Keystone
ULTIME NOTIZIE Finanza
PAESI BASSI
1 anno
Panasonic sposta il quartier generale ad Amsterdam
La decisione è stata presa per evitare potenziali noie fiscali dovute all'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, decisa con il voto sulla Brexit
SVIZZERA
1 anno
Nel 2019 il prezzo dell'elettricità resterà stabile
Lo rivela un sondaggio dell'Aes su 31 fra i principali erogatori
ZURIGO
1 anno
Emmi, utile netto raddoppiato nel primo semestre
ll fatturato è rimasto praticamente stabile a 1,68 miliardi di franchi
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
SVIZZERA
1 anno
I farmaci per la pressione con il Valtarsan non sono contaminati
Lo conferma in una nota Swissmedic, dopo un allarme emesso a luglio
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
SVIZZERA
1 anno
Gli svizzeri amano gli articoli elettronici
La tendenza è ad acquistare prodotti sempre più costosi
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
SVIZZERA
19.03.2018 - 16:150

Malgrado una ripresa dell'orologeria, Baselworld deve riformarsi

È quanto affermano gli esperti a tre giorni dall'apertura del salone internazionale

BASILEA - La ripresa nell'industria orologiera dovrebbe proseguire. È quanto affermano gli esperti a tre giorni dall'apertura di Baselworld. Il Salone mondiale dell'orologeria e della gioielleria sarà costretto quest'anno a una cura dimagrante, con un dimezzamento degli espositori.

"Il ramo orologiero è in una fase di prudente, ma continua ripresa", ha dichiarato all'ats Karine Szegedi, responsabile a Deloitte Svizzera del settore Fashion & Luxury. La Cina sta registrando una buona progressione, Hong Kong si sta riprendendo così come l'Europa. Se le vendite negli Stati Uniti sono più limitate, taluni marchi hanno registrato una crescita, ha aggiunto Szegedi.

Le forniture di orologi svizzeri in direzione degli USA sono diminuite dell'1,9% in gennaio, in un raffronto annuale. Il calo del mercato americano dura da due anni, stando alla Federazione orologiera svizzera (FH). Le esportazioni sono complessivamente aumentate del 12,6% a 1,6 miliardi sullo stesso periodo: secondo il l presidente della FH Jean-Daniel Pasche, tale crescita è dovuta all'incremento del commercio digitale. Le vendite realizzate attraverso piatteforme di distribuzione all'estero non sono contabilizzate negli scambi commerciali tra la Svizzera e gli USA.

Il 2017 è stato contraddistinto dalla ripresa del settore, dopo due esercizi in forte calo. Le esportazioni orologiere della Svizzera hanno registrato una progressione del 2,7% a quasi 20 miliardi di franchi.

Per il 2018, taluni esperti si aspettano una crescita del 4% delle esportazioni orologiere. Dal canto suo, Jean-Daniel Pasche ritiene che la progressione sarà certamente dello stesso ordine di grandezza del 2017.

Fiera più importante al mondo - Mentre si sta assistendo nuovamente a una crescita dell'orologeria svizzera, "il mercato è cambiato", ha rilevato Karine Szegedi. "Non è più così facile vendere a qualsiasi prezzo. I clienti sono più informati ed esigono un migliore adeguamento tra il prodotto e il prezzo".

Nonostante la ripresa del settore orologiero, Baselword sta vivendo una crisi: nel 2018 gli espositori saranno 600, al massimo 700, contro i 1300 dell'anno scorso. "Il tempo in cui il 30% della produzione era venduta o prevenduta a Basilea è passato", ha osservato Karine Szegedi.

Il Salone, che è molto oneroso per gli espositori, non è probabilmente più così adeguato nell'era digitale. Gli acquirenti non intendono più aspettare diversi mesi prima di ottenere le commesse. I marchi vogliono presentare le loro novità lungo tutto l'arco dell'anno e cercano quindi a ridurre il tempo della commercializzazione dei nuovi prodotti, ha spiegato la responsabile presso Deloitte.

Baselworld subisce inoltre la concorrenza del Salon international de la haute horlogerie (SIHH) di Ginevra. "I clienti non intendono più necessariamente venire due volte in Svizzera", ha osservato Karine Szegedi.

Pur ammettendo che i visitatori stranieri vorrebbero che i due saloni si tengano pressoché nello stesso periodo, Jean-Daniel Pasche ritiene che le due fiere si completino. A suo avviso, "Baselworld è l'esposizione orologiera più importante al mondo ed è fondamentale che essa abbia luogo in Svizzera".

L'edizione di quest'anno sarà ridotta da otto a sei giorni e si terrà dal 22 al 27 marzo. Taluni espositori, delusi da Baselword, hanno deciso di organizzare una contromanifestazione a La Chaux-de-Fonds (NE) durante il Salone e l'hanno ribattezzata "Technical watchmaker show". Le otto imprese che vi partecipano non hanno noleggiato uno spazio pubblico, ma hanno deciso di aprire le porte ai professionisti dell'orologeria di passaggio in Svizzera.
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 03:05:55 | 91.208.130.87