Keystone
ULTIME NOTIZIE Finanza
PAESI BASSI
1 anno
Panasonic sposta il quartier generale ad Amsterdam
La decisione è stata presa per evitare potenziali noie fiscali dovute all'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, decisa con il voto sulla Brexit
SVIZZERA
1 anno
Nel 2019 il prezzo dell'elettricità resterà stabile
Lo rivela un sondaggio dell'Aes su 31 fra i principali erogatori
ZURIGO
1 anno
Emmi, utile netto raddoppiato nel primo semestre
ll fatturato è rimasto praticamente stabile a 1,68 miliardi di franchi
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
SVIZZERA
1 anno
I farmaci per la pressione con il Valtarsan non sono contaminati
Lo conferma in una nota Swissmedic, dopo un allarme emesso a luglio
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
SVIZZERA
1 anno
Gli svizzeri amano gli articoli elettronici
La tendenza è ad acquistare prodotti sempre più costosi
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
ITALIA/STATI UNITI
1 anno
Le sfide di Manley nel dopo Marchionne
Il nuovo ceo di Fca è chiamato a risolvere il nodo delle attività europee
DANIMARCA
20.01.2018 - 10:550

Sessanta candeline per i mattoncini Lego

Le voci corrono sul web tra i fanatici del mattoncino che ipotizzano temi Lego d'epoca che potrebbero includere gli amatissimi Classic, Space, Castle, Pirates e Town

COPENAGHEN - Non c'è casa in cui un bambino non abbia almeno una volta giocato con i mattoncini Lego, quei pezzetti di plastica fatti per essere impilati grazie ai "tubi" e ai "bottoni", e non c'è adulto che almeno una volta nella vita non ne abbia pestato uno a piede nudo ricordando per sempre il dolore che provoca. Il 28 gennaio il gioco più amato dai bambini compie 60 anni e, come per ogni anniversario, gli appassionati e i collezionisti attendono i set commemorativi che la casa prepara per festeggiare le ricorrenze.

Le voci corrono sul web tra i fanatici del mattoncino che ipotizzano temi Lego d'epoca che potrebbero includere gli amatissimi Classic, Space, Castle, Pirates e Town. C'è anche chi azzarda a immaginare che la scatola commemorativa possa essere a forma di mattoncino. Per il cinquantesimo anniversario il set dedicato conteneva tre mattoncini dorati ideati per l'occasione.

È, dunque, nel 1958 che il signor Lego, Ole Kirk Kristiansen brevetta il mattoncino come lo conosciamo ancora oggi. La sua falegnameria a Billund, in Danimarca, ha però una storia ancora più vecchia. Falegname e carpentiere, Kristiansen nel 1932 produce scale a pioli e qualche giocattolo di legno.

Nel 1934 la ditta viene denominata LEGO (scritto in maiuscolo), contrazione delle parole danesi "leg" e "godt", cioè "gioca bene" in danese. All'epoca la ditta LEGO ha solo sei o sette impiegati (oggi sono 18'200 nel mondo) e il suo motto è "solo il meglio è abbastanza buono".

Nel 1942 un incendio rade al suolo la fabbrica ma Kristiansen non si arrende e riprende con più vigore, in particolare la costruzione di giocattoli di legno. In un paio di anni, la ditta produce 200 differenti giocattoli di legno o di plastica e nasce il precursore dell'attuale mattoncino. È il 1949 quando viene venduto esclusivamente in Danimarca il primo set di "mattoncini automatici ad incastro" Automatic Binding Bricks che nel 1953 diventerà Lego Bricks (mattoncini Lego).

È poi nel 1958 che i mattoni Lego a noi oggi familiari vengono brevettati in Danimarca con il numero 92683. Nel 1960 l'industria, che è arrivata ad avere 450 impiegati, abbandona la produzione dei giocattoli in legno e si concentra sulla plastica.

Elemento fondamentale dei mattoncini è che ogni nuova serie è compatibile con tutte le altre e ogni pezzo si incastra, indipendentemente dalle sue dimensioni, con la maggioranza degli altri. Altro elemento fortunato del mattoncino e degli omini, che verranno poi, è il colore. La plastica utilizzata è stabile e trattiene bene i colori, non è tossica ed è sterile.

Nel corso degli anni arriveranno il DUPLO, grande otto volte un mattoncino normale, il Parco LEGOLAND presente a Billund, a Windsor e in California, e vari playset dal Technic a Castle. Il marchio LEGO è stato applicato con successo anche ad alcune serie di videogiochi e film come LEGO Harry Potter, LEGO Indiana Jones, LEGO Batman, la serie LEGO Star Wars, LEGO Il Signore degli Anelli e LEGO Pirati dei Caraibi.

I mattoncini non hanno "rispettato" neanche i grandi della letteratura: in occasione del quattrocentesimo anniversario della morte di Shakespeare i tipici omini gialli sono stati trasformati in Giulietta e Romeo. Oggi Lego Group, che produce circa 20 miliardi di mattoncini l'anno, ovvero 2,3 milioni l'ora, è per il 75% di Kirkbi mentre il restante 25% di Lego Foundation.

La crisi non ha risparmiato neanche il colosso danese che lo scorso settembre ha annunciato a causa del calo delle vendite il taglio di 1400 posti di lavoro, l'8% degli addetti dei suoi dipendenti.
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 23:49:45 | 91.208.130.87