Immobili
Veicoli

UNIONE EUROPEAL'Ue: «Vogliamo un accordo con Londra, non contro»

22.03.17 - 18:22
Lo afferma il capo negoziatore Michel Barnier: «L'uscita sia ordinata»
Keystone
UNIONE EUROPEA
22.03.17 - 18:22
L'Ue: «Vogliamo un accordo con Londra, non contro»
Lo afferma il capo negoziatore Michel Barnier: «L'uscita sia ordinata»

BRUXELLES - Sulla Brexit «lo scenario del 'no deal' non è il nostro. Noi vogliamo un accordo, vogliamo riuscire non contro la Gran Bretagna, ma con la Gran Bretagna». Così il capo negoziatore della Commissione Ue, Michel Barnier, al Comitato europeo delle Regioni. Barnier ribadisce la necessità di trovare prima un «accordo su un ritiro ordinato del Regno Unito» e solo dopo sulla futura partnership che regolerà i rapporti tra Ue e GB. «Se lasciassimo i problemi alla fine, rischieremmo di fallire», afferma.

Parlando della nuova partnership con la Gran Bretagna, dopo il divorzio, Barnier spiega: «Sebbene sia troppo presto negoziarla, non è troppo presto per delinearne i contorni. Al centro ci sarà l'accordo di libero scambio, che non sarà equivalente a quello che esiste attualmente».

«Il Regno Unito fa la scelta di uscire dal mercato unico e dall'unione doganale. E quindi tra due anni sarà uno Stato terzo», sottolinea Barnier.

«Non ci sono precedenti di accordi di libero scambio di questo tipo» spiega: «Fino ad oggi tutti gli accordi commerciali definiti dall'Ue si sono inquadrati in un processo di convergenza di regole. La Brexit ha creato una situazione diversa, perché i nostri standard e le nostre regole sono perfettamente integrate all'inizio del negoziato.

Quello che ci sta davanti è dunque il rischio, la probabilità di una divergenza delle regole che potrebbe nuocere al mercato interno. Quindi saremo vigili affinché questa divergenza non si trasformi in un dumping delle regole. E ricordo che questo accordo dovrà comunque essere ratificato da tutti gli Stati membri e dai loro Parlamenti nazionali».
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA