KEYSTONE/AP (Vadim Ghirda)
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Nasconde l'Hiv e contagia quattro donne: morta l'ex compagna
PARAGUAY
4 ore
Bruciano le foreste del Paraguay, il Wwf: «È emergenza nazionale»
SVIZZERA
5 ore
La Banca dei regolamenti internazionali sta “torchiando” la criptovaluta di Facebook
LUSSEMBURGO
6 ore
Brexit: «Una nuova estensione solo se ha uno scopo»
STATI UNITI
6 ore
Tour di Michelle Obama: biglietti fino a 4'200 dollari
FRANCIA
6 ore
L'ambiente diventa la prima preoccupazione dei francesi
TUNISIA
7 ore
Presidenziali tunisine: possibile ballottaggio Saied-Karoui
COREA DEL NORD
7 ore
Kim ha scritto una lettera a Trump
IRAN
7 ore
Teheran sequestra una nave emiratina nello Stretto di Hormuz
UNIONE EUROPEA
8 ore
Johnson: «Non chiederò un'estensione, la Brexit resta il 31 ottobre»
STATI UNITI
8 ore
L'attacco ai pozzi sauditi? Arrivava dall'Iran o dall'Iraq, lo dimostrerebbero delle foto
PARIGI
10 ore
Edward Snowden: «La prego Macron mi conceda l'asilo"
ROMA
11 ore
Estorsioni e violenze, arrestati i capi ultrà della Juve
TELEFONIA
11 ore
Ma quale tramonto per Apple, la domanda di iPhone è superiore alle attese
FRANCIA / SIRIA
11 ore
Le famiglie dei jihadisti francesi accusano Parigi di omissione di soccorso
UCRAINA
22.08.2019 - 17:420

Zelensky: «La Russia non deve tornare nel G8»

Secondo il premier ucraino: «Nulla è cambiato da marzo 2014»

KIEV - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha respinto l'idea del ritorno della Russia nel G8 (ora G7) sottolineando che la Crimea è ancora occupata da Mosca e non si è ancora conclusa la guerra nel Donbass, dove il Cremlino sostiene militarmente i separatisti filorussi delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk.

«Nulla - ha scritto Zelensky su Facebook - è cambiato dal marzo del 2014, quando fu interrotta la partecipazione della Russia al G8. La Crimea ucraina è occupata come prima, il Donbass ucraino soffre per la guerra».

La Russia fu esclusa dal G8 nel 2014 in seguito all'occupazione militare della Crimea.

Il presidente ucraino ha quindi dichiarato che «la restituzione della Crimea occupata, l'interruzione della guerra nel Donbass e il rilascio degli oltre cento prigionieri politici e dei marinai ucraini trattenuti dal Cremlino sarà un segnale davvero serio al mondo che la Russia è pronta a riprendere il suo posto nell'agenda dell'alta diplomazia».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 23:06:52 | 91.208.130.89