SVIZZERA
13.06.2017 - 12:360
Aggiornamento : 16:11

Svizzera al top dell'e-commerce: ma il guadagno è all'estero

Gli acquisti online continuano a crescere, ma a favore di operatori stranieri: «Situazione preoccupante»

ZURIGO - Mentre il commercio tradizionale soffre, quello online è di nuovo cresciuto fortemente lo scorso anno in Svizzera. A trarne profitto sono però stati più gli operatori esteri che quelli indigeni.

"La perdita di quote di mercato a favore di operatori esteri di e-commerce, in atto ormai da anni, è preoccupante", ha dichiarato il professor Ralf Wölfle della Scuola universitaria superiore della Svizzera nordoccidentale, autore dell'"E-Commerce Report 2017" pubblicato oggi da Datatrans. Nel commercio su internet la quota di aziende straniere è il doppio rispetto alla loro presenza nel commercio al dettaglio tradizionale.

Complessivamente gli svizzeri hanno acquistato lo scorso anno sul web beni e servizi per 8,05 miliardi di franchi (+8% rispetto al 2015), secondo le stime dell'Associazione svizzera di vendita per corrispondenza (ASVPC) e dell'istituto di ricerche di mercato GfK.

Le vendite online rappresentavano ormai l'8,6% del commercio al dettaglio elvetico nel suo insieme, che attesta un fatturato complessivo di quasi 94 miliardi di franchi secondo le stime di GfK.

Ma non tutti gli operatori del settore ne hanno approfittato: un terzo dei membri dell'ASVPC ha subito una contrazione del giro d'affari di oltre l'1%, si legge nel rapporto.

I marchi esteri più noti sono invece cresciuti sopra la media: "li aiuta il tasso di cambio favorevole per l'euro e il livello dei prezzi generalmente più basso nei paesi confinanti".

Quasi un quinto degli acquisti online degli svizzeri finisce ormai nelle casse di operatori stranieri e l'ammontare delle spese elvetiche sui siti web esteri è progredito lo scorso anno del 14,8% a 1,55 miliardi, raddoppiando rispetto al 2012.

La parte del leone tra gli operatori esteri la fanno Zalando, AliExpress, Wish e Amazon, ma la tendenza alla concentrazione a pochi concorrenti esiste anche in Svizzera, dove dominano le piattafore galaxus (Migros), Siroop (Swisscom/Coop) Ricardo, eBay e Brack.ch.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pontsort 3 anni fa su tio
Il fatto che sempre piu gente usa internet per fare acquisti non lo trovo per niente strano e non ci trovo neanche niente di male. Però é già da un po che mi chiedo come mai nessuno sia ancor riuscito a creare una piattaforma di acquisti online di successo con sede in svizzera
franco1951 3 anni fa su tio
Com'è la storia di Prima i nostri?
mats13 3 anni fa su tio
@franco1951 Prima i nostri.. soldi.
Equalizer 3 anni fa su tio
Direi che è tutto il sistema Svizzero dei prezzi che va rivisto, finché non succede ciò il trend resterà questo.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 15:56:19 | 91.208.130.87