lettore tio/20 minuti
BELLINZONA
20.01.2018 - 15:070

Ghiaia bianca in zona piscine, «un'opera incompiuta?»

Christian Paglia ribadisce come mai i lavori del parco urbano hanno subito un ritardo

BELLINZONA – A cosa serve quell’ampio spazio con la ghiaia bianca? Se lo chiedono in molti, a Bellinzona, attraversando la strada che dalla passerella delle piscine comunali porta al Grottino ticinese e guardando sulla destra. Sulla destinazione del terreno, legato al progetto del parco urbano cittadino, alla redazione di Ticinonline/20 Minuti è arrivata in particolare la segnalazione di due residenti. «Tutto è fermo da mesi. Non si capisce a cosa servirà quello spazio. Sembra un’incompiuta».

Sulla questione abbiamo interpellato Christian Paglia, capo dicastero opere pubbliche e ambiente. Che spiega: «A inizio primavera in consiglio comunale verrà discusso il credito, di circa un milione di franchi, per la seconda tappa del parco urbano. Tappa che comprende anche lo sviluppo di questo terreno. Con la ghiaia bianca sul suolo. E con una vasca d’acqua ad abbellire l’intero contesto. L’idea è quella di invitare la gente a entrare e a sostare nel parco. Un luogo accogliente per tutti».     

L’iter procedurale classico, tuttavia, ha subito un imprevisto. «Circa 6-7 mesi fa, infatti, i lavori sono stati frenati dalla necessità di costruire un canale di alleggerimento per raccogliere le acque chiare della collina di Daro. Abbiamo circa mezzo anno di ritardo dunque, sulla tabella di marcia. Senza sistemare questa questione non ci era possibile passare alla seconda tappa della realizzazione del parco. Ecco perché abbiamo fermato tutto. Nel corso del 2019 il progetto dovrebbe essere ultimato».

Tags
parco
ghiaia bianca
ghiaia
parco urbano
piscine
tappa
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-24 12:12:16 | 91.208.130.86