keystone-sda.ch (Chris Kleponis / POOL)
Trump vuole allentare le misure restrittive, così da far ripartire l'economia.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
7 min
2500 morti in 48 ore negli Usa
Ritirate le offerte di aiuti di mascherine e forniture avanzate negli scorsi giorni agli alleati Nato
SOMALIA
1 ora
Bimbe di 3 e 4 anni rapite e stuprate
Sono stati compiuti diversi arresti
UCRAINA
1 ora
Brucia la foresta vicino a Chernobyl, timore per le radiazioni
Sono dovuti intervenire più di 100 vigili del fuoco, con due aerei e un elicottero
REGNO UNITO
3 ore
Boris Johson ha la febbre ma «è in buono spirito»
Le ultime informazioni legate al coronavirus dal mondo
RUSSIA
3 ore
Uccide cinque persone perché «parlavano a voce troppo alta»
«Le vittime sono morte sul colpo a causa delle ferite riportate» hanno spiegato gli investigatori
STATI UNITI
3 ore
Arriva la pandemia, corsa alle armi
Il mese scorso l'FBI ha effettuato 3,7 milioni di controlli per l'acquisto di armi, la cifra più alta di sempre
FRANCIA
5 ore
Attacco di Romans-sur-Isère, altri due arrestati
L'accoltellatore è stato identificato: ha 33 anni ed è in Francia dal 2017
ITALIA
6 ore
Bimbo di 4 anni morto a Caserta
La polizia sta ricostruendo la dinamica dei fatti
COLOMBIA
7 ore
Forte scoppio in miniera, 11 morti
Altri quattro minatori sono feriti, e due sono invece rimasti incolumi
MONDO
7 ore
Oltre 1,2 milioni di contagi
I decessi sono invece quasi 65'000, mentre i guariti 219'000
STATI UNITI
8 ore
Allaga una cella e ne cosparge di feci un'altra durante un arresto
Il 21enne è stato denunciato per danneggiamento di proprietà statali
REGNO UNITO
16 ore
Covid-19: Londra ripensa all'immunità di gregge
Il Regno Unito ha registrato un terribile incremento di 708 vittime in 24 ore per il coronavirus.
REGNO UNITO
17 ore
La Regina parlerà alla nazione
È solamente la quarta volta in 68 anni di regno
MONDO
18 ore
È boom di sex toys
La quarantena fa volare le vendite di questi prodotti
SVEZIA
18 ore
In Svezia bisogna «prepararsi a migliaia di vittime»
Il premier Stefan Lofven ha ribadito di non voler sovraccaricare il sistema sanitario ma è pronto al peggio
FOTO
FRANCIA
20 ore
L'accoltellatore di Romans-sur-Isere alla polizia: «Uccidetemi»
La procura nazionale antiterrorismo ha avviato un'inchiesta
STATI UNITI
24.03.2020 - 16:480
Aggiornamento : 18:31

Usa a un bivio: dare la precedenza all'economia o al salvataggio di vite umane

Il governatore di New York Cuomo è fortemente in disaccordo con Trump

Anche Washington si ferma, la sindaca attacca il presidente

WASHINGTON - «La nostra gente vuole tornare al lavoro. Praticheranno la distanza sociale e tutto il resto, e i più anziani vigileranno in modo protettivo e amorevole. Possiamo fare due cose insieme. La cura non può essere peggio (di gran lunga) del problema»: lo twitta il presidente degli Usa Donald Trump, segnalando nuovamente il suo orientamento ad allentare la stretta anti-coronavirus.

Trump ha poi rincarato la dose: «Gli Usa non sono fatti per essere chiusi». Lo ha detto in un "town hall" virtuale alla Fox, sostenendo che l'influenza stagionale e gli incidenti automobilistici mietono più morti del coronavirus e non per questo si chiude il Paese e si chiede alle case automobilistiche di non produrre più vetture.

Le opzioni di Trump - Alla Casa Bianca si sta discutendo una serie di opzioni per facilitare la ripresa dell'attività economica evitando la catastrofe sanitaria per il coronavirus. Il dibattito, riferisce la Cnn citando fonti dell'amministrazione, ruota intorno a un sistema a fasi basato sull'età e sulla localizzazione geografica.

