STATI UNITI
12.08.2018 - 15:000

I jeans non ci piacciono più come una volta

In America continuano a perdere e i colossi iniziano a scaricare i brand più problematici

NEW YORK - I jeans non piacciono più come una volta. Specie alle donne, che sempre più li abbandonano in favore di pantaloni per lo yoga e marchi premium.

Negli Usa, ma non solo, le vendite vanno a rilento. Dai 18,8 miliardi di dollari nel 2013 si è passati a a 16,2 miliardi; in particolare, i ricavi di VF Corporation sono calati del 5% dal 2015. Csì, il colosso americano ha deciso di mettere le mani avanti. Come? Scaricando i brand più vulnerabili.

Vale a dire Lee e Wrangler, che starebbe pensando di vendere; oppure di trasformare in spin-off, per puntare solo su Vans, Timberland e The North face, migliori nei trend.

E in questo clima i vecchi Levi's come stanno? Stranamente bene. Nell'ultimo esercizio i ricavi sono cresciuti del'8%. 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
francox 4 mesi fa su tio
Cambiamento climatico, fanno sudare.
Nunzia Conte Iorio 4 mesi fa su fb
ver x ce' lo strcc a me piacciono puro cotone.
Potrebbe interessarti anche
Tags
jeans
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-16 23:58:26 | 91.208.130.86