keystone
SVIZZERA
09.02.2018 - 07:380
Aggiornamento 15:22

Ems-Chemie archivia un'annata brillante

Il gruppo ha chiuso il 2017 con un utile di 484 milioni di franchi e un fatturato a 2,15 miliardi, in crescita dell'8%

COIRA - Ems-Chemie archivia un altro anno brillante: il gruppo grigionese attivo nelle specialità chimiche ha chiuso il 2017 con un utile di 484 milioni di franchi, il 6,3% in più dell'anno precedente. Il fatturato è salito dell'8,2% a 2,15 miliardi.

In una conferenza stampa odierna a Zurigo, la direttrice del gruppo Magdalena Martullo-Blocher ha spiegato l'aumento delle vendite e degli utili con la crescita superiore al mercato grazie a prodotti innovativi. È la prima volta che il fatturato dell'azienda, diretta da Herrliberg (ZH) ma con la fabbrica principale a Domat/Ems (GR), supera la soglia dei due miliardi, raggiungendo così un obiettivo fissato per il 2017.

Il risultato è stato raggiunto in un contesto economico piuttosto favorevole, ma comunque segnato da un rallentamento della crescita nella produzione di automobili, ha aggiunto la consigliera nazionale (UDC/GR) figlia dell'ex consigliere federale Christoph Blocher.

All'incremento dei ricavi ha contribuito anche l'aumento dei costi delle materie prime, fattore che ha permesso al gruppo di ritoccare al rialzo i prezzi di vendita.

Ems-Chemie ha realizzato la quasi totalità (96,8%) del fatturato all'estero: il 51,5% in Europa, il 27,3% in Asia e il 15,8% in America settentrionale.

Il risultato operativo Ebit si è attestato a 582 milioni, con una progressione del 6,3%. Questo miglioramento di redditività illustra la crescita delle vendite di prodotti con margine elevato, su cui Ems-Chemie punta. Parallelamente il gruppo è riuscito a contenere le spese.

Martullo-Blocher ha tenuto a sottolineare la redditività nettamente superiore della società da lei diretta rispetto a quella di altri concorrenti elvetici per il settore dell'automobile, come Autoneum e GF Automotive.

Le cifre pubblicate oggi corrispondono in media alle anticipazioni degli analisti consultati dall'agenzia di stampa finanziaria Awp.

I vertici della società propongono agli azionisti il versamento di un dividendo di 14,50 franchi per azione (+1,50 franchi). L'assemblea generale dell'11 agosto dovrà anche pronunciarsi su un dividendo straordinario di 3,50 franchi (4 franchi nel 2016).

L'anno scorso il gruppo ha investito 49 milioni di franchi, il 31% in meno rispetto al 2016. Il 60% della somma è stata destinata al sito di Domat/Ems, dove in giugno è entrato in servizio un sito per polimeri speciali.

Per l'anno in corso Martullo-Blocher si aspetta un'ulteriore, lieve, crescita di ricavi ed Ebit. L'ottimismo, a suo avviso, è giustificato dalla favorevole evoluzione degli indicatori economici e dalle condizioni fiscali.

Ems-Chemie intende accompagnare la crescita della produzione di vetture elettriche. Questo segmento, ha spiegato la direttrice, offre numerose nuove applicazioni per i polimeri, in particolare per i sistemi di raffreddamento, per quelli destinati alla ricarica e per i rivestimenti delle batterie.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Tags
franchi
ems-chemie
miliardi
ems-chemie archivia
crescita
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-10-17 14:54:50 | 91.208.130.87