Depositphotos (archivio)
Nei prossimi dieci-vent'anni i lavoratori nati negli anni del "baby boom" andranno in pensione.
ULTIME NOTIZIE Economia
TICINO / SVIZZERA
1 ora
I lingotti ticinesi di PAMP si fondono... con MKS
La nuova azienda impiegherà circa 270 persone in tutta la Svizzera, di cui 200 in Ticino
Francia
13 ore
Wish è stato bannato dai motori di ricerca
La decisione arriva in seguito al rilevamento di un numero ingente di prodotti non conformi alla legge e pericolosi
STATI UNITI
18 ore
Jack Dorsey non è più a capo di Twitter
Il creatore del celebre social abbandona la poltrona di Ceo sostituito dal CTO Parag Agrawal
SVIZZERA
18 ore
Black Friday, quest'anno meno acquisti rispetto al 2020
Le difficoltà di approvvigionamento possono aver pesato sul più grande evento promozionale dell'anno
SVIZZERA
22 ore
Domanda alta, offerta bassa: schizzano i prezzi di beni e servizi
I prezzi sono cresciuti, e pesano in particolare i combustibili: la benzina fa registrare un +26,3% su base annua
GIAPPONE
1 gior
Svolta green anche per Nissan: metà dei veicoli saranno elettrici
L'obbiettivo per il raggiungimento della quota green del 50% del parco veicoli è il 2030
REGNO UNITO
1 gior
Nel Regno Unito potrebbe mancare l'alcol per Natale
Un "cocktail perfetto" sta rallentando la distribuzione di superalcolici e bollicine, rendono attenti gli specialisti
SVIZZERA
4 gior
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
4 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
4 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
4 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
ZURIGO
11.07.2019 - 11:420

In Svizzera presto mancheranno mezzo milione di lavoratori

Gli esperti di lavoro di UBS suggeriscono di flessibilizzare l'età di pensionamento per contrastare la penuria

ZURIGO - Alla Svizzera mancherà presto fino a mezzo milione di lavoratori. L'immigrazione, da sola, non basterà a colmare la penuria di forza lavoro secondo gli esperti di UBS, i quali suggeriscono di flessibilizzare l'età di pensionamento e di sfruttare meglio il potenziale delle donne impiegate a tempo parziale per far fronte a questa sfida.

Nei prossimi dieci-vent'anni i lavoratori nati negli anni del "baby boom" andranno in pensione. Ma poiché il numero dei giovani che entrano nel mercato del lavoro sarà nettamente inferiore, nel prossimo decennio la Svizzera sarà confrontata con una penuria di forze lavoro, scrive UBS in uno studio pubblicato oggi.

Se il tasso di crescita dell'occupazione resta sui livelli registrati dal 1960 (+1% all'anno), secondo i calcoli della grande banca alla Svizzera mancheranno nei prossimi dieci anni oltre 300'000 lavoratori. Se la domanda resterà dinamica come negli ultimi quindici anni (1,3% annuo) ne mancheranno perfino 500'000.

In passato, il fabbisogno supplementare di manodopera è stato coperto soprattutto con l'elevata immigrazione. Nei prossimi dieci anni la Svizzera necessiterebbe di un tasso di immigrazione netto di oltre 100'000 persone all'anno per far fronte a una crescita dell'occupazione dell'1% annuo.

Ma un'immigrazione così forte si scontra con una marcata opposizione a livello sia politico che sociale, ritengono gli esperti di UBS. L'immigrazione non dovrebbe quindi essere la prima e unica opzione per reclutare più manodopera.

Alternativamente, secondo la grande banca, la penuria potrebbe essere colmata con un'inclusione maggiore delle forze lavoro, in particolare delle donne. Attualmente l'80% delle donne partecipa al mercato del lavoro, ma il 45% è attivo a tempo parziale. Soprattutto le donne con figli non più in età scolastica - ritiene UBS - avrebbero la possibilità di aumentare il tempo di lavoro.

La banca propone pure una maggiore partecipazione dei lavoratori più anziani al mercato del lavoro. A questo scopo serve un'impostazione flessibile dell'età di pensionamento: un aumento fisso di quest'ultimo sarebbe invece poco utile secondo il maggiore istituto bancario elvetico, considerando che non tutti i rami economici necessiteranno in futuro di più manodopera.

La domanda di forze lavoro dovrebbe continuare a salire nel settore della sanità e delle cure, mentre nell'industria dovrebbe stagnare. "Il boom dei posti di lavoro avverrà in particolare nei settori in cui oggi sono occupate soprattutto donne. Sul mercato del lavoro queste ultime, nei prossimi anni, probabilmente se la caveranno meglio degli uomini", spiega UBS.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 2 anni fa su tio
@Sir Stanley !!! Salvata si ma ha rimborsato tutto quanto ricevuto. Poi sul resto si può discutere che paghino multe per fatti risalenti ad anni fa . Certe hanno chiuso mettendo sul lastrico centinaia di migliaia di risparmiatori, vendendo carta straccia con la promessa di guadagni favolosi ! Uno pochino a sud del confine ;D Voleva la stessa cosa ?
Sir Stanley 2 anni fa su tio
Possibile che dobbiamo continuare a prendere lezioni su come gestire l'economia da una banca che dieci anni fa ha dovuto essere salvata dallo stato proprio perché non ha saputo gestire se' stessa dal punto di vista economico? E men che meno sa gestire se' stessa dal profilo etico, dato che un giorno sì e l'altro anche è chiamata a pagare multe milionarie per tenere i suoi manager col vizietto compulsivo della frode fiscale e del riciclaggio internazionale fuori dalla galera.
miba 2 anni fa su tio
E proprio loro (le grandi banche) sono quelle che hanno ubicato i loro call center in ogni parte del mondo........
anndo76 2 anni fa su tio
@miba ciao miba, come ho scritto e molte volte "scontrato" con te, si avvera quello che ti dicevo..... :-) e' un problema prettamente europeno e non solo svizzero
F.Netri 2 anni fa su tio
Lo studio però non accenna al profilo che dovrebbe avere questo mezzo milione di persone. Questo sarà il vero problema!
anndo76 2 anni fa su tio
@F.Netri ciao, indipendentemente dai profili, e' e sara' sempre piu' una necessita. Aumentano gli anziani, diminuiscono i giovani ( aggiungi, come molti articoli hanno riportato, che i giovani non vogliono piu' fare molti lavori ) ergo devi "importare" lavoratori. E' un problema prettamente europeo per i motivi di cui ho scritto.
F.Netri 2 anni fa su tio
@anndo76 Tu fai riferimento a posti di lavoro che saranno comunque eliminati dalla tecnologia. Io facevo invece riferimento a posti di lavoro che mancheranno anche fra 10 / 20 anni.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 09:57:37 | 91.208.130.87