Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
SERBIA
8 min
Kosovo: per la premier serba, il compromesso è l'unica soluzione
AUSTRALIA
43 min
Dieselgate: Volkswagen pagherà 86,5 milioni di franchi in Australia
SVEZIA
1 ora
H&M: le vendite del trimestre estivo battono le stime
ARABIA SAUDITA
1 ora
L'attacco ad Aramco è il peggior danno alla produzione di petrolio della storia
UNIONE EUROPEA
1 ora
Brexit: oggi il primo faccia a faccia tra Juncker e Johnson, che non chiederà un'estensione
IRAN
1 ora
Rohani, nessun incontro con Trump in agenda
FRANCIA
2 ore
Fiamme in casa di riposo: muore un centenario
COLOMBIA
3 ore
Piccolo velivolo precipita pochi minuti dopo il decollo: 7 morti
STATI UNITI / ARABIA SAUDITA
4 ore
Trump al fianco di Riad: «Pronti e carichi a reagire»
STATI UNITI
5 ore
Trovato senza testa e cuore nel '97: «Vorrei risolvere questo cold case prima della pensione»
STATI UNITI
14 ore
New York intende bandire le e-cig aromatizzate
Politica
15 ore
L'abbraccio di Pontida a Salvini, tra momenti "caldi" e critiche
MESSICO
15 ore
Orrore in Messico, almeno 44 cadaveri smembrati in un pozzo
SERBIA
16 ore
Tensioni e contestazioni al Gay Pride di Belgrado
STATI UNITI
16 ore
Cambiamento climatico: per il 56% degli americani bisogna agire «subito»
REGNO UNITO
14.07.2019 - 14:330

L'attivista Gina Miller si prepara a fare causa a Boris Johnson

La causa potrebbe partire nel caso in cui Johnson dovesse diventare premier per impedirgli di portare la Gran Bretagna fuori dall'Ue senza un accordo con Bruxelles

LONDRA - L'attivista anti-Brexit Gina Miller è pronta a fare causa a Boris Johnson, nel caso in cui questi dovesse diventare premier, per impedirgli di sospendere il Parlamento in modo da portare la Gran Bretagna fuori dall'Ue senza un accordo con Bruxelles.

Johnson si riserva infatti la possibilità di "prorogare" a ottobre la convocazione della Camera dei Comuni (e quindi di lasciarla transitoriamente chiusa) per il tempo necessario al prossimo governo di procedere senza ulteriori dibattiti a un eventuale divorzio "no deal" dall'Ue.

Secondo il domenicale britannico The Observer, lo studio legale di Miller - Mishcon de Reya - ha già scritto una lettera a Johnson dicendogli che una simile iniziativa sarebbe «costituzionalmente inaccettabile», oltre che illegale, e risulterebbe in un'azione legale immediata nei suoi confronti. L'attivista ha lo stesso team legale che nel 2017 ha costretto la May a concedere ai parlamentari la possibilità di votare prima di far scattare l'Articolo 50 che ha avviato la Brexit.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 11:27:54 | 91.208.130.85