keystone-sda.ch / STF (Pablo Martinez Monsivais)
Un responsabile della campagna di Bernie Sanders aggiorna i cronisti in merito ai ritardi
+5
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GERMANIA
4 ore
Uccide commesso che non lo aveva servito perché senza mascherina
Una volta arrestato, il 49enne ha ammesso di aver agito per la rabbia causata dal rifiuto
Italia
5 ore
Bambini di 10 anni sfruttati in una piazza di spaccio siciliana
Un'indagine durata un anno ha portato alla luce le prove di un giro illegale con tanto di minorenni coinvolti
STATI UNITI
6 ore
Sparatoria in un liceo: due feriti
La loro vita non sarebbe in pericolo, il governatore Northam è informato dei fatti
STATI UNITI
7 ore
Trovato un corpo: potrebbe appartenere a Gabby Petito
Da qualche giorno non si hanno più notizie nemmeno del fidanzato Brian Laundrie
Stati Uniti
9 ore
Gli States riaprono il turismo ai viaggiatori stranieri
Il bando cadrà a novembre e l'accesso sarà garantito soltanto ai possessori di attestato vaccinale
RUSSIA
9 ore
«Non è un attacco terroristico». Perm, il movente è l'odio
Le condoglianze del presidente Putin alle famiglie delle vittime. «Una tragedia enorme»
UNIONE EUROPEA
10 ore
Il presidente del Parlamento europeo è ricoverato per una polmonite
«È in buone condizioni» ha dichiarato il suo portavoce
FOTO
SPAGNA
11 ore
«L'eruzione di Palma ha materia e intensità sufficiente per durare settimane»
L'allarme dell'Istituto geologico, intanto il fiume di lava inghiotte case (e scuole) nella sua corsa verso il mare
STATI UNITI
12 ore
«Pfizer sicuro e ben tollerato dai bimbi fra i 5 e gli 11 anni»
Parola dell'azienda, che ha ultimato i test farmaceutici e ha sottoposto i risultati alle autorità europee e americane
AUSTRIA
12 ore
In Austria si scia solo con il Green Pass
Anche per i mercatini di Natale sarà richiesta la vaccinazione, una recente guarigione o un test PCR negativo
CUBA
14 ore
Vaccinare i bambini dai due anni per riaprire le scuole
L'obiettivo è raggiungere un tasso di vaccinazione del 90% tra adulti e bambini
STATI UNITI
04.02.2020 - 08:370
Aggiornamento : 09:53

Primarie democratiche nell'Iowa: il voto finisce nel caos

Dopo la chiusura dei "caucus" tarda la comunicazione dei risultati: «Qualcosa è andato storto». I candidati, intanto, rivendicano la vittoria

DES MOINES - L'Iowa e, con esso, gli interi Stati Uniti trattengono il fiato. Ufficialmente a causa di «incongruenze» - in realtà per via di problemi tecnici - si stanno infatti facendo attendere insolitamente a lungo i risultati delle primarie che dovrebbero indicare il candidato democratico per la corsa alla Casa Bianca preferito dal primo Stato americano a votare.

Dopo che, in serata, gli iscritti al partito democratico dell'Iowa hanno partecipato ai cosiddetti "caucus" in più di 1'600 edifici pubblici per esprimere la loro preferenza, quando è già passata l'1 di notte (le 8 di mattina in Svizzera) non è ancora noto il nome del vincitore. «Abbiamo riscontrato incongruenze nel resoconto di tre serie di risultati», ha fatto sapere la portavoce del partito dello Stato del Midwest, Mandy McClure, come riporta la BBC. «È un semplice problema di rendicontazione, non è un hackeraggio né un'intrusione», ha aggiunto.

Come segnala la CNN, tuttavia, diversi responsabili locali del partito puntano il dito proprio contro l'applicazione per la rendicontazione dei voti. «È chiaro che qualcosa è andato storto», assicura una fonte interna. «Non c'è modo di trasferire i risultati. Li abbiamo», spiega invece il presidente della sezione della Contea di Polk, Sean Bagnelwski.

Intanto, i candidati iniziano già ad attribuirsi la vittoria. «Che serata. Perché questa sera una speranza improbabile è diventata un'innegabile realtà», ha affermato il 38enne Pete Buttigieg, ex sindaco di South Bend, Indiana. «Secondo tutte le indicazioni andiamo nel New Hampshire da vincenti», ha aggiunto, facendo riferimento al prossimo appuntamento delle primarie democratiche. «Ho la forte sensazione che, quando i risultati saranno annunciati, faremo molto, molto bene qui in Iowa», ha commentato più cautamente il 78enne Bernie Sanders. «È troppo testa a testa, quindi vi dirò solo quello che so - si è limitata a dire la 70enne senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren -. Sono qui questa sera perché credo che i grandi sogni siano ancora possibili». L'ex vicepresidente americano Joe Biden, 77 anni, ha invece commentato: «Usciremo di qui con la nostra fetta di delegati».

keystone-sda.ch (Eileen Meslar)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Anonimoos 1 anno fa su tio
Certe volte leggendo i commenti di sti malati di mente fan di Trump mi verrebbe voglia di spaccargli la faccia a pugni.
Zico 1 anno fa su tio
forti questi DEM, litigano tra di loro. complimenti!
Bayron 1 anno fa su tio
E questi pagliacci vorrebbero sconfiggere la corazzata Trump! Ridicoli....
miba 1 anno fa su tio
@Bayron Sì, la corazzata Potyonkin di Fantozzi.... :):):)
Bayron 1 anno fa su tio
@miba Se lo dici tu sarà così. Intanto lui è il Presidente e tu.....
miba 1 anno fa su tio
@Bayron Lui è uno dei tanti presidenti mentre io sono semplicemente io con i miei pregi ed i miei difetti, ma per il momento non ancora mafioso, produttore di bufale e sponsorizzatore di muri e di prostitute :)
Bayron 1 anno fa su tio
@miba L’invidia è una brutta bestia! Rosica... rosica.. PS non usare la parola mafioso a sproposito altrimenti mette in evidenza tutta la tua ignoranza.
miba 1 anno fa su tio
@Bayron Si badrone biango, io domandare umilmente berdono ber grande invidia di baranoico e ber avere dado del mafioso a duo grande Drumpf (cognome tedesco d'origine poi cambiato in Trump) :):):). Eppure te l'avevo già scritto: leggi, informati, soprattutto anche con la tua testa. E per il mafioso confermo e ribadisco. Fa prendere i nomi all'ONU di chi gli vota contro minacciando ritorsioni, o la pensi e fai come dico e voglio io o altrimenti ti metto gli embarghi, uno mi sta sulle palle e quindi lo faccio saltare in aria con un drone...ecc ecc ecc. Evidentemente hai qualche problema di determinazione nel chiamare le cose con il loro vero significato o forse, più probabile, purtroppo non si può pretendere che dalla tua zucca esca di più di quanto poco sia immagazzinato. Bella poi quella dell'ignoranza, mi sono divertito sapendo che l'hanno letta anche gli altri blogger :):):)
Bayron 1 anno fa su tio
@miba Brutta cosa picchiare la testa da piccolo. Mi spiace per te.
Equalizer 1 anno fa su tio
Certo che il ringiovanimento del partito dei DEM non è all'ordine del giorno, di non essere che tutti abbiano la sindrome di Benjamin Button
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 02:45:23 | 91.208.130.89