Keystone
CINA
25.05.2017 - 11:170

Portaerei Usa in acque cinesi, Pechino protesta

PECHINO - Il cacciatorpediniere Uss Dewey ha navigato entro le dodici miglia di una delle isole artificiali realizzate dalla Cina nelle Spratly, nelle acque contese del mar Cinese meridionale, nella prima operazione sulla "libertà di navigazione" della presidenza di Donald Trump. La Cina ha inviato due fregate che hanno "messo in guardia e allontanato" la Dewey dopo l'ingresso nelle acque territoriali "senza permesso", ha affermato il portavoce del ministero della difesa. "Abbiamo presentato un grave reclamo alla parte americana", ha aggiunto.

"Ci opponiamo con decisione al comportamento degli Usa di ostentare forza e di spingere verso la militarizzazione regionale", ha aggiunto il portavoce del ministero della difesa, Ren Guoqiang.

Un blitz deciso, nel mezzo degli sforzi di Pechino per trovare un meccanismo di dialogo coi Paesi vicini sulle dispute territoriali e della richiesta di aiuto sul nucleare della Corea del Nord, "che non aiuta la pace e la stabilità nell'area".

Le relazioni tra Usa e Cina stanno vivendo "un passaggio critico, ma invitiamo la parte americana ad agire per lo sviluppo delle mutue e benefiche relazioni".

Potrebbe interessarti anche
Tags
acque
usa
pechino
cina
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-20 01:22:15 | 91.208.130.87