+15
ULTIME NOTIZIE Mobilità
SAN CARLOS
8 ore
Model 3 alla conquista dell’Europa
La nuova versione del gioiellino Tesla sbarca nel Vecchio Continente 
ROMA
2 gior
Papa Francesco ha la sua Papa-mobile a idrogeno
È una Toyota Mirai modificata, regalo della Conferenza Episcopale Giapponese   
SHANGHAI
3 gior
Ora R1, la piccola cinese che vuole conquistare l’Europa
Da Great Wall Motors un’elettrica per la città dal prezzo competitivo  
LUGANO
4 gior
Una nuova realtà in Ticino: il Tessin Tuning Club
Associazione NO-PROFIT Ticinese dedicata totalmente agli appassionati di auto, amanti del territorio e dei viaggi
MILANO
5 gior
La EX900 ora ha il telaio in carbonio
Olympia lancia la versione Karbo Sport della sua superba e-bike
TOKYO
6 gior
Il nuovo Eclipse Cross PHEV fa il suo esordio in Svizzera
Mitsubishi Motors lancia su mercati europei selezionati il nuovo Eclipse Cross plug-in ibrido all’inizio del 2021.
SAN CARLOS
1 sett
Guida autonoma, Tesla pronta “al grande passo”
Domani la release a un ristretto gruppo di tester della nuova versione di Autopilot
LONDRA
1 sett
ionBird, l’aereo Rolls Royce che vuole battere ogni primato
L’azienda britannica lavora al velivolo elettrico più veloce al mondo 
COPENHAGEN
1 sett
Silver Lightning, due ruote elettrica da record
La moto dei danesi di True Cousins ha coperto 400 metri in 6’’86
RUSSELSHEIM
1 sett
Vivaro-e, il furgone “verde” che brilla nel traffico
Da Opel un van elettrico che si esalta nel contesto cittadino
BARCELLONA
1 sett
Eegle, yacht che coniuga sostenibilità e lusso
L’ultima creazione di Byd Group è un 20 metri elettrico
STOCCARDA
1 sett
eScooter, il primo monopattino Mercedes
La stella a tre punte compare su un modello da 500 W di potenza
TEST DRIVE
30.03.2018 - 06:000

Country Tourer: la Opel Insignia per lo sterrato leggero

Trazione integrale di serie, maggiore altezza da terra e look avventuriero. Debutta inoltre il nuovo BiTurbo Diesel da 210 cavalli.

Di primo acchito verrebbe da dire che gli ingredienti della Opel Insignia Country Tourer sono gli stessi della generazione precedente. Ed in effetti è proprio così: più alta di 2 centimetri dal suolo, adotta di serie la trazione integrale e si contraddistingue per la protezione del sottoscocca e il rivestimento protettivo nero sotto tutto il veicolo e attorno agli alloggiamenti ruota, così da richiamare l’aspetto dei fuoristrada.


Ma la Country Tourer può davvero avventurarsi fuoristrada?
Ovviamente non dobbiamo pensare che quanto elencato sopra serva per farle sormontare ripide mulattiere, ma nel caso in cui vi doveste trovare di fronte ad una strada di campagna sterrata o un fuoristrada leggero quel po’ di altezza da terra in più può tornare utile. La trazione integrale poi, neanche a dirlo, rappresenta un valore aggiunto quando la superficie stradale si fa più scivolosa.


Una trazione integrale che, peraltro, è completamente inedita.
Sebbene la logica di funzionamento non sia dissimile rispetto a quella di cui era dotata la Country Tourer della scorsa generazione, questa nuova trazione integrale è molto più compatta e leggera. Rispetto ad altri modelli della concorrenza dotati di un differenziale posteriore “aperto” che ripartisce la coppia in egual misura tra le due ruote posteriori, la nuova Insignia è dotata di due frizioni lamellari a controllo elettronico che permettono di ripartire la forza su ogni singola ruota. Un vantaggio su fondi a bassa aderenza come pure nella guida più impegnata, dato che il sistema ripartisce una quantità maggiore della coppia sempre alla ruota posteriore esterna.


Come si comporta su strada?
Pur disponendo di tre modalità di guida che adattano ammortizzatori, sterzo e risposta dell’acceleratore, quella impostata d’ufficio (la “Normal) rappresenta già un compromesso ideale in grado di soddisfare qualsiasi esigenza e di far fronte a qualsiasi situazione. L’assorbimento è infatti talmente eccellente da non sentire il bisogno di richiamare la modalità più confortevole (denominata “Tour”), mentre tra le curve è già sufficientemente piacevole che la modalità “Sport” risulta quasi superflua, se non per dare giusto un po’ di carico in più allo sterzo. Sterzo non particolarmente pronto ma assai preciso, con un carico corretto capace di dare fiducia e grazie al quale instauri subito un bel feeling. A ciò contribuisce appunto anche un assetto ben messo a punto, che pur non pretendendo di essere sportivo affronta le curve con maturità.


Il nuovo motore BiTurbo Diesel è una scelta valida?
Forte di 210 cv e 480 Nm erogati grazie ad un turbocompressore sequenziale a due stadi, questo quattro cilindri da 2 litri risulta molto morbido e dall’erogazione rotonda, che ben si abbina al temperamento della Insignia. A prestazioni discrete (0-100 km/h in 8,2 secondi, 238 km/h di velocità massima) abbina consumi effettivi molto bassi che si aggirano attorno ai 7 l/100 km.


E poi la Insignia offre davvero tanto ad un prezzo più che ragionevole.
Ogni volta che ci mettiamo alla guida di un Insignia restiamo colpiti dalla cura con cui è realizzato l’abitacolo, capace di soddisfare persino chi è alla ricerca di una vettura premium. Lo dimostra anche un sistema di infotainment completo di servizi di concierge e un bagagliaio rifinito con cura. Vano che non è tra i più ampi in assoluto ma molto ben organizzato; in compenso i passeggeri posteriori godono di una libertà di movimento davvero ampia. Certo i 53’900 CHF a cui è proposta non ne fanno certo una vettura prettamente economica, ma con le concorrenti dirette dovreste essere pronti a sborsare molto, molto di più.

La Opel Insignia Country Tourer la trovi da...

Garage Della Santa SA
Via Franco Zorzi 43
6500 Bellinzona

091 821 40 60

http://www.opel-bellinzona.ch/

Guarda tutte le 19 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-26 14:41:38 | 91.208.130.89