Keystone (archivio)
TURCHIA
29.11.2019 - 14:520
Aggiornamento : 17:10

Erdogan a Macron: «Controlla la tua morte cerebrale»

«Non rispetti i tuoi obblighi nella Nato, non paghi neppure quello che dovresti pagare alla Nato, ma quando c'è da mettersi in mostra ti metti in mostra» ha aggiunto il presidente turco

di Redazione
ats ans

ANKARA - Il presidente francese Emmanuel Macron «ha detto che la Nato è in stato di morte cerebrale. Macron, ascolta cosa ti dico dalla Turchia, lo dirò anche alla Nato: prima di tutto fai controllare la tua morte cerebrale».

Lo ha detto oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, dopo le critiche di Macron all'offensiva di Ankara contro le milizie curde in Siria.

«Queste dichiarazioni sono adatte solo a persone come te che sono in stato di morte cerebrale. Non rispetti i tuoi obblighi nella Nato, non paghi neppure quello che dovresti pagare alla Nato, ma quando c'è da mettersi in mostra ti metti in mostra», ha aggiunto Erdogan. «Escludere o non escludere la Turchia dalla Nato... hai l'autorità per prendere una decisione del genere? Tu non ha alcun diritto né legittimità a stare laggiù (in Siria). Non ti ha invitato neppure il regime», mentre «la sicurezza della Turchia è la sicurezza dell'Europa», ha concluso Erdogan.

Il duro attacco del presidente turco giunge dopo che ieri il suo ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu aveva definito il capo dello stato francese uno «sponsor del terrorismo», facendo riferimento all'appoggio di Parigi alle milizie curde Ypg, che Ankara considera appunto «terroriste». Cavusoglu aveva anche detto che Macron vorrebbe diventare il capo dell'Europa, ma è in realtà «debole».

Convocato l'ambasciatore - L'ambasciatore della Turchia in Francia verrà convocato al ministero degli Esteri di Parigi dopo le parole del presidente turco Recep Tayyip Erdogan contro Emmanuel Macron. Per l'Eliseo, «non si tratta di una dichiarazione, sono insulti».

«L'ambasciatore verrà convocato al ministero per spiegarsi», aggiungono le fonti presidenziali. 

«Siamo chiari, non è una dichiarazione, sono insulti», ha deplorato la presidenza francese, tuonando contro ciò che definisce «l'ultimo eccesso» del presidente turco. «L'ambasciatore - proseguono all'Eliseo - verrà convocato al ministero (degli Esteri, ndr) per fornire spiegazioni».

Nell'intervista rilasciata nei giorni scorsi al settimanale The Economist, proseguono a Parigi, Macron «ha posto i termini di un dibattito che necessita le risposte di ogni alleato, ma forse, in modo ancora più specifico, da parte della Turchia». Il presidente francese, sottolinea l'Eliseo, vuole da parte di Ankara «risposte chiare». «C'è questa questione dell'operazione turca in Siria e delle sue conseguenze, un possibile ritorno dell'Isis... Ma ci sono anche altri temi sui quali abbiamo bisogno di risposte approfondite da parte della Turchia», conclude la presidenza. Il nuovo duello tra Ankara e Parigi rischia di alimentare le tensioni a pochi giorni dal summit Nato della settimana prossima a Londra.


 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 21:27:28 | 91.208.130.85