Keystone
ZUGO
23.02.2018 - 08:090
Aggiornamento 12:19

Sika, utile record nel 2017

La somma ammonta a 649 milioni di franchi. I motivi sono legati all'acquisizione di nuovi siti produttivi

ZUGO - Il gruppo di specialità chimiche Sika ha chiuso i conti 2017 con un utile netto record di 649 milioni di franchi (+14,5% su base annua). L'utile operativo (EBIT) è salito del 12,7% a 896 milioni, indica una nota odierna della società con sede a Baar, nel canton Zugo.

«Una dinamica di crescita e una gestione rigorosa dei costi sono all'origine di queste cifre record», ha commentato la società nel comunicato. Sika aveva già pubblicato in gennaio i dati parziali sull'esercizio 2017, da cui risulta che la società ha registrato un giro d'affari di 6,25 miliardi di franchi, in rialzo dell'8,9% in valute locali.

Quest'ultima progressione è superiore alle previsioni sia dei vertici (+6-8%) dell'azienda sia degli analisti. Si spiega anche con l'apertura di nove nuove fabbriche e tre società nazionali, nonché con sette acquisizioni. Tutte le regioni geografiche hanno partecipato alla convincente performance: sopra la media in particolare Stati Uniti, Messico, Argentina, Cina, Sud-est asiatico e Europa dell'est.

A livello di personale, Sika impiegava a fine dicembre 18'484 dipendenti, il 6,1% dell'anno precedente. Visti i buoni risultati, il consiglio d'amministrazione proporrà un rialzo dei dividendi di 15 franchi a 111 franchi per azione al portatore e di 2,50 franchi a 18,50 franchi per quelle nominative.

Il presidente della direzione Paul Schuler, entrato in carica nel luglio scorso, ha ricevuto nel 2017 una remunerazione totale di 3,37 milioni di franchi. Questa cifra comprende anche il denaro incassato in qualità di responsabile per la zona Europa/Medio oriente/Africa, ruolo che ha rivestito nei primi sei mesi dell'anno già in seno a Sika. Nel 2016 il suo predecessore Jan Jenisch, nel frattempo diventato CEO presso il numero uno mondiale del cemento LafargeHolcim, aveva messo in tasca 3,78 milioni, indica il rapporto annuale pubblicato oggi. La busta paga dell'insieme della direzione generale (che ha accolto durante il 2017 un ulteriore membro) si è rimpolpata del 12% a 18,66 milioni.

Per l'esercizio in corso, Sika si dice fiduciosa che la crescita continuerà, andando a superare il 10%. Le principali sfide sono rappresentate dal prezzo delle materie prime e dalla volatilità. la direzione del gruppo riconosce però che il tentativo di acquisizione da parte della concorrente francese Saint-Gobain (colosso della produzione di materiali per l'edilizia) costituisce un fattore d'incertezza.

La famiglia Burkard, gli eredi del fondatore dell'azienda, avevano accettato da parte della società dell'Esagono 2,75 miliardi di franchi in cambio delle loro quote. Queste si elevano al 16,1% del capitale ma rappresentano il 52,4% dei diritti di voto. Per ora, il tentativo di prendere il controllo effettuato dalla multinazionale basata alla periferia parigina è stato bloccato dalla maggioranza del cda e dalla direzione. Il braccio di ferro va avanti dal dicembre 2014 e una decisione della giustizia non è attesa prima del 2019.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Tags
sika
record
società
franchi
crescita
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-10 08:14:42 | 91.208.130.86