Keystone
STATI UNITI
04.10.2017 - 18:570

Russiagate: la commissione del Senato crede all'interferenza di Mosca

Lo ha detto il presidente dell'organismo, Richard Burr. Finora Donald Trump ha messo in dubbio tali conclusioni

WASHINGTON - La commissione intelligence del Senato che sta indagando sul Russiagate crede nelle conclusioni della comunità di intelligence Usa sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016. Lo ha detto il senatore repubblicano Richard Burr, presidente della stessa commissione, presentando alcuni risultati preliminari delle indagini, nelle quali sono state interrogate oltre 100 persone e sono stati esaminati oltre 100 mila documenti. Finora Donald Trump ha messo in dubbio tali conclusioni.

«Stiamo indagando ancora su una possibile collusione», ha aggiunto, riferendosi al troncone d'indagine sul possibile coordinamento tra la campagna di Donald Trump e Mosca.

La collusione è una «questione aperta» - La questione di una possibile collusione tra la campagna di Donald Trump e Mosca è ancora aperta: lo ha detto lo ha detto il senatore Richard Burr, presidente della commissione intelligence del Senato, rispondendo ad una domanda durante la presentazione dei risultati preliminari dell'inchiesta.

«Stiamo ancora investigando», ha sottolineato, precisando che non è ancora stata raggiunta alcuna conclusione.


 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
commissione
donald trump
senato
donald
trump
mosca
collusione
richard burr
richard
burr
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-23 15:21:31 | 91.208.130.87