con un vantaggio di 0,3 l/100 km rispetto al vecchio 1.2 da 115 cv e di 0,5 l/100 km sul 1.6 da 163 cv. Scendono conseguentemente anche le emissioni CO2, ora comprese tra 121-131 g/km. Dal punto di vista della qualità di guida si fa apprezzare in special modo la versione più potente, risultando l’unità particolarmente adatta a spingere la SUV giapponese con autorità; su quest’unità, inoltre, al cambio manuale standard può essere preferita la nuova trasmissione automatica a doppia frizione con 7 rapporti che, tra l’altro, permette una coppia massima ulteriormente in crescita da 260 a 270 Nm: si tratta di una “prima” sulla Qashqai e sostituisce il precedente CVT a variazione continua, mostrando un funzionamento puntuale e affidabile nella selezione del rapporto più adatto.

… Ed ora si imposta la navigazione direttamente dall’app.
Come seconda grande innovazione, Nissan ha notevolmente migliorato infotainment e navigazione, introducendo l’ultima versione del sistema NissanConnect. Oltre all’integrazione dello smartphone personale tramite i protocolli Apple CarPlay e Android Auto, l’impianto offre ora anche una connessione Internet che consente di scaricare direttamente gli aggiornamenti cartografici e di sistema; accessibili in tempo reale anche i dati sul traffico, consentendo al sistema di evitare gli ingorghi in modo mirato. Lo schermo a sfioramento, con diagonale da 7 pollici, non è cambiato nelle dimensioni, ma il numero di tasti fisici è stato ridotto ed è stata aggiunta la funzionalità multi­tocco. Fra le nuove funzioni vi sono inoltre la ricerca su singola riga per semplificare il processo di ricerca dei luoghi, la personalizzazione della schermata iniziale tramite drag and drop ed il riconoscimento vocale attivabile tramite comandi al volante. Inedita, inoltre, l'applicazione per smartphone Door to Door Navigation con la quale, ad esempio, può essere attivata la navigazione dallo smartphone, prima ancora di salire a bordo: non appena il telefono viene collegato all'auto, il percorso viene preso in carico dal sistema di bordo iniziando immediatamente il trasferimento verso la meta preimpostata.

 

La nuova Nissan Qashqai è disponibile da...

Bertoni Automobili SA

Via Delta 11
6612 Ascona

091 791 43 24

http://www.bertoni.ch/

Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-20 05:38:22 | 91.208.130.89