Keystone - foto d'archivio
STATI UNITI
07.06.2019 - 08:020

Dazi al Messico, Trump vuole invocare l'emergenza nazionale

Per il presidente «si rende necessaria in seguito alle azioni inefficace per fermare il flusso di immigrati verso gli Stiati Uniti»

WASHINGTON - Donald Trump, se non sarà raggiunto un accordo, è pronto a dichiarare un nuovo stato di emergenza nazionale per colpire duramente con i dazi il Messico e superare le resistenze in Congresso, anche di molti repubblicani.

È quanto previsto in una bozza di dichiarazione ottenuta da The Hill. Nel testo si afferma come la nuova emergenza si rende necessaria in seguito al fallimento del governo del Messico di intraprendere azioni efficace per fermare il flusso di immigrati verso gli Stiati Uniti.

6000 soldati - Il Messico, nel frattempo, vuole dispiegare 6000 soldati al confine meridionale con il Guatemala per impedire ai migranti di entrare nel Paese e da lì passare negli Stati Uniti. Lo ha detto il ministro degli esteri messicano Marcelo Ebrard, a Washington per cercare di impedire che gli USA introducano dazi commerciali sulle merci messicane.

Questa misura è ritenuta necessaria da Donald Trump, che punta il dito sul fallimento del governo del Messico nell'intraprendere azioni efficaci per fermare il flusso di immigrati.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 16:58:32 | 91.208.130.85