Keystone
STATI UNITI
03.05.2018 - 15:240
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Musk: «Le domande degli analisti sono noiose». Tesla crolla in borsa

Il presidente e CEO della casa automobilistica americana è stato criticato per le sue esternazioni

NEW YORK - Il titolo di Tesla, la casa automobilistica americana che produce auto elettriche, affonda in borsa, dove arriva a perdere il 7,85%. Il miliardario visionario Elon Musk, presidente e CEO di Tesla, nella conferenza telefonica che ha seguito i risultati trimestrali si è lasciato andare a uno 'show' che non è andato giù al mercato: Musk ha bollato infatti come «noiose e stupide» le domande degli analisti, evitando di rispondervi.

Il primo a essere criticato per le sue domande è stato Toni Sacconaghi, analista di Sanford C Bernstein & Co, che ha incalzato Musk sulle spese di Tesla. ''Domande stupide'' è stata la riposta di Musk. Poi è toccato a Joseph Spak di RBC Capital Markets, che gli ha chiesto degli ordini del Model 3. Musk è rimasto in silenzio per 15 secondi poi ha detto: ''Prendiamo domande da YouTube. Scusate le vostre sono troppo monotone e mi stanno uccidendo''.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-09 12:49:42 | 91.208.130.89