Keystone (archivio)
Tra M5S e PD l'accordo è ancora lontano.
ITALIA
25.08.2019 - 19:340

È un litigio continuo sul nome del nuovo premier

Il Movimento 5 Stelle non arretra su Giuseppe Conte, ma il Pd non ci sta: «Il Paese non capirebbe un "rimpastone"»

ROMA - Permane l'incertezza in Italia tra il Partito democratico (Pd) e il Movimento 5 Stelle (M5S), in particolare con un muro contro muro sul nome del premier.

Luigi Di Maio non arretra su Giuseppe Conte. «Non si può aspettare altro tempo su delle cose semplicemente di buon senso. È assurdo. L'Italia non può aspettare il Pd», sostiene. Mentre il segretario del Pd Nicola Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa, ha ribadito la necessità di «discontinuità anche sui nomi. L'Italia - ha detto il segretario del Partito democratico - non capirebbe un "rimpastone". Siamo pronti a incontrare da domani il Movimento e faremo di tutto per trovare una soluzione», sottolinea.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 22:15:59 | 91.208.130.85