Tipress
TICINO
02.03.2018 - 10:000

«Noi, restii all'e-banking per mentalità»

Non c'entra la paura: «Rischi non ce ne sono». I ticinesi, semplicemente, sono troppo affezionati allo sportello

LUGANO - Siamo i primi a navigare nella rete per consultare Wikipedia, leggere le notizie online, fare ricerche sulla salute. Quando si tratta di soldi, però, ci tiriamo indietro. In Ticino solo il 52% degli internauti, negli ultimi tre mesi, ha usato l'e-banking, a fronte del 68% media nazionale. Angelo Consoli, docente Supsi e responsabile del gruppo sicurezza sulla criminalità informatica, perché: forse abbiamo più paura degli altri? 

«Io penso che il problema sia la nostra mentalità, che ci spinge ad andare allo sportello. Il concetto è: "Già che ci sono, passo"».

Ma l'e-banking è davvero sicuro?

«Lo è. I sistemi per infiltrarsi ormai sono cambiati. Oggi sono attacchi alla persona, al fattore umano. Non si prende di mira la banca. Si installa qualcosa sul pc privato, con un'azione di phishing attraverso la posta elettronica».

Le famose e-mail inviate dalla "banca"?

«È il phishing più classico, usato fino a qualche anno fa. Ma ormai tutti sanno, o dovrebbero sapere, che la banca non spedisce e-mail con link e richieste di informazioni o credenziali. Un tempo, a queste e-mail fasulle abboccava il 5%. Adesso non funzionano più».

Come si arriva ai soldi, oggi?

«Si studiano i profili personali, si mandano e-mail che non c'entrano nulla con il settore bancario. C'è una componente di cosiddetta "ingegneria sociale": si sfruttano le debolezze del singolo. Ma l'e-banking in se è sicuro. Le banche hanno troppo da perdere». 

E-banking tramite pc o smartphone: cambia qualcosa?

«No. Personalmente scelgo il pc, ma per questione di praticità, non di sicurezza. Non dipende dal mezzo, ma dall'uso che se ne fa, quanto il sistema è aggiornato e le applicazioni sono indipendenti l'una dall'altra. Oggi uno smartphone di ultima generazione è più sicuro di un vecchio computer con antivirus». 

