Keystone
SVIZZERA
13.03.2018 - 15:590

Top manager, nuovo boom dei compensi: «Fuori controllo»

Travail.Suisse auspica una revisione del diritto societario per contenere le retribuzioni

ZURIGO - I primi rapporti d'esercizio di banche e industrie farmaceutiche fanno ritenere che i compensi attribuiti ai top manager per gli esercizi 2017 siano nettamente aumentati: lo afferma Travail.Suisse, che punta il dito contro un ulteriore ampliamento del divario salariale esistente fra dirigenti e dipendenti.

A cinque anni dal sì popolare all'iniziativa Minder sulle retribuzioni abusive il problema delle stipendi eccessivi rimane irrisolto, sostiene la federazione sindacale in un comunicato odierno.

Molti rapporti aziendali saranno pubblicati nei prossimi mesi, ma già sin d'ora è chiaro che con la ripresa congiunturale è partito anche un nuovo boom dei compensi. Il CEO di UBS Sergio Ermotti ha visto lievitare la retribuzione di mezzo milione a 14,2 milioni e aumenti in busta paga sono andati anche al numero uno di Roche, Severin Schwan, e all'ex presidente della direzione di Novartis, Joseph Jimenez.

Per Travail.Suisse è chiaro che nella prossima revisione del diritto societario saranno necessarie ulteriori misure per contenere le retribuzioni ritenute ormai fuori controllo. Viene inoltre richiesta maggiore trasparenza sui compensi dei dirigenti e una tassazione aggiuntiva molto elevata dell'indennità.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Tags
compensi
top manager
boom
fuori controllo
retribuzioni
travail.suisse
manager
nuovo boom
controllo
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-26 17:26:15 | 91.208.130.86