keystone-sda.ch/ (RON SACHS / POOL)
La decisione di non attaccare l'Iran è stata presa da Trump all'insaputa dei suoi collaboratori.
STATI UNITI
22.09.2019 - 16:450

È stato Trump a decidere di non attaccare l'Iran

La mossa del presidente ha sorpreso la Casa Bianca, su tutti il vice presidente Mike Pence e il segretario di Stato Mike Pompeo

Donald Trump ha deciso da solo lo scorso giugno di non attaccare l'Iran dopo l'abbattimento del drone americano. Una decisione che ha colto di sorpresa la Casa Bianca, il vice presidente Mike Pence e il segretario di Stato Mike Pompeo, tutti e due all'oscuro della marcia indietro del presidente americano.

A ricostruire il dietro le quinte delle convulse ore in cui tutto era pronto per colpire l'Iran ma poi Trump ha deciso di non procedere con il raid è il New York Times, sottolineando come a distanza di mesi Trump si trova ora in una situazione analoga.

Secondo alcuni osservatori, il dietrofront di giugno mette ora Trump all'angolo complicando la strategia americana con Teheran. «Trump è imprigionato in una scatola che ha lui stesso creato. Ha messo in atto politiche che hanno assicurato una risposta aggressiva da parte dell'Iran ma non è pronto a rispondere e gli iraniani lo sanno», afferma Philip Gordon, consigliere per il Medio Oriente di Barack Obama.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 10:53:56 | 91.208.130.87