6 mesi fa Alla larga dall'e-banking: lo fa solo uno su due
Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Mauro Mantovani 6 mesi fa su fb
Trovo che e banking è roba da vecchi che fanno fatica ad usvire di casa. Miei pagamenti sportello e ricevute rigorosamente timbrate
Lucrezia Novelli 6 mesi fa su fb
veramente è il contrario
Massimo Cremona 6 mesi fa su fb
Mia mamma tutti i giorni va a fare la spesa nell'unico negozio di generi alimentari rimasto in paese (che conta quasi 8000 abitanti). Ogni mese sia mia madre di 90 anni che mio padre di 94 anni prelevano in posta tutti i contanti della pensione e non vogliono avere conti correnti bancari. Non è il Ticino ma la filosofia è la stessa, quando avremo perso la possibilità di pagare in contanti le piccole spese nei negozi, avremo perso la libertà e saremo sudditi di un potere oscuro ed invisibile che ci imporrà le sue scelte.
Willy Montella 6 mesi fa su fb
Rischi non ce ne sono .....
Patrick Bongiorno 6 mesi fa su fb
Conosco molte persone che sono contro l ebanking perché preferiscono preservare il posto di lavoro negli uffici postali "come se facessero solo questo..." e poi li vedo acquistare online come se non ci fosse un domani su noti store a basso costo (wish Amazon ecc) oppure si recano solo in ristoranti oltre confine. Allora li va bene...in questo caso preservare i piccoli commerci e i posti di lavoro non è importante... un po di coerenza non guasterebbe. Faccio pagamenti online da 15 anni ma compro ancora il pane dal panettiere. Detto questo è giusto che ci sia la scelta soprattutto per gli anziani e per chi non ha internet.
Paolo Maclondon 6 mesi fa su fb
Stanno chiudendo tutte le filiali....alla faccia del preferire il contatto umano 😔
Nora Nori 6 mesi fa su fb
E ora smettila Alessandro Buchmann
Vhpd 6 mesi fa su tio
Il punto debole dell'online banking è l'essere umano, siamo noi i vulnerabili attualmente, con un po' di social engineering con certe persone è un attimo ottenere tutto, da dati personali a soldi... Finchè non si capiranno certi nuovi meccanismi e non ci si farà un po' furbi e svegli certi strumenti meglio non usarli. Siamo comunque in un epoca di transizione, mi vedo male la coppia di 80enni che non ha mai usato un PC cambiare ora, quindi continuino ad usare la carta che tutto andrà bene. In ogni caso non darei la colpa delle truffe direttamente agli online banking o a internet, internet è un nuovo mondo, un nuovo mezzo, bisogna capirlo e fare molta attenzione, perchè come ti truffano con un falso nipote e ti fanno consegnare denaro contante, ti truffano online spacciandosi per una banca.
Mattiatr 6 mesi fa su tio
Bello vedere come quelli in difetto sono quelli che lo usano. Casualità degli eventi a scuola sto trattando proprio questo tema. Si parla di nazioni come Svezia e Danimarca che vogliono abolire i pagamenti ''materiali''. Ho letto articoli secondo la quale siamo in dietro. Perché deve essere il futuro? Per come la vedo io è più facile farsi truffare on-line rispetto che con la carta. Basti vedere tutte quelle truffe come i 50'000.- che una signora ha donato il mese scorso ad un amante conosciuto on-line. Secondo me se fosse andata in banca a ritirare 50'000 franchi sarebbe stata un po' più riluttante. Con l'e-banking non vedi dove vanno i soldi, sempre se si possono chiamare soldi. Sono dei codici, se ci fossero dei problemi tecnici ai software o all'hardware che fanno funzionare questo sistema ci ritroveremmo nel caos totale. Inoltre quante volte vi è capitato che la carta non funzionasse vs quante volte non è funzionata la banconota?
87 6 mesi fa su tio
@Mattiatr Nelle macchinette con la fessura delle banconote (p.es pagamento degli autosilo), ho avuto problemi a pagare con un 20.- fr, dovendo utilizzare il 100.- e ricevendo il resto in monete da 2.-fr. Da allora utilizzo le carte, l'ingombro e il peso nel borsino sono minori rispetto al contante. I problemi con le carte sono dovuti alla cattiva conservazione delle stesse da parte dei clienti e dalla pidocchieria nella manutenzione degli apparecchi di lettura da parte dei negozianti. Contro le banconote posso dire che qualche anno fa a carnevale so di una recluta militare che ha ricevuto come resto una banconota spiegazzata e sbiadita (100.-fr); con la stessa banconota ha pagato delle bevande (4.-fr?) alla caffetteria della piazza d'armi; si è reso conto che il resto ricevuto al carnevale era una banconota falsa, per cui oltre al denaro perso con quel resto (100.-), ha dovuto pagare anche la sanzione della polizia militare. Che sia stato a conoscenza del denaro falso o meno, i 100.- fr li avrebbe persi comunque. Non è difficile saper gestire il denaro "elettronico", dire che non sia gestibile come il denaro "palpabile" è solo una debole scusante.
