Immobili
Veicoli
Keystone
ULTIME NOTIZIE Economia
SVIZZERA
19 ore
Giornali consegnati in ritardo (a causa di Omicron)
Varie testate hanno avvertito i loro lettori del problema
SVIZZERA
21 ore
Storie (elettriche) tese, Sommaruga si prepara
Dal prossimo inverno dovrebbe scattare l'obbligo di riserve d'emergenza di energia idroelettrica
STATI UNITI / CINA
22 ore
Sospesi 44 voli passeggeri di compagnie aeree cinesi
È la risposta alle restrizioni sanitarie anti Covid imposte da Pechino alle compagnie aeree americane
SVIZZERA
1 gior
Thomas Oetterli scende dall'ascensore e se ne va
Il CEO di Schindler ha annunciato le proprie dimissioni «con effetto immediato»
UNIONE EUROPEA
1 gior
Unione Europea, niente etichetta di “energia verde” per il nucleare
Lo hanno deciso gli esperti. Il motivo? È a emissioni zero, ma non impatto zero. Bocciato (con riserva) il gas naturale
STATI UNITI
1 gior
Rallenta la crescita degli abbonati, tonfo di Netflix a Wall Street
A pesare è anche l'agguerrita concorrenza e la riapertura dell'economia
SVIZZERA
1 gior
Galaxus aggiunge Decathlon al suo assortimento
Durante la pandemia è cresciuta la domanda di articoli sportivi, ha spiegato il rivenditore
STATI UNITI
2 gior
Instagram e la nuova offerta a pagamento
È in fase di test una funzionalità che permette agli utenti di abbonarsi a dei profili e accedere a contenuti esclusivi
FRANCIA / GERMANIA
2 gior
Il nucleare? «Non è un'energia né sostenibile né economica»
Il segretario di stato tedesco per l'ambiente Stefan Tidow ha espresso la propria contrarietà
MONDO
2 gior
Twitter, un bollino rosso contro le fake news Covid
Arriva l'etichetta "Fuorviante" per contraddistinguere i contenuti «indiscutibilmente falsi o ingannevoli»
STATI UNITI
2 gior
L'improvviso interesse di Google per le criptovalute
La compagnia ha annunciato di aver creato una nuova divisione blockchain, guidata dal vicepresidente Venkataraman
SVIZZERA
02.11.2017 - 07:180
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Utile netto di 244 milioni per Credit Suisse

L'istituto elvetico ha avuto un ottimo terzo trimestre facendo registrare un sensibile rialzo rispetto al risultato dello scorso anno

ZURIGO - Credit Suisse ha realizzato nel terzo trimestre del 2017 un utile netto attribuibile agli azionisti di 244 milioni di franchi, in sensibile rialzo rispetto ai 41 milioni di un anno fa. La direzione punta adesso a superare gli obiettivi di risparmio.

Nel periodo in rassegna, l'utile prima delle imposte ha raggiunto i 400 milioni di franchi, in aumento dell'80% su un anno, precisa la nota odierna del numero due bancario elvetico. Le cifre sono state positive nonostante il regolamento di un contenzioso negli Stati Uniti, che ha comportato un onere straordinario di 79,5 milioni di dollari. L'accordo concerneva la vendita di prodotti strutturati nel corso dell'ultima crisi finanziaria negli anni 2007-2008.

I risultati rientrano nelle attese degli analisti, che ipotizzavano un utile fra i 187 e i 274 milioni. Alla Borsa svizzera stamani il titolo avanza di oltre il 3%.

Il contesto del terzo trimestre, tradizionalmente più debole, è ritenuto difficile. Malgrado un miglioramento delle prospettive di crescita, l'incertezza geopolitica, le decisioni delle banche centrali e il calendario delle riforme negli Stati Uniti hanno frenato l'attività clientela, osserva la banca. A questo si aggiungono livelli di volatilità storicamente bassi.

I ricavi operativi generati nel terzo trimestre sono diminuiti dell'8% in un anno a 4,97 miliardi di franchi. I costi sono stati pari a 4,5 miliardi, in calo dell'11% su un anno.

La direzione ha annunciato misure di risparmio supplementari per circa 400 milioni nel terzo trimestre e per un miliardo dopo nove mesi. «Siamo persuasi che termineremo il 2017 al di sotto del nostro obbiettivo di spesa totale, fissato a 18,5 miliardi di franchi», sostiene il CEO dell'istituto finanziario Tidjane Thiam, citato nel comunicato. «Per il 2017, l'obiettivo di 900 milioni di risparmi è già stato superato», ha precisato in una conferenza telefonica.

Nel terzo trimestre, la banca accusa globalmente un riflusso di 1,8 miliardi di franchi a livello di nuovi capitali, in seguito soprattutto della perdita di un mandato istituzionale. Tuttavia la gestione del patrimonio ha registrato un flusso netto di 10,4 miliardi per il terzo trimestre (+8% su un anno), e 33,2 miliardi dopo nove mesi (+11%). Alla fine di settembre, la quota di fondi fondi propri (CET1) è scesa al 13,2%, dopo 13,3% di tre mesi prima.

La banca universale suisse (SUB), che Credit Suisse aveva rinunciato a quotare parzialmente in Borsa, ha registrato nel terzo trimestre un utile prima delle imposta in calo del 44% a 426 milioni di franchi.

L'evoluzione è stata migliore per la divisione Wealth Management (IWM) che ha visto il suo utile prima delle imposte migliorare di altrettanto a 355 milioni di franchi. Per l'unità Asia Pacifico (Apac), l'aumento è stato del 16% a 218 milioni di dollari.

La redditività di Global Markets è scesa tra luglio e settembre a causa di fattori stagionali, ma è migliorata globalmente su nove mesi. Lo stesso dicasi per la banca d'investimento.

Per quanto riguarda il quarto trimestre, Credit Suisse ritiene che la crescita economica mondiale resterà forte, «ciò che potrebbe costituire un sostegno importante per le nostre attività malgrado l'incertezza geopolitica», precisa la nota. L'istituto punta su una performance sempre solida negli affari della gestione patrimoniale, ma con un rallentamento stagionale dei flussi netti di nuovi capitali.

Recentemente, il fondo speculativo RBR dell'investitore zurighese Rodulf Bohli , che detiene lo 0,2% del capitale azionario della banca, ha lanciato l'idea di dividere Credit Suisse in tre unità distinte, ovvero una banca d'affari, un asset management e un wealth management.

Dal canto suo Credit Suisse ha già fatto sapere che non cambierà strategia. L'approccio integrato è apprezzato dai clienti, ha sottolineato oggi Tidjane Thiam. La priorità resta l'attuazione della sua trasformazione strategica iniziata nel 2015.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Danny50 4 anni fa su tio
Ottimo risultato ??

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-23 07:01:13 | 91.208.130.89