keystone-sda.ch/STF (ABEDIN TAHERKENAREH)
L'Iran accetterà di tornare a rispettare i limiti dell'accordo sul nucleare del 2015 solo «se la Ue aprirà una linea di credito di 15 miliardi di dollari per un periodo di quattro mesi».
IRAN
04.09.2019 - 09:260

Teheran chiede 15 miliardi di dollari all'Ue per rispettare l'accordo sul nucleare

Richiesta l'apertura di una linea di credito per un periodo di quattro mesi

TEHERAN - L'Iran accetterà di tornare a rispettare i limiti dell'accordo sul nucleare del 2015 solo «se la Ue aprirà una linea di credito di 15 miliardi di dollari per un periodo di quattro mesi» per pagare le esportazioni petrolifere di Teheran, che dovrebbero riprendere nella loro totalità verso i Paesi europei.

Lo ha confermato il vice ministro degli Esteri Abbas Araghchi dopo i colloqui avuti a Parigi negli ultimi giorni per trovare un accordo che compensi la Repubblica islamica per le perdite subite con la reintroduzione di pesanti sanzioni da parte degli Usa a partire dal maggio 2018, con l'uscita di Washington dallo stesso accordo.

Araghchi ha detto tuttavia di nutrire dubbi sul fatto che gli europei possano fare un passo di questo genere.

In mancanza di un accordo entro domani, l'Iran ha annunciato che farà un «terzo passo» nella sospensione dei propri obblighi previsti dall'intesa sul nucleare.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 06:06:28 | 91.208.130.89