Immobili
Veicoli
Keystone
ITALIA
07.12.2018 - 13:580

Facebook inganna gli utenti sui loro dati, multato

L'autorità antitrust ha accertato che il social network induce ingannevolmente gli utenti a registrarsi senza informarli dell'attività di raccolta, con intento commerciale, dei loro dati

ROMA - Facebook inganna gli utenti non informandoli a sufficienza sull'uso dei loro dati a scopi commerciali e praticando politiche aggressive: lo ha stabilito l'Autorità italiana garante della concorrenza e del mercato, che ha ravvisato una violazione del Codice del consumo ha inflitto multe per complessivi 10 milioni di euro.

L'autorità antitrust - si legge in un comunicato odierno - ha accertato che la rete sociale induce ingannevolmente gli utenti consumatori a registrarsi nella piattaforma non informandoli adeguatamente e immediatamente, in fase di attivazione dell'account, dell'attività di raccolta, con intento commerciale, dei dati da loro forniti, e, più in generale, delle finalità remunerative che sottendono la fornitura del servizio di social network, enfatizzandone la sola gratuità. «In tal modo, gli utenti consumatori hanno assunto una decisione di natura commerciale che non avrebbero altrimenti preso».

L'autorità ha inoltre accertato che Facebook attua una pratica aggressiva in quanto esercita un "indebito condizionamento" nei confronti dei consumatori registrati, i quali subiscono, senza espresso e preventivo consenso la trasmissione dei propri dati a siti web/app di terzi, per finalità commerciali. L'indebito condizionamento deriva «dall'applicazione di un meccanismo di preselezione del più ampio consenso alla condivisione di dati».

In considerazione dei rilevanti effetti della pratica sui consumatori, il garante ha imposto anche l'obbligo di pubblicare una dichiarazione di rettifica sul sito internet e sull'app per informare i consumatori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 3 anni fa su tio
che novità!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 07:23:13 | 91.208.130.85