Guadagnare tempo, aumentare il benessere fisico e psichico e non generare emissioni di CO2 né inquinamento fonico: ci sono tante buone ragioni per utilizzare più spesso la bicicletta per andare al lavoro
ENERGY CHALLENGE
12.06.2019 - 18:520

Ecco perché dovremmo andare più spesso al lavoro in bicicletta

Efficiente, sana e sostenibile: ci sono ottimi motivi per cui dovremmo andare al lavoro in bicicletta

 

Secondo l'Ufficio federale di statistica, in Svizzera ci sono circa quattro milioni di pendolari. Nel 2017 il 70 per cento lavorava al di fuori del proprio Comune di residenza: una percentuale notevolmente più elevata rispetto al 1990 (59%). Di conseguenza, oggi flussi di pendolari nettamente superiori rispetto a solo pochi decenni fa attraversano l’Altipiano svizzero e le valli alpine. Dal raffronto cantonale emerge che, rispetto alle loro dimensioni, Basilea Città e Zugo sono i Cantoni che attirano il maggior numero di pendolari dagli altri Cantoni. Un rilevamento effettuato nel 2017 ha mostrato che poco più della metà dei pendolari (52%) ha utilizzato l'automobile come mezzo di trasporto principale per il tragitto casa-lavoro. Il 31 per cento dei pendolari si è recato al lavoro con i trasporti pubblici, il 15 per cento a piedi oppure in bicicletta.

Oltre un terzo dell’energia totale consumata in Svizzera è da attribuire ai trasporti. Secondo l'Ufficio federale di statistica, il fabbisogno di energia per i trasporti in Svizzera viene soddisfatto per il 94 per cento con prodotti petroliferi. I veicoli alimentati da motori a combustione provocano inoltre emissioni di gas serra. Nel 2017, le emissioni di CO2 causate dalla mobilità a livello svizzero ammontavano in totale a 14,8 milioni di tonnellate di CO2 ossia al 39 per cento delle emissioni totali di diossido di carbonio in Svizzera. Nel conteggio non sono inoltre inclusi i voli internazionali.

Le biciclette non generano emissioni di CO2 né inquinamento fonico
Circa un terzo degli spostamenti effettuati in auto e circa due terzi di quelli effettuati con i mezzi pubblici ammontano a meno di tre chilometri. Utilizzando la bicicletta sarebbe possibile arrivare a destinazione più velocemente, senza stress e soprattutto senza produrre emissioni. La bicicletta non produce inquinamento fonico né emissioni di CO2 e non richiede particolari sforzi fisici. L’energia grigia prodotta per l’utilizzo di qualche goccia d’olio per le parti meccaniche, per la produzione di gomma per i freni e gli pneumatici nonché per la fabbricazione della bicicletta stessa è trascurabile se confrontata all’impatto ambientale generato dalle automobili. Rinunciare all’auto di tanto in tanto e utilizzare invece la bicicletta per andare al lavoro è un contributo davvero importante alla protezione ambientale.

Quali sono gli altri effetti benefici che porta saltare in sella due volte al giorno per compiere il tragitto casa-lavoro in bicicletta? Il movimento aumenta il benessere fisico e psichico. Andando in bicicletta si allenano cuore e polmoni e anche la resistenza aumenta con ogni chilometro percorso. A seconda della velocità media, dell’età, della forma fisica e del sesso, un’ora di bicicletta brucia fino a 600 calorie. Pedalare sollecita inoltre in modo particolare i glutei e permette quindi di definire al meglio il lato B senza rinchiudersi in soffocanti centri fitness.

Già più di sei milioni di chilometri percorsi in bicicletta
Le azioni a livello nazionale come Bike to Work o Mercoledì in bici sono mirate a incoraggiare gli svizzeri a utilizzare di più la bicicletta. A inizio giugno, nel quadro di Bike to Work, gli oltre 70 000 partecipanti avevano già percorso più di sei milioni e mezzo di chilometri in bicicletta. Grazie a ciò è stato possibile risparmiare 900 tonnellate di CO2-equivalenti. Inoltre, chi va al lavoro in bicicletta il mercoledì e percorre almeno tre chilometri può registrare il proprio tragitto sul sito web di Mercoledì in bici e vincere buoni e premi vari.

Energy Challenge è un’iniziativa nazionale intrapresa da aziende svizzere e sostenuta da SvizzeraEnergia. Lo scopo principale è rendere la popolazione più consapevole sul tema energia e coinvolgerla nel risparmio energetico in maniera ludica. 20 Minuti, in qualità di partner media, mette in risalto il tema dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabile grazie ad approfondimenti, interviste e consigli pratici sui temi mobilità, alimentazione, apparecchi elettrici, viaggi e risanamento energetico. Tutte le informazioni relative a Energy Challenge 2019 e al concorso con premi per un ammontare di 200 000 franchi sono disponibili sull’app ufficiale per Android e iOS.

Guarda tutte le 6 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 18:49:10 | 91.208.130.86