La prima opzione prevede il ritorno al lavoro prima delle persone più giovani, sotto i 40 anni, seguite gradualmente dalle persone leggermente più anziane finché gran parte del Paese sarà tornata alla normalità. Un'altra opzione è mantenere le restrizioni solo per le persone vulnerabili e gli anziani, comprese le case di riposo.

Una terza possibilità è che il presidente Donald Trump revochi le restrizioni federali ma incoraggi esplicitamente i governatori ad agire in base alle necessità del loro Stato, in una sorta di geografia variabile, che è poi quello che sta accadendo già ora. Una quarta idea è mantenere alcune delle restrizioni federali ma cambiarne altre per consentire agli Stati più libertà di azione, in modo da tenere aperte le aree dove la pandemia non è così grave.

Un'altra ipotesi di lavoro è quella di consentire il ritorno al lavoro di specifici tipi di persone, ad esempio quelle che usano l'auto e non svolgono attività in grandi gruppi. Tutti scenari che verranno discussi e sviluppati entro lunedì prossimo, quando il presidente deciderà cosa fare alla scadenza dei 15 giorni di restrizioni.

Cuomo è in disaccordo - «Non c'è gara tra lo scegliere tra riaprire l'economia e salvare vite umane»: così il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, critica il presidente statunitense Donald Trump che ha detto di voler riaprire l'economia degli Usa per non danneggiarla con misure anti-coronavirus eccessivamente restrittive.

«I casi qui raddoppiano ogni tre giorni e il numero dei malati è superiore e più veloce di quello inizialmente previsto», ha affermato Cuomo, sottolineando come il picco è previsto tra 14 e 21 giorni. La curva dei contagi è destinata a crescere ancora per molto, ha quindi aggiunto, spiegando come a New York ci sia bisogno di almeno 30'000 respiratori: «Fanno la differenza tra la vita e la morte, e l'unico modo per averli è con l'aiuto del governo federale. L'assenza di questo aiuto è inspiegabile».

Washington si ferma - La capitale federale statunitense Washington ferma tutte le attività «non essenziali» per cercare di frenare la diffusione dei contagi del coronavirus. Lo ha annunciato la sindaca Muriel Bowser che ha attaccato il presidente Donald Trump: «È allarmante che voglia mettere l'economia sopra le vite umane».

Le uniche attività che resteranno aperte nel District of Columbia, dove si trova la capitale federale, sono quelle coinvolte nella risposta all'emergenza, compresi i supermercati.

Una legge della guerra di Corea - Peter Gaynon, capo della Fema, la protezione civile degli Usa, ha annunciato che oggi l'amministrazione ricorrerà formalmente per la prima volta alla Defense Production Act - legge dei tempi della guerra con la Corea - per ordinare alle aziende private certe forniture di materiale medico, come mascherine e kit per i test sul coronavirus.

Finora Trump, nonostante gli appelli da parte dei democratici, era stato riluttante a utilizzarla sostenendo che le aziende private collaborano spontaneamente.

Ripartenza entro marzo? - L'amministrazione statunitense potrebbe cercare di far riaprire parte dell'economia entro la fine del mese, ed entro la fine della settimana sarà effettuata una valutazione sulle aree dell'economia che sono ritenute abbastanza sicure da essere riaperte.

Lo ha affermato il consigliere economico della Casa Bianca Larry Kudlow in un'intervista a Fox. «Questo comunque non vuol dire abbandonare il distanziamento sociale o prendere le distanze dai consigli degli esperti medici», ha aggiunto.

 

Trump chiede aiuti alla Corea del Sud - Il presidente degli Usa Donald Trump ha espresso la fiducia, in una telefonata avuta oggi con l'omologo sudcoreano Moon Jae-in, che Seul possa fornire equipaggiamenti medici nella sfida al coronavirus.

Secondo quanto ha detto il portavoce presidenziale di Seul Kang Min-seok, Moon ha replicato che il governo avrebbe dato «massimo sostegno» se disponibile, quando i due leader hanno parlato di cooperazione bilaterale contro la pandemia. Kang, ha riferito l'agenzia Yonhap, ha notato che il colloquio di 23 minuti è maturato su «richiesta urgente» di Trump.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 16:20:56 | 91.208.130.87