Keystone
REGNO UNITO
16.05.2018 - 17:270

Attentato di Manchester: la polizia si era "persa" 300 feriti

Il conteggio è stato rivisto a un anno di distanza

MANCHESTER - La polizia britannica rifà i conti a un anno di distanza dal tragico attentato jihadista suicida del 22 maggio 2017 alla Manchester Arena, fra gli spettatori perlopiù giovanissimi che uscivano dal concerto della popstar Ariana Grande, e 'scopre' 300 feriti in più. L'annuncio, per certi versi sconcertante, è ripreso oggi dalla Bbc.

Secondo Russ Jackson, numero due della Greater Manchester Police, la stima è stata rivista dopo mesi di verifiche. «Ora sappiamo - ha detto Jackson - che in aggiunta ai 22 uccisi, 800 persone hanno riportato lesioni fisiche e psichiche», invece delle circa 500 indicate finora. Il funzionario non è entrato nei dettagli di questa 'revisione', evidenziando piuttosto la gravità dell'accaduto e le conseguenze a lungo termine per diverse vittime, pur a dispetto della loro elogiata capacità di reazione associata a quella delle famiglie e della città.

L'attentato fu compiuto dal 22enne Salman Abedi, figlio di ex rifugiati libici anti-Gheddafi trasformatosi secondo le indagini in 'kamikaze' dopo essersi avvicinato all'Isis.

Tags
manchester
attentato
polizia
feriti
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-05-25 20:27:45 | 91.208.130.87