tipress
ULTIME NOTIZIE Economia
CANTONE
4 ore
Sia NFT, che rivista: l'idea che arriva da Lugano
Si tratta di un progetto della società con sede a Lugano The Cryptonomist, in collaborazione con l'italiana ArtRights
Canada
4 ore
Zara, Adidas e LVMH sono coinvolte nella deforestazione dell'Amazzonia
Gli alberi vengono abbattuti per fare spazio ai capi di bestiame grazie ai quali si producono borse, scarpe e portafogli
UNIONE EUROPEA
14 ore
Dalla Commissione europea, 300 miliardi per i Paesi in via di sviluppo
Il piano si chiama "Global Gateway" vuole essere «una scelta positiva per lo sviluppo delle infrastrutture»
REGNO UNITO
16 ore
Per l'antitrust britannico, Zuckerberg deve vendere Giphy
La popolare tastiera virtuale per GIF era stata acquistata da Facebook nel 2020 per 400 milioni
STATI UNITI
19 ore
Cyber Monday, l'anno scorso era andata meglio
Gli analisti sono però convinti che si andrà incontro a vendite record durante le vacanze
MONDO
20 ore
L'impatto di Omicron sull'economia: i quattro scenari di Goldman Sachs
Nel caso peggiore potrebbe causare una frenata dello 0,4%, ma si azzarda anche un'ipotesi ottimistica
AUSTRALIA
1 gior
Westpac e quelle spese addebitate ai clienti deceduti
Clienti trattati in malo modo? Il gigante bancario Westpac è finito nei guai, e dovrà sborsare più di 130 milioni
TICINO / SVIZZERA
1 gior
I lingotti ticinesi di PAMP si fondono... con MKS
La nuova azienda impiegherà circa 270 persone in tutta la Svizzera, di cui 200 in Ticino
Francia
1 gior
Wish è stato bannato dai motori di ricerca
La decisione arriva in seguito al rilevamento di un numero ingente di prodotti non conformi alla legge e pericolosi
STATI UNITI
1 gior
Jack Dorsey non è più a capo di Twitter
Il creatore del celebre social abbandona la poltrona di Ceo sostituito dal CTO Parag Agrawal
SVIZZERA
1 gior
Black Friday, quest'anno meno acquisti rispetto al 2020
Le difficoltà di approvvigionamento possono aver pesato sul più grande evento promozionale dell'anno
SVIZZERA
2 gior
Domanda alta, offerta bassa: schizzano i prezzi di beni e servizi
I prezzi sono cresciuti, e pesano in particolare i combustibili: la benzina fa registrare un +26,3% su base annua
GIAPPONE
2 gior
Svolta green anche per Nissan: metà dei veicoli saranno elettrici
L'obbiettivo per il raggiungimento della quota green del 50% del parco veicoli è il 2030
SVIZZERA
16.11.2021 - 20:370
Aggiornamento : 17.11.2021 - 10:26

Il franco è di nuovo fortissimo

Il motivo è anche qui la pandemia. Ma non è del tutto una cattiva notizia. Ecco cosa c'è da sapere

Fonte 20 Minuten/Dominic Benz
elaborata da Davide Illarietti
Giornalista

LUGANO - Franco forte, anzi fortissimo. Attualmente vale 0.95 euro: mentre la moneta unica perde proporzionalmente di valore, quella rossocrociata ne guadagna sempre di più. La parità non era mai stata così vicina dopo aprile dell'anno scorso, quando il coronavirus impazzava in tutto il mondo. Ma perché il franco si sta apprezzando così tanto? E cosa significa per l'economia svizzera? Le domande e le risposte più importanti.
 
Quanto è forte il franco?
La scorsa primavera l'euro costava ben 1,11 franchi. Mentre l'economia globale si riprendeva dalle restrizioni anti-Covid, il denaro degli investitori ha lasciato la "cassaforte" svizzera per altri mercati. La pressione al rialzo è venuta meno, il franco è diventato più economico, ma è durata poco. A fine settembre l'euro valeva di nuovo 1.08 franchi. La Banca nazionale svizzera (BNS) considerava il franco ancora «molto apprezzato».

