+10
ULTIME NOTIZIE Mobilità
MARBELLA
13 ore
Urbet Ego, fantasia (e prestazioni) al potere
Dalla Spagna una moto elettrica che sembra uscita da un fumetto
ORANGE
1 gior
XP-1, sul web il profilo del “mistero” Hyperion
L’azienda californiana ha lanciato un video in cui si intravede la supercar a idrogeno
STOCCOLMA
2 gior
Podride: più di una bici, meno di un’auto
Il mezzo elettrico progettato da un ingegnere svedese per muoversi anche sotto la pioggia
ATENE
3 gior
Spin Cycle, la super e-bike col motore di una lavatrice
L’ha inventata un utente greco di Reddit: può raggiungere i 150 km/h
Schiranna
4 gior
MV Agusta Brutale 1000 RR: un missile a due ruote
La casa della Schiranna ha creato una hyper naked con 208cv che raggiunge i 300 km/h.
BIRMINGHAM (USA)
6 gior
Confederate Motorcycles: tre moto per pochi
La casa dell’Alabama sta per lanciare nuovi modelli per veri appassionati
VARESE
1 sett
Sem, tre nuove e-bike estreme
La casa italiana lancia tre modelli destinate a gare e divertimento
SAN CARLOS
1 sett
Tesla, un’innovazione per abbattere i costi del Model Y
Una nuova tecnica di costruzione del telaio potrebbe aiutare a ridurre il prezzo
THIRSK
1 sett
Il kit per rendere elettrico il Defender
Dalla Twisted Automotive un sistema che “trasforma” il classico Land Rover
SHENZHEN
1 sett
Da Ninebot il go-kart elettrico da corsa
L’azienda cinese lancia N°9 Kart Pro: 2.400 W di potenza e 4 modalità di guida
AFFALTERBACH
1 sett
GT Black Series: una Mercedes-AMG da urlo
Un nuovo motore per la Gran Turismo più potente mai progettata ad Affalterbach  
BERLINO
1 sett
Tesla, Musk mostra una foto della Giga Berlin
Pubblicata su Twitter l’immagine 3D della megafabbrica che aprirà in Germania nel 2021
SEOUL
2 sett
XCient Fuel Cell, il camion a idrogeno di Hyundai
Il mezzo può percorrere 400 km con un rifornimento che dura massimo 20 minuti
MONACO DI BAVIERA
2 sett
Le Mansory: la Ford GT diventa un fulmine blu
L’americana vincitrice a Le Mans 2016 rivista dal brand specializzata in elaborazioni
PRIME IMPRESSIONI
02.03.2018 - 06:000

BMW debutta con la inedita X2

In coda alle più grandi SUV coupé di casa, X4 e X6, si colloca l’ultima nata: spicca per il look espressivo e giovanile, seduce attraverso la guida agile e coinvolgente.

Un’altra SUV firmata BMW. Non era già completa la gamma?
In realtà non c’era un’assenza piuttosto evidente, ma d’altro canto la concorrenza si fa sempre più numerosa ed incisiva e quindi bisogna stare al passo coi tempi, e la neonata X2 copre dunque questa necessità. Strategicamente viene riempito lo spazio alla base della gamma delle SUV coupé, sotto le più grandi X6 e X4 (quest’ultima tra l’altro completamente rinnovata proprio in queste settimane, in occasione del Salone di Ginevra), mentre ora le compatte in gamma BMW salgono a due, per soddisfare tutte le esigenze: la X1 più orientata verso la praticità e le esigenze della famiglia, la X2 – derivata tecnicamente dalla prima – invece pensata per un pubblico giovane o giovanile. La meccanica, come accennato, resta sostanzialmente la stessa, con motori trasversali e trazione anteriore oppure integrale; le dimensioni nella nuova nata sono però leggermente inferiori, specie in lunghezza ridotta di 8 cm (4,36 m totali). La larghezza è invece al contrario generosa (1,82 m), per sottolineare ulteriormente il design di impatto. A proposito di linea: le forme della X2 intendono suggerire volutamente l’impressione di novità e per questo ricorrono a soluzioni d’effetto tra cui lo sbalzo posteriore ridotto al minimo, il lunotto compatto e inclinato ed il frontale espressivo; inoltre, gli archi passaruota presentano un profilo quasi trapezoidale slanciato verso l’anteriore, mentre i vari allestimenti includono pure minigonne in tinta carrozzeria o gli stessi profili protettivi a contrasto, lungo le fiancate. La X2 può essere configurata, secondo l’allestimento, con una veste sportiva monocolore oppure in quella ispirata all’offroad, completa di inserti protettivi nella parte inferiore dei paraurti.

