STATI UNITIImpeachment, procedura lampo in Senato?

22.11.19 - 07:57
I funzionari della Casa Bianca e i senatori repubblicani, ormai rassegnati ad un voto favorevole alla Camera, stanno elaborando una strategia per evitare la destituzione di Donald Trump
Keystone (archivio)
Impeachment, procedura lampo in Senato?
I funzionari della Casa Bianca e i senatori repubblicani, ormai rassegnati ad un voto favorevole alla Camera, stanno elaborando una strategia per evitare la destituzione di Donald Trump

WASHINGTON - Funzionari della Casa Bianca e senatori repubblicani sembrano ormai rassegnati ad un voto della Camera a favore dell'impeachment di Donald Trump e, durante un incontro privato, hanno discusso sulla strategia da portare avanti in Senato, compresi i tempi della procedura che potrebbero limitare a due sole settimane.

La possibilità di un "processo lampo" al presidente che si chiuda già a gennaio è stata sollevata - scrive il Washington Post - alla presenza tra gli altri del capo dello staff della Casa Bianca Mick Mulvaney e di alcuni consiglieri del presidente, dal genero Jared Kushner a Kellyanne Conway. Nessuna decisione sarebbe stata però ancora presa.
 
 

COMMENTI
 
fromrussiawith<3 3 anni fa su tio
Ciò che mi preoccupa dei media Svizzeri come TIO e RSI (e non solo) è il filtro che pare sia stato applicato nella divulgazione delle informazioni: pro UE, anti Trump e repubblicani, pro socialismo, pro globalismo, elitismo, cosmopolitanismo, etc. Questo giornalismo Svizzero spesso impropriamente definito “di qualità” è una vergogna, se assente di pensiero critico a 360, che pare composto di giornalisti “iperservili”, "bigotti", mancanti di coraggio, creatività, “proattività” e pensiero proprio; tipo di giornalisti che potrebbero venir facilmente sostituiti dall’intelligenza artificiale.
vulpus 3 anni fa su tio
Ma noooo, mia posibil, della serie come si influenza l'opinione pubblica. ma accade anche qui nel nostro piccolo Ticino. Basta fare un confronto tra i 2 quotidiani e prestare attenzione ai contributi dei diversi direttori ed opinionisti.
Galium 3 anni fa su tio
Evidentemente la qualità del nostro giornalismo non può essere compresa dagli hater nostrani, che vorrebbero un'informazione allineata al sovranismo e alla xenofobia dilagante.
Thor61 3 anni fa su tio
Sarebbe già sufficiente un'informazione NON di parte, da una SRG sparaballe (Mi riferisco all'"Abolizione" del Digitale Terrestre, ma SOLO per chi PAGA, cioè gli Svizzeri) e costosa, non serve un'informazione sovranista, noi siamo meno esigenti e ci acconteteremmo di informazioni equidistanti, ma in una SRG con oltre il 95% dei dipendenti di sinistra la vedo molto difficile, ma ai sinistri questo sbilanciamento piace, almeno possono sparare le loro boiate senza timore di smentita!!! Se scrivi in italiano è meglio, scrivere "hater" in questo modo non ha nessun significato nella lingua di Dante.
fromrussiawith<3 3 anni fa su tio
Mi ricordo d'aver mostrato a degli studenti Uni di S.Petersburg, la propaganda giovani (PLR; PPD; PS?) "il ritorno "ala cultura dei patati" se si fosse votato sì all'autodeterminazione, il risultato del voto, e un sondaggio di parte (RSI?) che dichiarava che il +90% di votanti si riteneva ben informato... mi ricordo una di loro dire, "bè allora non stiamo così male (in Russia) perlomeno siamo coscienti dei nostri limiti..." Tra studenti ci si scambiano molte info, a parte questo, nessuno avrebbe potuto essere propriamente informato sulle conseguenze e/o benefici che un risultato positivo avrebbe generato... probabilmente sarebbe cambiato ben poco dato che l'aspetto economico soprassale ogni altro aspetto, in particolare in Svizzera
fromrussiawith<3 3 anni fa su tio
Diciamo che finora è stato uno show democratico quello dell’Impeachment inquiry, nel quale la gran parte dei testimoni richiesti dai repubblicani non sono stati accettati e le testimonianze erano basate su supposizioni e non fatti. Non credo sarà così se i democratici porteranno avanti la loro richiesta. I repubblicani potranno allora beneficiare di altre testimonianze e le supposizioni perderanno di valore. Hunter Biden, parte di una compagnia tanto corrotta quanto influente in Ukraine e in Europa non può lasciare indifferenti, e anche se il presidente avesse voluto investigare Burisma e Biden, non sarà facile provare che sia stato fatto per fini politici. Pericolosa la strada intrapresa dai democratici, sia che falliscano nell’impeachment o che vi riescano nella mission “near-impossible” perché chi potrebbe sostituire il pres potrebbe essere qualcuno ben più difficile da sconfiggere, come Nikki Halley, la quale sarebbe la prima donna presidente made in US, e per me ben migliore a portare avanti “il Trumpismo”. Interessante vedere come si svolgeranno i fatti
NOTIZIE PIÙ LETTE