Da dove viene questo apprezzamento?
Molti economisti vedono la ragione nell'aumento dei prezzi al consumo in tutto il mondo, ossia nell'inflazione. Rispetto ad altri paesi, in Svizzera il fenomeno ha un ritmo contenuto. Per fare un confronti in ottobre l'inflazione è aumentata dell'1,2 per cento in Germania, del 4,1 per cento nella zona euro, del 6,2 per cento negli Stati Uniti. 

«Nei paesi con una spinta inflazionistica maggiore la moneta tende a svalutarsi» spiega Matthias Geissbühler, direttore degli investimenti di Raiffeisen. Investire in franchi è più attrattivo rispetto ad altre valute, spiega l'esperto: «Il basso tasso d'inflazione in Svizzera attira dei fondi e porta a un apprezzamento ulteriore della moneta». Raiffeisen prevede che il corso dell'euro si attesterà su un cambio a 1.06 franchi nei prossimi mesi. 

Cosa c'entra la crisi pandemica?
Secondo Geissbühler il ritmo dell'apprezzamento del franco nelle ultime settimane è aumentato per via della situazione pandemica. Paesi come Austria e Germania hanno rafforzato le restrizioni, e il franco ne ha beneficiato: «In una congiuntura così incerta i capitali sono tornati a rifugiarsi in Svizzera, che per i depositi finanziari è un porto sicuro». Lo stesso effetto è visibile anche nell'oro. A fine settembre un'oncia era valutata 1760 dollari, al momento è a 1860. 

Chi ci guadagna?
I consumatori svizzeri possono essere contenti. «Le vacanze nell'Ue diventano più economiche, e anche fare acquisti oltre confine» spiega Geissbühler. Con l'avvicinarsi delle vacanze natalizie il turismo dello shopping potrebbe aumentare, anche se «non sappiamo per quanto tempo ancora le frontiere rimarranno aperte». 

La grande distribuzione svizzera e i negozianti non sono comunque preoccupati. «Non prevediamo una fuga dei consumatori verso Italia, Francia o Germania» afferma Dagmar Jenni dell'associazione di categoria Swiss Retail Federation. Gli alti prezzi della benzina potrebbero dissuadere molti. «Inoltre le formalità d'ingresso negli altri paesi sono ancora un forte disincentivo». 

L'export soffre ancora?
Un franco forte è generalmente negativo per l'economia delle esportazioni. «Le vittime sono principalmente le piccole e medie imprese che esportano pesantemente o esclusivamente verso il mercato europeo» afferma Geissbühler. Le aziende sono meno competitive perché i prodotti svizzeri sono più costosi all'estero. Le multinazionali sono meno colpite, perché operano anche su larga scala nell'area del dollaro. La valuta statunitense si è leggermente apprezzata nei confronti del franco. «Ciò compensa eventuali perdite di euro».

Le imprese protestano?
Finora il franco forte non ha suscitato grandi proteste da parte delle associazioni del mondo economico. Questo perché, secondo Geissbühler, l'apprezzamento sull'euro è dovuto soprattutto a un indebolimento generale della valuta europea. «L'euro non si è indebolito solo rispetto al franco, ma rispetto a tutte le principali valute». Inoltre, le aziende possono compensare le minori entrate con un aumento dei prezzi: «Questo è più facile in un momento in cui il libero mercato presenta notevoli strozzature a causa della pandemia». In tutto ciò la Bns resta (per ora) a guardare: la banca nazionale ha preferito finora non intervenire in modo pesante nel mercato valutario, ma potrebbe farlo se il franco dovesse mantenersi al di sotto del cambio 1,05. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 11:19:33 | 91.208.130.87