keystone-sda.ch / STR (PRSIDENTIAL PRESS SERVICE / HAND)
MONDO
07.05.2021 - 18:480

Oms, Washington vuole che Taiwan torni nell'assemblea

Il segretario di Stato Blinken: «La sanità globale e le sfide di sicurezza ad essa collegata non rispettano i confini»

WASHINGTON - Gli Stati Uniti chiedono di ripristinare la presenza di Taiwan nell'assemblea mondiale della sanità, l'organo legislativo dell'Oms che si riunirà dal 24 maggio. Una mossa che potrebbe suscitare le reazioni cinesi.

«Non c'è alcuna giustificazione ragionevole per proseguire l'esclusione di Taiwan da questo forum, e gli Usa chiedono al direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità di invitare Taiwan a partecipare come osservatore, come negli anni precedenti, prima che fossero registrate le obiezioni della Cina», ha detto il segretario di Stato Antony Blinken.

«La sanità globale e le sfide di sicurezza ad essa collegata non rispettano i confini ne' riconoscono le dispute politiche. Taiwan offre contributi di valore e lezioni apprese nel suo approccio a questi problemi», sottolinea Blinken.

«La leadership dell'Oms e tutte le nazioni responsabili dovrebbero riconoscere che escludere gli interessi di 24 milioni di persone dall'assemblea mondiale della sanità sarebbe dannoso per i nostri sforzi internazionali di mettere sotto controllo la pandemia e prevenire future crisi sanitarie», ha aggiunto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-16 18:54:58 | 91.208.130.89