Marilena Decarli 6 mesi fa su fb
Ognuno faccia come preferisce, cmq non date del perditempo a chi preferisce ancora lo sportello
Laila Berger 6 mesi fa su fb
Vai allo sportello a fare i pagamenti e ti chiedono come mai non usi l'e-banking..Rispondi dicendo che ti piace uscire, fare conversazione e non vuoi perdere il contatto umano.. E la signora ti risponde che con il metodo e-banking è più veloce e che se vuoi puoi prendere un appuntamento dove ti spiegano tutto per filo e per segno. Volevo rispondere alla signora: Ma lei non ci tiene proprio al suo posto di lavoro eh?! Finché ci saranno gli sportelli io ci andrò! Quelli di Lugano in settimana sono aperti fino alle 19 (mattino dalle 7.30) e il sabato fino alle 16. Io mi trovo tanto bene.
Chiara Ferroni 6 mesi fa su fb
E-banking molto comodo ma "rischi non ce ne sono" non è proprio vero, la possibilità di un hackeraggio c'è sempre, mi è stato detto
Filippo Guscetti 6 mesi fa su fb
E anche di rapina. E ora?
roma 6 mesi fa su tio
...mi piace ancora scambiare 4 chiacchiere con il buralista.
Alejandra Mia Arias 6 mesi fa su fb
Io preferisco lo sportello se ci sono domande le fai e cosa più importante il contatto con le persone che ti conoscono come cliente e scambi 4 chiacchiere siamo già abbastanza dipendenti dal telefonino non voglio anche le altre pratiche se no non si esce più
neuropoli 6 mesi fa su tio
io vado tutto per ebanking... troppo comodo.
Paola Muschietti 6 mesi fa su fb
Io vado ancora alla posta ...pensate quando chiuderanno gli sportelli delle poste ....quanti disoccupati ci saranno????poi ci si lamenta che tutti chiudono ...negozi poste ecc.....pensata ai nostri anziani nei piccoli paesi di montagna e valli come faranno???e poi credetemi così bello recarsi allo sportello ed avere ancora un dialogo con il postino o postina,così pure in banca ..è un modo anche per incontrare gente che da tempo non si vede....🤨😞🤔🤔🤔
Igor Gutschen 6 mesi fa su fb
solo tu ci vedi del bello a perdere tempo con un postino/a, vai a teatro, esci la sera e socializza che è meglio
Paola Muschietti 6 mesi fa su fb
............non c’è miglior sordo di chi non vuol sentire!!!!!
Lucrezia Novelli 6 mesi fa su fb
sopratutto perchè alcuni sono di una simpatia!
Bär 6 mesi fa su tio
non gestirei mai i miei soldi dal computer di casa come i soldi del monopoli! Non mi fido e mai farò affidamento su questi strumenti
Vera Notari 6 mesi fa su fb
A discapito del personale
Lucrezia Novelli 6 mesi fa su fb
ancora con questa storia? io potrei dire che gli orari sono a discapito di chi lavora
Luca Civelli 6 mesi fa su fb
Dai sono gli anziani a frequentare gli sportelli,delle banche come della posta.
Manuela Decarli 6 mesi fa su fb
io sarò un'eccezione 🤣🤣 e-banking e bankomat
Mauro Mantovani 6 mesi fa su fb
Io pago allo sportello poiché e banking è da vecchi che non escono di casa
Anto Ferrari 6 mesi fa su fb
Ho scoperto che molte persone non hanno internet, non solo anziani come pensavo
Igor Gutschen 6 mesi fa su fb
ecco questo si che è un problema reale, in effetti internet dovrebbe essere gratuito per tutti. Diciamo che comunque molte città si stanno attrezzando per farci avere il wifi gratuito
Lucrezia Novelli 6 mesi fa su fb
gratuito no ma certamente non con i prezzi che ci sono in Canton Ticino
Jessica Fernandes Machado 6 mesi fa su fb
Trovo che l’E-Banking sia molto comodo.
Cristina Giglio 6 mesi fa su fb
Io sempre fatto tutto con i banking comodo e non c e bisogno di andare sportello
Cristina Decarli Ex Wartenweiler 6 mesi fa su fb
Anche da me la posta apre dalle 8.30 alle 9.30 e dalle 16.alle 18 , impossibile andare
Ornella Guerra 6 mesi fa su fb
E banking comodissimo, qui la banca vicina è chiusa alla mattina solo pomeriggio dalle 14alle 18.
Florian Flo 6 mesi fa su fb
E te credo, a parte quelle in citta ...le altre aprono alle 8.30, in pausa pranzo(quando sarebbe uno dei pochi momenti in cui posso andarci) chiuso.. sabato chiuso alle 1130.. Ma comunque sia, è cosi comodo l e banking..
Alessandro Capone 6 mesi fa su fb
Si vede che avete tempo da buttare. Con gli sportelli che chiudono alle 16e30 neanche volendo riuscirei a fare le operazioni in banca.
Lucrezia Novelli 6 mesi fa su fb
per chi lavora è impossibile andare in posta a ritirare le raccomandate figuriamoci a pagare i bollettini.
Potrebbe interessarti anche
Tags
e-banking
e-mail
banca
pc
mentalità
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-24 17:58:33 | 91.208.130.87