Google Maps
ARGENTINA
08.02.2018 - 17:480

Guerra tra i narcos, uccisi padre e figlioletto

Le due vittime erano sedute sul marciapiede di fronte a casa

BUENOS AIRES - Un uomo e suo figlio di 3 anni sono stati uccisi crivellati da colpi d'arma da fuoco a Rosario, in Argentina, dove da tempo va avanti una guerra tra i narcotrafficanti della città.

L'omicidio è avvenuto mentre Pablo Riquelme, 27 anni, era seduto sul marciapiede di fronte a casa sua con Jamil, suo figlio di 3 anni. Due uomini hanno sparato loro da una motocicletta. Riquelme è morto in ospedale, mentre il bambino è arrivato già senza vita nell'istituto sanitario dopo essere stato colpito al petto.

Rosario è la seconda città più importante del Paese, dove, secondo il quotidiano La Nación, le violenze estreme derivanti dalle rivalità tra gruppi di "narcos" hanno causato 26 morti finora quest'anno.

Tags
guerra
figlio
narcos
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-15 04:53:50 | 91.208.130.86