Più corta, più rastremata specie in coda: quanto si perde in termini di abitabilità rispetto alla “cugina” X1?
In verità le rinunce sul piano della praticità di utilizzo risultano sinceramente minime; si avverte l’attenzione posta nel contenere il più possibile le limitazioni di spazio dovute alle forme sportive. Lo spazio a bordo appare ben calibrato tra le due file di sedili, consentendo anche dietro una libertà di movimento ariosa sia per le gambe, sia in altezza; il tunnel centrale, inoltre, è attrezzato anche con prese d’aerazione specifiche, mentre lo schienale del divano è frazionato in tre elementi per conservare l’utile passaggio per carichi ingombranti in lunghezza. Rispetto alla X1 si perdono le sedute scorrevoli longitudinalmente, mentre il vano di carico è leggermente meno capiente (-35 litri; capacità standard 470 litri incluso il doppio fondo); la soglia di carico, infine, è più alta (e scomoda) rispetto al terreno. La posizione di guida è invece quella tipica BMW, giusto un filo rialzata: avvolgente e coinvolgente, con poltrona sportiva e supporto per le gambe estensibile sull’allestimento MSport a disposizione del test. A bordo l’ambiente riprende lo stile impiegato per gli altri modelli, senza grandi novità ma con un’accoglienza di notevole qualità. Eccellenti, poi, i rivestimenti specifici di plancia e sedili, realizzati in questo caso con una combinazione di tessuto Micro Hexagon ed Alcantara antracite con cuciture a contrasto. Al centro, lo schermo tattile del sistema premium (Connected Pro) ha una diagonale di 8,8” ed integra le interfacce smartphone complete.

Alla guida la X2 è all’altezza della tradizione BMW?
Senza dubbio! Le qualità dinamiche sono tra i punti di forza del modello, quanto meno nell’allestimento sportivo provato, completato dal motore turbodiesel 20d da 190 cv e dalla trazione integrale xDrive (da 49'800 CHF). Così equipaggiata, la SUV tedesca spicca per una guida raffinata e coinvolgente, ma in primo luogo anche confortevole. Con l’aiuto delle sospensioni regolabili, infatti, l’assorbimento delle imperfezioni del manto stradale è molto piacevole e si combina al meglio con l’ottima insonorizzazione. Naturalmente la X2 accompagna con “fervore” la guida dinamica: bastano sempre impulsi leggeri tramite lo sterzo, preciso e piuttosto sensibile, per ottenere inserimenti in curva rapidi seguiti da traiettorie rigorose. Il corpo vettura è sempre molto composto, coricando il minimo; la stabilità esemplare. Ottimo il diesel due litri da 190 cv (ce n’è anche uno potenziato a 231 cv) per qualità di erogazione e allungo efficace: lo scatto da fermo è rapido e incisivo (7,7 secondi nello 0-100 km/h, punta massima di 221 km/h; da 4,6 l/100 km), anche con l’ausilio della trazione integrale di serie. Notevole pure il cambio automatico a otto rapporti, che prevede la marcia ideale in ogni momento. Completa, infine, la serie di ausili elettronici alla guida.

La BMW X2 la trovi da...

Garage Torretta SA
Bellinzona - Biasca

Telefono: +41 91 829 35 49

http://www.torretta.ch/

Guarda tutte le 14 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:30:28 | 91.208.130.85