Immobili
Veicoli
KEYSTONE
Roche ha chiuso positivamente l'esercizio 2019.
SVIZZERA
30.01.2020 - 07:460
Aggiornamento : 08:41

Roche, vendite e utili in aumento nel 2019

Il gruppo farmaceutico ha raggiunto gli obiettivi che si era posto per lo scorso anno

di Redazione
Ats Awp

BASILEA - Roche ha chiuso positivamente l'esercizio 2019: il giro d'affari è salito dell'8% su base annua a 61,47 miliardi di franchi (+9% a tassi di cambio costanti), l'utile netto del 30% a 14,11 miliardi (+32% senza gli effetti valutari) .

Gli obiettivi che il gruppo farmaceutico si era posto sono così stati raggiunti. Il fatturato è lievemente inferiore alle attese degli analisti consultati dall'agenzia Awp, ossia 61,85 miliardi di franchi, mentre l'utile netto "core", pari a 18,06 miliardi, è superiore ai 17,18 miliardi anticipati dagli esperti.

L'utile operativo "core" è da parte sua aumentato del 10% (+11% senza gli effetti valutari) a 22,5 miliardi.

Nella divisione Pharmaceuticals le vendite sono salite del 10% (+11% a tassi di cambio invariati) a 48,52 miliardi, grazie soprattutto ai prodotti più recenti come l'Ocrevus, il Tecentriq e l'Helimbra che hanno raggiunto lo status di "blockbuster", ossia che generano un giro d'affari superiore al miliardo di franchi. Da parte sua la divisione Diagnostics è cresciuta dell'1% (+3%) a 12,95 miliardi.

Agli azionisti viene proposto un dividendo di 9 franchi per azione dopo 8.70 franchi in precedenza. Per l'esercizio 2020 il gruppo si mostra prudente e punta a lieve incremento delle vendite e dell'utile "core" per azione, entrambi a tassi di cambio costanti.

11,5 milioni per Schwan - Anche l'anno scorso Severin Schwan, CEO di Roche, ha potuto contare su una remunerazione milionaria, benché in lieve calo: al manager è stato riconosciuto un salario di 11,5 milioni di franchi, 300 mila franchi in meno rispetto all'esercizio 2018. Il salario di base è rimasto fermo a 4 milioni.

Oltre al fisso, Schwan può contare su una parte variabile della remunerazione composta di titoli, con una scadenza decennale, e altre prebende. Se si tiene conto anche delle azioni bloccate, il salario del CEO ammonta nell'esercizio appena trascorso a 14,2 milioni.

Il CEO di Novartis, multinazionale che ieri ha presentato i risultati, Vas Narasimhan, ha ricevuto nel 2019 10,6 milioni, una somma in sensibile crescita rispetto all'anno precedente, ma sempre inferiore a quella riconosciuta a Schwan.

I membri della direzione di Roche si sono portati a casa globalmente 38 milioni, a fronte dei 39,3 milioni del 2018, come si legge nel rapporto di bilancio. Questa somma contempla anche i versamenti eseguiti ai manager che hanno nel frattempo lasciato l'azienda.

Il presidente del Consiglio di amministrazione di Roche, Christoph Franz, si è dovuto accontentare di 5,7 milioni, stessa somma dell'esercizio 2018. Anche in questo caso Franz può guardare dall'alto in basso il suo omologo di Novartis, Jörg Reinhard, che per l'esercizio 2019 ha intascato "solo" 3,8 milioni.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-18 02:33:11 | 91.208.130.86