Keystone
SVIZZERA
17.12.2018 - 08:510

Salt: «L'ingresso nella rete fissa è stato positivo»

«Siamo soddisfatti dello sviluppo del numero di clienti», ha affermato il CEO Pascal Grieder

ZURIGO - L'operatore telecom Salt traccia un bilancio positivo del suo ingresso nel settore della rete fissa, la scorsa primavera. «Siamo soddisfatti dello sviluppo del numero di clienti», afferma il CEO Pascal Grieder in un'intervista pubblicata oggi dal Tages-Anzeiger e altre testate.

Grieder non ha voluto però fornire dettagli al riguardo. «Riteniamo che mantenere riservate le cifre per noi rappresenti al momento un vantaggio competitivo».

Come noto Swisscom e Sunrise affermano di non sentire l'entrata sul mercato del nuovo concorrente finora attivo solo nel segmento mobile. Ma Grieder smentisce l'idea che lo sbarco sia stato un insuccesso: «Salt Fiber si sta sviluppando nel quadro delle aspettative».

Il presidente della direzione in carica da settembre ha anche ammesso che all'inizio il servizio è stato confrontato con «malattie infantili» e che l'impresa è stata troppo lenta a far fronte ai problemi. «I clienti si rivolgono in parte anche a me. Mi occupo di questi casi personalmente».

Il manager 41enne e padre di tre figli spiega di aver ricevuto un mandato «relativamente semplice» dal proprietario di Salt, l'imprenditore francese Xavier Niel: l'azienda deve guadagnare quote di mercato e mantenere la redditività. Questo vale per sia per l'attività con i clienti privati, che per quella con le aziende.

Grieder sottolinea anche che la fase di ristrutturazione del 2017 è ormai superata. «Salt è dimagrita ed è in forma». Per rimanerlo deve restare magra ed efficiente, conclude il dirigente.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-24 12:25:32 | 91.208.130.87